Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Chiara Mastracchio, Aniello Merone, Roberta Metafora

Note 12.03.2019

Sulle preclusioni istruttorie nel giudizio sommario di cognizione

di Leggi dopo

La valutazione, da parte del giudice, della necessità di un'istruzione non sommaria, ai fini della conversione del rito ex art. 702-ter, comma 3, c.p.c., presuppone pur sempre che le parti – e in primo luogo il ricorrente – abbiano dedotto negli atti introduttivi tutte le istanze istruttorie che ritengano necessarie per adempiere all'onere probatorio ex art. 2967 c.c., non potendosi attribuire...

Approfondimenti 22.02.2019

L'interpretazione della legge ex art. 12 Preleggi si basa su un algoritmo

di Leggi dopo

L’interpretazione può essere definita come un’attività volta a comprendere il significato di una parola o complesso di parole [1]; in ambito giuridico, l’interpretazione è un’attività volta a comprendere il significato di una o più disposizioni di leggi, al fine di applicarla o applicarle al caso concreto.

Note 14.02.2019

Mancata partecipazione personale della parte al primo incontro di mediazione e procedibilità della domanda giudiziale

di Leggi dopo

Nelle ipotesi di mediazione obbligatoria (art. 5, comma 1-bis, d.lgs. 4 marzo 2010, n. 28), il procedimento si considera «esperito» quando la parte interessata ha depositato l'istanza presso l'organismo di mediazione, senza che sia necessaria la sua presenza al primo incontro davanti al mediatore....

Articoli 07.02.2019

Modalità liquidative nell'espropriazione di beni indivisi: il giudizio di divisione endoesecutivo

di Leggi dopo

Il codice di rito agli artt. 599-601 c.p.c. e 180-181 disp. att. c.p.c. dispone che l'espropriazione forzata può avere ad oggetto la quota del debitore su di un bene in comunione con altri soggetti.

Articoli 04.02.2019

Appello: domande nuove. Lo stato dell’arte

di Leggi dopo

Nel vigente ordinamento processuale, il giudizio d’appello non può dirsi, come un tempo un riesame pieno nel merito della decisione impugnata (novum iudicium), ma ha assunto le caratteristiche di una impugnazione a critica vincolata (revisio prioris instantiae).

Note 01.02.2019

Sulla pretesa improcedibilità della domanda giudiziale nelle ipotesi di mediazione obbligatoria

di Leggi dopo

Nelle ipotesi di mediazione obbligatoria ex art. 5, commi 1-bis e 4, lett. b), d.lgs. 4 marzo 2010, n. 28, va dichiarata l'improcedibilità della domanda giudiziale nel caso in cui la parte attrice, dopo aver depositato tempestivamente la domanda di mediazione, non abbia partecipato agli incontri davanti al mediatore e si sia fatta rappresentare dal proprio difensore, munito di procura speciale...

Note 28.01.2019

Indipendenza dell'ordinamento sportivo rispetto a quello ordinario

di Leggi dopo

L'invocato esercizio postumo di un potere da parte della F.I.G.C. rientra nel perimetro legale dell'osservanza e dell'applicazione delle norme regolamentari, organizzative e statutarie dell'ordinamento sportivo nazionale e dei comportamenti rilevanti sul piano disciplinare e l'irrogazione delle correlate sanzioni, le quali concernono la riconosciuta autonomia dell'ordinamento calcistico,...

Approfondimenti 25.01.2019

L'attuazione della politica in materia di aiuti di Stato mediante la cooperazione multilivello

di Leggi dopo

L’ordinamento europeo stabilisce il principio del divieto degli aiuti di Stato al fine di evitare che tali agevolazioni, in qualunque forma siano concesse, falsino o minaccino di falsare la concorrenza nel mercato interno e incidano sugli scambi tra gli Stati membri in maniera contraria all’interesse comune (ex multis, C. giust. UE,14 febbraio 1990, C-321/97). La ratio di tutela della libera...

Pagine