Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Chiara Mastracchio, Aniello Merone, Roberta Metafora

Note 12.10.2017

La perdurante validità, in grado di appello, del mandato alle liti sottoscritto dall'amministratore della società di...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – SEZ. LAV. – 5 aprile 2017, n. 8821 - La procura, conferita al difensore dall'amministratore di una società di capitali “per ogni stato e grado della causa”, è valida anche per il giudizio di appello e resta tale anche se l'amministratore, dopo il rilascio del mandato e prima della proposizione dell'impugnazione, sia cessato dalla carica, in conformità al principio secondo cui la...

Note 10.10.2017

Rimessa alle Sezioni Unite la questione relativa all'ambito di applicazione del rito per la liquidazione dei compensi...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. II – 25 maggio 2017, n. 13272 - Le controversie per la liquidazione delle spese, degli onorari e dei diritti dell'avvocato nei confronti del proprio cliente previste dall'art. 28 l. n. 794 del 1942 – come risultante all'esito delle modifiche apportate dall'art. 34 d.lgs. n. 150 del 2011 e dell'abrogazione degli arti. 29 e 30 della medesima legge n. 794 del 1942 – devono essere...

Note 27.09.2017

Riproposizione di eccezioni non accolte e appello incidentale: intervento definitivo delle sezioni unite?

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. un. - 12 maggio 2017, n. 11799 - Qualora un'eccezione di merito sia stata ritenuta infondata nella motivazione della sentenza del giudice di primo grado o attraverso un'enunciazione in modo espresso o attraverso un'enunciazione indiretta, ma che sottenda in modo chiaro ed inequivoco la valutazione di infondatezza, la devoluzione al giudice d'appello della sua cognizione, da...

Note 14.09.2017

La mancanza di prova della notifica dell'appello incidentale nel termine stabilito dalla legge cagiona l...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. lav. - 3 aprile 2017, n. 8595  -  Nel processo del lavoro, l'appello incidentale, pur tempestivamente proposto, va dichiarato improcedibile, al pari di quanto avviene per l'appello principale, ove non sia stato notificato nel termine perentorio previsto dall'art. 436 c.p.c. Ne deriva che anche la mancanza di prova circa la notificazione dell'appello incidentale, impedendo al...

Note 06.09.2017

La sanatoria dell’atto d’appello “sbilenco”: a proposito di Cass. 27 gennaio 2017 n. 2041

di Leggi dopo

CASS. CIV. - SEZ. III – 27 gennaio 2017, n. 2041 - La notifica dell’atto di appello mancante di una o più pagine (purché l’originale, ritualmente depositato, sia completo) non integra una difformità dell’atto rispetto al modello legale, bensì un vizio del procedimento notificatorio, sanabile “ex tunc” mediante la rinnovazione della notifica ovvero per effetto della costituzione dell’intimato.

Note 25.08.2017

I difficili rapporti tra espropriazione forzata e confisca penale ex art. 12-sexies della legge n. 356 del 1992

di Leggi dopo

TRIB. MARSALA - 23 maggio 2016, ord.  -  Nel caso in cui il compendio pignorato nell'ambito di una procedura esecutiva immobiliare venga sottoposto a sequestro preventivo ex artt. 321 c.p.p. e art. 12-sexies l. n. 356 del 1992, il coordinamento tra le due procedure impone di sospendere l'esecuzione civile a norma dell'art. 623 c.p.c. in combinato disposto con l'art. 55 d.lgs. n. 159 del 2011,...

Note 31.07.2017

Il progetto di distribuzione del credito e l'espropriazione immobiliare: portata dell'articolo 566 c.p.c.

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. III – 27 gennaio 2017, n. 2044  -  Nell'espropriazione immobiliare, legittimamente il progetto di distribuzione prescinde dalle ragioni di credito per le quali il creditore non abbia prodotto i necessari documenti giustificativi entro il termine a tale scopo fissato dal giudice dell'esecuzione o, in mancanza di contrarie espresse disposizioni nel provvedimento di delega, dal...

Note 05.07.2017

“Specificità” dei motivi di appello ex art. 342 c.p.c.: un auspicabile (e necessario) chiarimento delle Sezioni Unite...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III – 5 aprile 2017, n. 8845, ordinanza interlocutoria - La sezione terza rimette gli atti al Primo Presidente, affinché valuti l'opportunità di assegnare la trattazione del ricorso alle Sezioni Unite Civili, in ragione e per la soluzione della questione di massima di particolare importanza, ai sensi dell'art. 342 c.p.c., relativa alla portata del requisito di specificità dei...

Pagine