Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Chiara Mastracchio, Aniello Merone, Roberta Metafora

Editoriali 01.07.2016

D.l. 3 maggio 2016, n. 59: la “nuova” opposizione all’esecuzione

di Leggi dopo

L’art. 4, comma 1, lett. l), del d.l. 3 maggio 2016, n. 59, approvato il 29 giugno scorso dalla Camera dei Deputati, introduce un nuovo periodo nel comma 2 dell’art. 615 c.p.c., prevedendo che nell’espropriazione forzata l’opposizione all’esecuzione possa essere esperita, a pena di inammissibilità, soltanto prima che venga disposta la vendita o l’assegnazione, salvo che sia fondata su fatti...

Note 24.06.2016

Procedimento sommario di cognizione: le conseguenze del mancato rispetto del termine per la notifica del ricorso e...

di Leggi dopo

CASS.  CIV. - sez. VI - 29 settembre 2015 - n. 19345  -  In materia di procedimento sommario di cognizione ex art. 14 d.lgs. n. 150 del 2011, l’omessa notifica del ricorso e del decreto di fissazione di udienza nel termine fissato dal giudice non determina l’improcedibilità della domanda, stante la natura non perentoria del predetto termine. Di conseguenza il giudice, nell’ipotesi di omessa o...

Note 21.06.2016

La rinnovazione della trascrizione del pignoramento non eseguita anche nei confronti dell'avente causa è da...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE - sez. III - 30 luglio 2015  -  La rinnovazione della trascrizione del pignoramento per essere valida deve essere eseguita anche nei confronti dell'avente causa, non assumendo rilievo alcuno che la nota in rinnovazione del pignoramento venga successivamente rettificata con l'indicazione dell'avente causa; difatti, attesa l'invalidità della prima...

Editoriali 17.06.2016

Ancora sulla motivazione delle sentenze

di Leggi dopo

Lavori dottrinali e dibattiti collettivi sulla motivazione delle sentenze si moltiplicano, che si tratti del genere retorico (assertivo o persuasivo), della forma sintattica o del lessico. Il fine da tutti perseguito è quello di una maggiore sintesi ed aderenza alla funzione del processo. 

Note 15.06.2016

L'irrilevanza, sul piano applicativo, della distinzione fra garanzia propria ed impropria

di Leggi dopo

CASS. CIV., sez. un., 4 dicembre 2015, n. 24707  -  La distinzione fra garanzia propria ed impropria, seppure configurabile sotto il profilo descrittivo, è priva di conseguenze dal punto di vista applicativo, non essendo rilevante ai fini della determinazione dell'ambito di operatività degli artt. 32, 108 e 331 c.p.c.

Note 08.06.2016

Dubbi sull’appellabità della ordinanza di rigetto emessa all’esito del giudizio di cognizione sommaria

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 19 maggio 2015, n. 10211  -  Lo scritto affronta la controversa questione dell’appellabilità delle ordinanze di rigetto emesse all'esito del procedimento sommario di cognizione, disciplinato agli artt. 702-bis, ter e quater, c.p.c., risolta dalla Cassazione con la sentenza annotata che aderisce alla tesi favorevole all’appellabilità, superando gli argomenti di tipo...

Note 06.06.2016

La mediazione nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo: il Tribunale di Firenze smentisce la recente...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI FIRENZE - sez. III - 17 gennaio 2016  -  Nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, l’onere di esperire il tentativo di mediazione ex art. 5, comma 4, lett. a), d.lgs. n. 28 del 2010 grava, in stretta coerenza col principio della domanda, sul creditore opposto, ossia sull’“attore sostanziale” del giudizio proposto ai sensi dell’art. 645 c.p.c.

Note 03.06.2016

Natura del procedimento successivo al rifiuto di trascrizione opposto dal conservatore: conseguenze ed effetti

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 20 luglio 2015, n. 15131 (sent.)  -  È illegittima la condanna alle spese del direttore dell’Agenzia del Territorio (già Conservatoria dei Registri immobiliari), trattandosi di provvedimento di volontaria giurisdizione.

Pagine