Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Chiara Mastracchio, Aniello Merone, Roberta Metafora

Note 08.11.2016

Il quarto comma dell'art. 91 c.p.c. non si applica alle controversie di opposizione al verbale di accertamento o all...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 13 luglio 2016, n. 14345 - In materia di liquidazione delle spese di lite, nei giudizi di opposizione al verbale di accertamento o all'ordinanza ingiunzione davanti al giudice di pace non troverà applicazione il quarto comma dell'art. 91 c.p.c. dato che si tratta di processi che vengono decisi secondo diritto e non secondo equità, pur se di modico valore. Dovrà, pertanto,...

Editoriali 04.11.2016

Ultimissime sul giudizio di cassazione (a proposito della legge 25 ottobre 2016 n. 197)

di Leggi dopo

Come in un qualunque processo, anche in quello di Cassazione il diritto di difesa delle parti si esercita con lo scritto e la parola. Sullo “scritto” – sulla sua conformazione e sulla sua lunghezza nei giudizi civili di legittimità – ha inciso sensibilmente il Protocollo sottoscritto il 17 dicembre 2015 dal Consiglio Nazionale Forense e il Primo Presidente della Suprema Corte. La “parola” è...

Note 02.11.2016

Appello inammissibile o improcedibile e decorrenza del termine “breve” per la proposizione di una nuova impugnazione:...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. un. - 13 giugno 2016 n. 12084 - La notifica di un primo atto di appello (o ricorso per cassazione) avvia una dinamica impugnatoria al fine di pervenire alla definizione della lite e dimostra conoscenza legale della sentenza da parte dell'impugnante. Ne consegue che qualora questi, prima che sia giunta declaratoria di inammissibilità od improcedibilità, notifichi una seconda...

Note 27.10.2016

L’impugnazione della sentenza del giudice di pace sull’opposizione a decreto ingiuntivo per crediti professionali...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - 14 giugno 2016, n. 12248 - La sentenza emessa dal giudice di pace che abbia deciso un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo per crediti professionali dell’avvocato, a prescindere dalla forma del provvedimento, va impugnata con l’appello e non con ricorso in cassazione laddove il procedimento si è svolto con il rito ordinario e non con il rito sommario e,...

Note 24.10.2016

Esecuzioni immobiliari. Custodia del bene pignorato.

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. III – 22 giugno 2016, n. 12877 - Le spese necessarie alla conservazione dell’immobile pignorato finalizzate al mantenimento dell’esistenza fisica e giuridica di quest’ultimo vanno poste dal giudice in via di anticipazione a carico del creditore procedente....

Note 11.10.2016

Successione a titolo particolare in pendenza del processo esecutivo ed intervento nell’esecuzione

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III - 20 aprile 2016, n. 7780 - L’autore esamina il tema della successione a titolo particolare nel credito in pendenza del processo esecutivo; tema che costituisce la proiezione processuale del sempre più frequente fenomeno sostanziale della circolazione del credito. L’esame della sentenza n. 7780 del 20 aprile 2016 della Suprema Corte costituisce lo spunto per esaminare le...

Note 06.10.2016

Sentenze straniere di condanna al risarcimento di danni punitivi ed ordine pubblico internazionale

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 16 maggio 2016, n. 9978 - Va rimessa alle Sezioni Unite la questione relativa alla possibilità di riconoscere nell’ordinamento italiano gli effetti di una sentenza straniera di condanna al risarcimento di danni punitivi. La natura eccezionale dell’ordine pubblico quale limite al riconoscimento di decisioni straniere e la stessa previsione da parte del legislatore italiano...

Note 03.10.2016

Un onere di fonte nomofilattica per il diritto alla ragionevole durata del processo

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. un. - 6 maggio 2016, n. 9142  -  Ai fini dell'equa riparazione per irragionevole durata, il procedimento di cognizione e quello di esecuzione devono essere considerati unitariamente o separatamente in base alla condotta di parte, allo scopo di preservare la certezza delle situazioni giuridiche e di evitarne l'esercizio abusivo. Pertanto, ove si sia attivata per l'esecuzione...

Pagine