Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Approfondimenti 04.01.2017

Assegno di mantenimento e affido condiviso

di Leggi dopo

Capita normalmente che la giurisprudenza anticipi il legislatore; capita, più di rado, che il legislatore anticipi la giurisprudenza: il tema che mi è stato assegnato ne è un esempio.

Approfondimenti 07.12.2016

Dall’impossibilità dell’affidamento preadottivo verso l’unicità dell’istituto dell’adozione

di Leggi dopo

La normativa interna che disciplina l’adozione dei soggetti minori di età ha ridestato di recente l’attenzione degli operatori del settore e non, in seguito al rapido susseguirsi di vicende che hanno evidenziato ancora una volta l’utilità di un rinnovato dialogo tra il legislatore e le corti.

Note 25.11.2016

Assegno divorzile e famiglia di fatto

di Leggi dopo

Cass. civ. - sez. VI - 29 settembre 2016, n. 19345  -  L'instaurazione da parte del coniuge divorziato di una convivenza more uxorio determina l'estinzione, e non la mera quiescenza, del diritto all'assegno divorzile, che dunque non rivive neanche in caso di cessazione della convivenza stessa.

Approfondimenti 23.11.2016

Non assegnabilità della casa coniugale in sede di separazione e divorzio in caso di immobile concesso in comodato con...

di Leggi dopo

Qualora uno dei coniugi fruisca di un appartamento concessogli dai genitori in comodato a termine espresso, menzionato in rogito notarile e noto alla consorte, e – a seguito di separazione e poi di divorzio – l'immobile sia stato assegnato alla (ex) moglie, una volta venuto a scadenza il termine del comodato l'appartamento va restituito ai proprietari, giusta art.1809, comma 1, c.c., non...

Approfondimenti 16.11.2016

L'illegittimità formale, l'illegittimità sostanziale e l'inadeguatezza strutturale del decreto legislativo n. 154 del...

di Leggi dopo

Il d.lgs 154 del 2013 è analizzato per la parte che riguarda le modifiche introdotte alla disciplina dell'affidamento condiviso (l. 54 del 2006) e alla l. 898 del 1970. Sono mostrate le ragioni che inducono a considerare in eccesso di delega (in violazione dell'art. 76 della Costituzione) aspetti quali: le limitazioni poste all'ascolto del minore; le modifiche in materia di affidamento a terzi ...

Pagine