Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Aniello Merone, Roberta Metafora

Note 20.02.2020

Sul riparto dei poteri sospensivi attribuiti al giudice dell'opposizione a precetto e al giudice dell'esecuzione

di Leggi dopo

La proposizione al giudice dell'opposizione a precetto di un'istanza di sospensione dell'efficacia esecutiva del titolo ai sensi dell'art. 615, comma 1, c.p.c., preclude all'opponente – per consumazione del potere processuale - di richiedere al giudice dell'esecuzione, per le medesime ragioni, la sospensione della procedura esecutiva ex art. 624 c.p.c., ancorchè il giudice dell'opposizione a...

Note 23.01.2020

Azione di classe: analisi della prospettiva della Corte di Cassazione in tema di omogeneità

di Leggi dopo

Nei casi di danni non patrimoniali rivendicati nelle forme dell'azione di classe, il giudice deve identificare le situazioni soggettive lese, la qualità della relativa protezione a livello costituzionale (fuori dai casi di danni non patrimoniali da reato o da tipizzazione legislativa del fatto) e i termini concreti dell'effettiva serietà e gravità delle lesioni inferte e dei pregiudizi subiti....

Note 03.01.2020

Il valore probatorio della ricevuta di avvenuta consegna della notificazione effettuata a mezzo pec

di Leggi dopo

La ricevuta di avvenuta consegna costituisce la prova del perfezionamento della notifica e riporta tutte le indicazioni relative al momento esatto in cui la stessa si è perfezionata. Essa è idonea a dimostrare – sal­vo pro­va contraria – che il messaggio informatico è stato spedito ed è giunto a destinazione alla data ed all'ora in esso trascritta.

Note 20.12.2019

Sulla (dubbia costituzionalità della) composizione del collegio di appello cui ha partecipato un giudice ausiliario

di Leggi dopo

La vicenda trae origine da un giudizio di risarcimento danni derivanti da circolazione stradale, in relazione al quale la Corte d'appello di Roma ha confermato la decisione di prime cure e rigettato l'impugnazione: in difetto di risultanze istruttorie tali da dimostrare che l'appellante avesse fatto tutto il possibile per evitare il danno, la Corte ha confermato il concorso di colpa nel...

Note 02.12.2019

L'ordine di rinnovazione della notifica nulla: quali conseguenze in caso di invalidità della notifica rinnovata?

di Leggi dopo

Nell'ipotesi in cui venga disposta la rinnovazione della notifica nulla di un atto processuale, ove venga dichiarata l'invalidità anche della notificazione in rinnovazione, non è più possibile ordinare un'ulteriore rinnovazione ai sensi dell'art. 162 c.p.c., perché, quando la nullità è dichiarata la prima volta, il giudice assegna un termine per la rinnovazione, la cui natura perentoria non...

Note 22.11.2019

Il procedimento speciale per la liquidazione degli onorari e dei diritti di avvocato torna all'attenzione delle...

di Leggi dopo

Con l'ordinanza in epigrafe la Sesta sezione civile della Corte di cassazione rimette alle Sezioni Unite la questione di massima di particolare importanza ai sensi dell'art. 374 c.p.c. circa la competenza sulle controversie disciplinate dall'art. 28 l. 13 giugno 1942, n. 794 e dall'art. 14 d.lgs n. 150 del 2011.

Note 25.10.2019

La compensazione impropria rende inapplicabili le norme processuali che pongono preclusioni o decadenze alla...

di Leggi dopo

Con l'ordinanza n. 10798 del 2018,la Cassazione ha affermato che in caso di compensazione c.d. impropria o atecnica, che si configura quando i contrapposti debiti e crediti delle parti trovano origine in unico rapporto, sono inapplicabili le norme processuali che pongono preclusioni o decadenze delle relative eccezioni, risolvendosi in tal caso la valutazione delle reciproche pretese soltanto...

Note 18.09.2019

Il divieto speciale d'acquisto per i pubblici ufficiali: ambiti e limiti applicativi dell'art. 1471 c.c.

di Leggi dopo

In tema di espropriazione forzata, il divieto di acquisto previsto, a pena di nullità, dal combinato disposto del comma 1, n. 2, e del comma 2 dell'art. 1471 c.c. per il pubblico ufficiale relativamente ai beni venduti per suo ministero si applica ai soggetti che istituzionalmente concorrono (o possono concorrere) allo svolgimento della procedura esecutiva – pertanto, tra gli altri, al giudice...

Pagine