Diritti reali e condominio

Direttori di area:
Prof. Fabio Addis, Cons. Mauro Criscuolo, Prof. Francesco Macario


Comitato editoriale:
Guglielmo Bevivino, Andrea Bucelli, Nicola Rumine

Articoli 22.06.2017

Il trasferimento della servitù in luogo diverso nella recente giurisprudenza

di Leggi dopo

L'estensione e le modalità di esercizio delle servitù prediali sono regolate dal titolo costitutivo o dal possesso e, comunque, devono intendersi costituite in modo da soddisfare il bisogno del fondo dominante col minor aggravio del fondo servente, secondo il combinato disposto degli artt. 1063 e 1065 c.c. In particolare, se è stato stabilito originariamente il luogo in cui la servitù deve...

Note 12.06.2017

La nozione di “anno in corso” di cui all'art. 63 disp. att. cod.civ. per l'attribuzione delle spese condominiali al...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. II –22 marzo 2017, ord. 7395  -  L'obbligo di partecipazione ai contributi condominiali da parte dell'acquirente che sia subentrato nella proprietà della singola unità immobiliare ex art. 63, comma 4, disp. att. c.c. per quanto concerne l'esecuzione di lavori di straordinaria amministrazione sulle parti comuni (es. ristrutturazione della facciata dell'edificio condominiale)...

Note 25.05.2017

Ipoteca sui beni confiscati. Cessione di NPLs: una complicazione viene dalla Cassazione

di Leggi dopo

CASS. PEN.  - sez. I - 7 febbraio 2017, n. 9677  -  I terzi titolari di diritti su beni confiscati ai mafiosi, possono ottenere la tutela dei loro diritti a due condizioni: che i diritti siano sorti ex ante rispetto al momento della confisca e che sia dimostrata la buona fede del terzo nel momento della nascita di quel diritto.

Approfondimenti 23.02.2017

Il trasferimento della “potenzialità edificatoria”. I diritti edificatori tra beni e situazioni giuridiche soggettive

di Leggi dopo

L'indagine che si appresti ad approfondire il delicato tema dei “diritti edificatori” deve immediatamente indurre a porsi, per chiunque si avvicini alla materia, un caveat scientifico, un imprescindibile invito alla prudentia ed una sana e realistica consapevolezza dell'insidia (o fallacia) nominalistica che potrebbe attirare in scivolosi tranelli e insuperabili labirinti argomentativi, fino a...

Note 16.02.2017

La svolta e le lacune della pronuncia della Cassazione sulla donazione di bene facente parte di una più ampia...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. un. - 15 marzo 2016, n. 5068  -  È nulla la donazione di un bene, o di una sua parte, compreso in una più ampia massa comune se l'atto non prevede l'espressa menzione dell'altruità del bene e l'assunzione dell'obbligo, da parte del donante, di procurarne la proprietà al donatario.

Approfondimenti 24.01.2017

Note in tema di mediazione condominiale

di Leggi dopo

L'approfondimento dottrinale analizza la disciplina in materia di mediazione condominiale contenuta nell'art. 71-quater disp. att. c.c., nonché il rapporto con le regole del processo civile e della mediazione in generale specificamente interessate, ponendo in evidenza le gravi carenze e le numerose contraddizioni del sistema, non colmate né compensate dalle (rare e per nulla persuasive)...

Note 29.12.2016

Infiltrazioni e lastrico solare: spunti a margine di una recente pronuncia delle Sezioni Unite

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. un. - 10 maggio 2016, n. 9449 - In tema di condominio negli edifici, quando l'uso del lastrico solare non è comune a tutti i condomini, dei danni che derivano da infiltrazioni nell'appartamento sottostante rispondono sia il proprietario o l'usuario esclusivo del lastrico solare (o della terrazza svolgente funzione di copertura), in quanto custode del bene ai sensi dell'art....

Note 21.12.2016

Estensione del regime della comunione legale tra coniugi all'acquisto per usucapione perfezionatosi in costanza di...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 11agosto 2016, n. 17033 - Gli acquisti per usucapione di beni immobili effettuati da uno solo dei coniugi durante il matrimonio, in vigenza del regime patrimoniale della comunione legale, entrano a far parte della comunione stessa, non distinguendo l'art. 177, comma 1, lettera a), c.c. tra acquisti a titolo originario e acquisti a titolo derivativo. Ne consegue che il...

Pagine