Lavoro

Direttori di area:
Prof. Marco Marazza, Prof. Franco Scarpelli, Pres. Paolo Sordi


Comitato editoriale:
Gabriele Franza, Valerio Maio, Orsola Razzolini, Simone Varva, Micaela Vitaletti

Note 23.10.2018

Licenziamento del dipendente che effettua registrazioni occulte: bilanciamento fra diritto di difesa e diritto alla...

di Leggi dopo

La registrazione di conversazioni tra presenti, all'insaputa dei conversanti, configura una grave violazione del diritto alla riservatezza, con conseguente legittimità del licenziamento intimato.

Note 15.10.2018

Subordinazione e autonomia alla prova della gig-economy: la parola ai giudici

di Leggi dopo

Il rapporto di lavoro subordinato si caratterizza per l'esercizio del potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro, che comporta la soggezione personale del lavoratore ad ordini specifici e ad un'assidua attività di vigilanza e controllo sull'esecuzione delle prestazioni....

Approfondimenti 24.09.2018

Ramo d'azienda e preesistenza: la verità non è mai una sola … (o forse sì?)

di Leggi dopo

Il contributo mette in discussione la necessità, al fine di configurare un ramo di azienda passibile di trasferimento, della sua preesistenza. Punto di partenza la, condivisibile, indicazione di metodo contenuta nella sentenza del Tribunale di Roma ove, dato atto che la CGUE ha il monopolio dell'interpretazione della Direttiva 23/01 e che ad essa non si può far dire ciò che non è coerente con...

Approfondimenti 17.09.2018

Profili della responsabilità del terzo per la sicurezza del lavoratore agile

di Leggi dopo

Il contributo esamina i profili di responsabilità che il terzo - imprenditore o non - ha nei confronti della tutela della sicurezza e della salute del lavoratore agile per quella parte di mansioni che questi svolga nei locali di cui il terzo stesso ha la disponibilità, al fine di valutare la tipologia di detta responsabilità anche alla luce della teoria del “contatto sociale qualificato”.

Editoriali 12.09.2018

Quali prospettive “giuslavoristiche” per il codice della crisi e dell'insolvenza? La risoluzione del rapporto di...

di Leggi dopo

Quando l’insolvenza produce l’effetto sospensivo del rapporto di lavoro nell’attuale (e per ora ancora vigente) impianto regolatorio non è ben chiaro quali siano le disposizioni giuslavoristiche applicabili al licenziamento intimato dal curatore.

Editoriali 03.09.2018

Convertito in legge il “decreto dignità”: al via il dibattito sui problemi interpretativi e applicativi

di Leggi dopo

Sulla Gazzetta Ufficiale dell'11 agosto è stata pubblicata la legge di conversione del decreto legge n. 87/2018 entrata in vigore il giorno successivo, 12 agosto. Il decreto legge convertito è dunque rimasto in vigore poco meno di un mese, dal 14 luglio all'11 agosto 2018: come vedremo sono date rilevanti per i problemi di diritto transitorio.

Approfondimenti 31.08.2018

Tempo di lavoro e di non lavoro: quali tutele per il lavoratore agile?

di Leggi dopo

La flessibilità temporale, insieme ad altri elementi costitutivi, connota la prestazione di lavoro agile, così che la stessa possa risultare idonea a soddisfare, contestualmente, obiettivi aziendali di miglioramento della performance e incremento della produttività ed esigenze personali di conciliazione vita-lavoro dei dipendenti. In realtà, tale risultato è tutt'altro che scontato, se non è...

Editoriali 29.08.2018

Quali prospettive “giuslavoristiche” per il codice della crisi e dell'insolvenza? Sospensione del rapporto di lavoro...

di Leggi dopo

In caso di apertura della procedura di liquidazione giudiziale lo schema di decreto, ad oggi, prevede che il rapporto di lavoro è sospeso per quattro mesi e che, alla scadenza di tale termine, in mancanza di diverse iniziative da parte del curatore (subentro o eventuale risoluzione), quel rapporto è risolto di diritto con effetto dalla apertura della procedura e diritto al preavviso (da...

Pagine