Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Aniello Merone, Roberta Metafora

Note 18.01.2021

Pregiudizialità necessaria e rito sommario di cognizione

di Leggi dopo

Va dichiarata l'illegittimità costituzionale dell'art. 702-ter, comma 2, ultimo periodo, c.p.c., nella parte in cui, prevedendo la pronunzia di inammissibilità, non dispone che, qualora mediante riconvenzionale sia proposta una causa pregiudiziale rispetto a quella oggetto di ricorso e la stessa sia rimessa alla competenza del tribunale in composizione collegiale, il giudice possa disporre il...

Note 07.01.2021

Opposizione a decreto ingiuntivo: l'onere di avviare la mediazione grava sul creditore opposto

di Leggi dopo

Nelle controversie soggette a mediazione obbligatoria ai sensi dell'art. 5, comma 1-bis, d.lgs. n. 28 del 2010, i cui giudizi vengano introdotti con un decreto ingiuntivo, una volta instaurato il relativo giudizio di opposizione e decise le istanze di concessione o sospensione della provvisoria esecuzione del decreto, l'onere di promuovere la procedura di mediazione è a carico della parte...

Note 30.11.2020

Sospensione del rilascio dei titoli esecutivi immobiliari per emergenza COVID-19

di Leggi dopo

È ammissibile il reclamo cautelare avanzato ex art. 669-terdecies c.p.c. avverso provvedimento determinativo delle modalità di attuazione della cautela....

Note 02.11.2020

Ambito oggettivo del regolamento di competenza e ordine delle questioni

di Leggi dopo

La questione della nullità della notificazione dell'atto introduttivo del giudizio riguarda la corretta costituzione del rapporto processuale e, quindi, deve essere valutata prima di quella concernente la competenza, la quale presuppone pur sempre l'instaurazione di un valido contraddittorio tra le parti; ne consegue che la decisione del giudice di merito, dichiaratosi incompetente nonostante...

Note 30.09.2020

Le Sezioni Unite fanno chiarezza sulle conseguenze del mancato esperimento del tentativo di conciliazione in materia...

di Leggi dopo

In tema di controversie tra gli organismi di telecomunicazione e gli utenti, il mancato esperimento del previo tentativo obbligatorio di conciliazione previsto dall'art. 1, comma 11, l. n. 249 del 1997 per poter introdurre una controversia in materia di telecomunicazioni dà luogo alla improcedibilità e non alla improponibilità della domanda; ne consegue che, ove non sia stata assolta la...

Note 11.08.2020

Il dies a quo nel ricorso in cassazione avverso l’ordinanza conclusiva del giudizio di opposizione per la ...

di Leggi dopo

Ribadendo la costante giurisprudenza formatasi durante il vigore della legge 319/1980, le Sezioni unite affermano che l'ordinanza che liquida il compenso ai periti e ai consulenti tecnici è resa in contraddittorio tra le parti e incide con carattere di definitività su diritti soggettivi. L'espressa previsione di inimpugnabilità, contenuta nell'ultimo comma dell'art. 15 del d.lgs. 150/2011, fa...

Note 03.08.2020

Alle Sezioni Unite la questione degli effetti della caducazione del titolo sul giudizio d'opposizione

di Leggi dopo

Viene rimessa alle sezioni unite la questione in ordine alla natura di sentenza di cessazione della materia del contendere o di accoglimento dell'opposizione della sentenza che rileva la sopravvenuta caducazione del titolo esecutivo giudiziale in corso di giudizio d'opposizione all'esecuzione....

Note 23.07.2020

Sul mancato guadagno nelle prestazioni professionali e sulla natura di domanda per il risarcimento da lite temeraria

di Leggi dopo

Con la pronuncia in rassegna la Suprema Corte conferma il proprio consolidato orientamento con riferimento a due importanti questioni. Da un lato ribadendo che il professionista, a seguito del recesso del cliente, non ha diritto a ricevere da questi anche un importo a titolo di mancato guadagno e, dall'altro, conferma che la domanda di risarcimento da lite temeraria (96, comma 1, c.p.c.) deve...

Pagine