Banca finanza assicurazioni

Direttori di area:
Prof. Paoloefisio Corrias, Prof.ssa Sara Landini, Prof. Daniele Maffeis, Cons. Alessandro Pepe


Comitato editoriale:
Luigi Giacomo Vigoriti, Ettore Maria Lombardi, Giacomo Bizzarri

Note 21.03.2017

La corretta interpretazione delle clausole del contratto assicurativo secondo la Corte di cassazione

di , Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III - 29 settembre 2016, n. 19299  -  Secondo i canoni ermeneutici di cui agli artt. 1363 e 1370 c.c., le clausole contenute nelle condizioni generali predisposte dall'assicuratore vanno interpretate le une per mezzo delle altre, attribuendo a ciascuna il senso che risulta dal complesso dell'atto e, in caso di ambiguità, in senso sfavorevole al predisponente.  

Note 02.02.2017

Anatocismo e tutela collettiva: conferme e nuove frontiere nei rapporti tra clienti e istituti di credito

di GRATIS PER 10 GIORNI

CASS. CIV. - sez. I - 24 maggio 2016, n. 10713  -  In caso di azione di ripetizione di indebito proposta dal cliente di una banca, il quale lamenti la nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale degli interessi anatocistici maturati, con riguardo ad un contratto bancario di apertura di credito regolato in conto corrente, il termine di prescrizione decennale decorre dalla data di...

Approfondimenti 16.01.2017

Nuove tecniche di tutela del contraente debole nei contratti finanziari

di Leggi dopo

La nozione di consumatore ribadita nell'art. 2 della Dir. 2011/83/UE, rappresenta notoriamente il prototipo del soggetto giuridico del mercato connotato da particolari elementi di debolezza. Il diritto comunitario ha da tempo approntato diversi strumenti di tutela dedicati a tale specifica categoria di soggetti che contratta con il professionista, tesi a rimediare alla condizione di asimmetria...

Approfondimenti 14.12.2016

Sulla natura giuridica delle fondazioni bancarie

di Leggi dopo

Non sopito e ancora in grado di imporsi con singolare energia alla riflessione degli interpreti, oltre che al vaglio della giurisprudenza, è il tema dell’indole giuridica delle fondazioni bancarie. Tale categoria, figlia di occorrenze economiche e giuridiche, è stata al centro di un pluriennale  percorso legislativo, scandito da scelte non sempre terse, che, nel tentativo di offrire soluzioni,...

Note 18.11.2016

Intermediazione finanziaria e sanatoria delle nullità contrattuali

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 24 marzo 2016, n. 5919 - Il contratto di intermediazione finanziaria sottoscritto dal solo investitore è nullo per vizio di forma, non valendo a sanarlo né la sua produzione in giudizio ad opera della banca, né la documentazione in forma scritta relativa ai momenti esecutivi dello stesso.

Articoli 07.11.2016

Crisi bancarie e bail in: dagli aiuti di Stato al coinvolgimento delle posizioni di azionisti, investitori e...

di Leggi dopo

Con la direttiva BRRD muta sensibilmente rispetto al passato l’approccio alla gestione delle crisi bancarie. Dal bail out si passa al bail in: a un sistema, entro il quale il costo per il salvataggio grava in primis sugli azionisti e sui singoli investitori e poi sui risparmiatori dell’istituto interessato, nonché sul sistema bancario nel suo complesso. L’incrocio con il tema degli aiuti di...

Note 28.09.2016

Le Sezioni Unite sulle clausole claims made: un'indagine approfondita in tema di meritevolezza, liceità, vessatorietà...

di Leggi dopo

CASS. CIV.- sez. un. - 6 maggio 2016, n. 9140  -  La clausola claims made con garanzia pregressa è lecita perché afferisce a un solo elemento del rischio garantito, la condotta colposa posta già in essere e peraltro ignorata, restando invece impregiudicata l'alea dell'avveramento progressivo degli altri elementi contributivi dell'impoverimento patrimoniale del danneggiante assicurato. Non a...

Editoriali 15.09.2016

Parametri negativi ed interessi nei finanziamenti: una replica ad Aldo Angelo Dolmetta

di Leggi dopo

Il tema, noto, concerne il parametro, al quale è legato il tasso di interesse di un mutuo, e più in generale di un contratto di finanziamento, che diventa negativo ed erode lo spread giungendo ad erodere algebricamente la sorte capitale della rata di un contratto di finanziamento, così determinando in astratto accrediti per il cliente, a titolo di c.d. interesse negativo.

Pagine