Giustizia Civile - Home Page

Editoriali

Società Concorrenza Fallimento 30.09.2014

Contro la volatilità delle regole per le imprese. Principi di Slow & Easy Law.

di Massimo Rubino De Ritis Leggi dopo

La moltitudine di atti normativi, con incisi e continui rinvii, l’abuso della prassi di abrogare implicitamente una precedente disposizione, il recepimento poco ponderato  di disposizioni comunitarie per evitare procedure di infrazione, per poi essere corrette, talvolta anche per meri errori di traduzione dai testi da cui provengono, determinano costi altissimi da sostenere. La gran massa di norme assorbe risorse, scoraggia gli investimenti dall’estero, riduce la competitività delle imprese, che si trovano a doversi districare in un ginepraio di regole in costante trasformazione. Si...

Approfondimenti

Arbitrato e processo civile 30.09.2014

L’autodichia delle Camere tra insindacabilità dei regolamenti parlamentari ex art. 134 Cost. e universalità della giurisdizione: la via (“maestra”o “traversa”?) della Consulta è il...

di Clarice Delle Donne Leggi dopo

È inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 12 del Regolamento del Senato della Repubblica del 17 febbraio 1971 e succ. mod., nella parte in cui attribuisce al Senato stesso il potere di giudicare in via esclusiva e definitiva dei ricorsi avverso gli atti ed i provvedimenti adottati nei confronti dei propri dipendenti, sollevata, in riferimento agli artt. 3, 24, 102, comma 2, 111, comma 1, 2 e 7, e 113, comma 1, Cost., dalla Corte di cassazione con ordinanza 6 maggio 2013. [Corte cost., 5 maggio 2014, Pres. Silvestri Rel. Amato-P.L. (Avv. Sandulli) c/ Senato della...

Approfondimenti

Società Concorrenza Fallimento 29.09.2014

Azioni a voto plurimo e maggiorazione del diritto di voto degli azionisti fedeli: nuovi scenari e inediti problemi interpretativi

di Niccolò Abriani Leggi dopo

Tra le molte novità introdotte nel nostro ordinamento societario dal decreto legge 24 giugno 2014, n. 91 (c.d. “Decreto Competitività 2014”), così come convertito con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, fanno indubbiamente spicco, per la loro rilevanza sistematica e le loro potenzialità applicative, i due istituti della maggiorazione del voto e delle azioni a voto plurimo.

Editoriali

Obbligazioni e contratti 26.09.2014

L’interpretazione adeguatrice presa sul serio: due ordinanze della Corte costituzionale sulla caparra confirmatoria

di Enrico Scoditti Leggi dopo

Dell’interpretazione conforme a Costituzione delle norme ordinarie di diritto privato può essere fornita una lettura soft: fra più interpretazioni consentite dalle pertinenti categorie del diritto civile deve essere scelta quella che sia coerente al dettato costituzionale. A ben vedere questa non costituisce un’interpretazione della disposizione attraverso le norme costituzionali, ma soltanto un’interpretazione secondo il diritto civile, la quale è scelta per la sua coerenza alla norma costituzionale. Una lettura più rigorosa d’interpretazione conforme è quella che mira ad “adeguare” la...