Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Chiara Mastracchio, Aniello Merone, Roberta Metafora

Approfondimenti 20.07.2017

La transazione nel processo civile

di Leggi dopo

La transazione è uno strumento offerto dall'ordinamento all'autonomia privata per conseguire la soluzione negoziale delle controversie attraverso la costituzione di un regolamento di interessi che sostituisce (transazione novativa) o integra (transazione semplice) la fonte originaria del rapporto litigioso e che, in entrambi i casi, preclude la rivalutazione giudiziale del rapporto transatto.

Approfondimenti 05.05.2017

La disposizione del fermo fiscale sul veicolo non è causa di esenzione dall'obbligo di pagamento delle tasse...

di Leggi dopo

Con la sentenza 2 marzo 2017, n. 47 il Giudice delle leggi ha affrontato la specifica questione inerente alla ricorrenza di una causa di esenzione dall'obbligo di pagamento delle tasse automobilistiche regionali qualora il veicolo sia sottoposto alle c.d. ganasce fiscali, stabilendo il principio secondo cui il fermo amministrativo disposto dall'agente della riscossione: a) non comporta la...

Approfondimenti 11.04.2017

I riti utilizzabili per richiedere giudizialmente la liquidazione del compenso all'avvocato

di Leggi dopo

Lo scritto rappresenta un parere pro veritate «sui riti utilizzabili per richiedere giudizialmente la liquidazione del compenso all'avvocato, con particolare riferimento alle pronunce di inammissibilità del ricorso per decreto ingiuntivo e del ricorso ex art. 14 d.lgs. n. 50 del 2011» rese, rispettivamente dalla VII^ e dalla XI^ Sezione del Tribunale civile di Roma, anche alla luce della...

Approfondimenti 23.03.2017

La partecipazione dei terzi al processo arbitrale

di Leggi dopo

Nonostante l'introduzione nel codice di procedura civile dell'art. 816-quinquies c.p.c., solo in parte è stata risolta la complessa questione del rapporto tra arbitrato e terzi, essendo quest'istituto stretto tra due opposte tendenze: da un lato, l'equiparazione del lodo alla sentenza impone di predisporre una tutela piena e completa dei diritti del terzo, non solo in via repressiva, ma anche...

Approfondimenti 20.03.2017

Prospettive di ricerca in tema di risoluzione arbitrale delle controversie di lavoro (dopo la presentazione dei...

di Leggi dopo

La recente pubblicazione (gennaio 2017) delle “Proposte normative e note illustrative” della “Commissione di studio per l'elaborazione di ipotesi di organica disciplina e riforma degli strumenti di degiurisdizionalizzazione, con particolare riguardo alla mediazione, alla negoziazione assistita e all'arbitrato”, istituita dal Ministero della Giustizia e presieduta da Guido Alpa, offre...

Approfondimenti 10.03.2017

Inefficacia dei provvedimenti cautelari

di Leggi dopo

Il provvedimento che accoglie la domanda cautelare non è concepito per produrre effetti stabili. È anzi il provvedimento meno stabile tra quelli che definiscono un giudizio civile. Questo dipende non solo – e ormai non tanto – dalla forma sommaria del procedimento, quanto dalla sua funzione «strumentale» rispetto al giudizio di merito, cioè alla tutela che il diritto tenderà a ricevere in un...

Approfondimenti 02.03.2017

Di nuovo alle Sezioni Unite, questa volta previa rimessione, l'interpretazione dell'art. 360 bis (n. 1) c.p.c.

di Leggi dopo

Con le due ordinanze in commento, emesse a distanza di pochissimo tempo l'una dall'altra, la sesta sezione civile della Corte di Cassazione chiede alle Sezioni Unite di chiarire la natura giuridica del c.d. filtro, ed in particolare dell'art. 360-bis n. 1 c.p.c. a norma del quale il ricorso per cassazione «è inammissibile quando: 1) il provvedimento impugnato ha deciso le questioni di diritto...

Approfondimenti 23.01.2017

Le S.U. riscrivono la disciplina transitoria dell'impugnazione del lodo per errori di diritto, dopo dieci anni dalla...

di Leggi dopo

Trattasi, in particolare, della questione relativa all'applicabilità dell'art. 829, comma 3, c.p.c., nel testo introdotto dal d.lgs. n. 40 del 2 febbraio 2006, laddove sancisce che l'impugnazione del lodo per violazione delle regole di diritto relative al merito della controversia è ammessa se espressamente disposta dalle parti o dalla legge, ai procedimenti arbitrali promossi successivamente...

Pagine