Obbligazioni e contratti

Direttori di area:
Cons. Cosimo D'Arrigo, Prof. Raffaele Di Raimo, Prof. Marcello Maggiolo


Comitato editoriale:
Matteo Ceolin, Carlo Mignone, Elisabetta Posmon, Stefania Stanca

Approfondimenti 12.04.2018

Consumatore, professionista e mercato

di Leggi dopo

Il contributo intende delineare i confini della controversa nozione di consumatore, verificando se gli orientamenti della giurisprudenza, in particolare della Corte di Giustizia, si collochino in qualche modo in una prospettiva di ampliamento della stessa. volta a tutelare il contraente debole in generale, estendendo così anche ai professionisti deboli la disciplina vincolistica....

Approfondimenti 22.03.2018

Le gift card nel mercato B2C: istruzioni per l'uso

di , Leggi dopo

La gift card (o «buono regalo”) è un titolo a spendibilità limitata che attribuisce all'acquirente o a chiunque ne sia in possesso il diritto all'acquisto di beni e/o servizi di valore pari al suo valore nominale (c.d. valore facciale) negli esercizi convenzionati. Nella maggior parte dei casi, si presenta come una carta di materiale plastico dotata di una striscia magnetica o di un chip, in...

Approfondimenti 07.03.2018

Il rapporto di accessorietà con l'obbligazione principale nei contratti di garanzia personale tra causa concreta ed...

di Leggi dopo

L'elaborazione di uno schema contrattuale, diverso dal tipo fideiussorio regolato nel nostro codice e vicino al garantievertrag proprio del sistema tedesco, risponde ad una più intensa domanda di sicurezza degli scambi, originata dal mercato internazionale ed interno. Non è agevole e, forse, nemmeno necessario, iscrivere in una categoria unitaria la molteplicità di soluzioni negoziali prodotte,...

Approfondimenti 20.02.2018

Contractus per scripturam: Il problema della forma nei contratti “monofirma”

di Leggi dopo

A fronte degli ondivaghi orientamenti giurisprudenziali sul problema della validità dei c.d. contratti monofirma, il presente contributo mira a ricostruirne il percorso evolutivo ponendo attenzione specifica alla razionalità sistematica della figura (nella cornice del c.d. neoformalismo di protezione) e alle correlate modalità operative.

Approfondimenti 14.02.2018

La responsabilità sommersa: appunti sulla revoca delle donazioni tra fidanzati. Incomprensioni storiche e principi...

di Leggi dopo

L'Autore si pone l'intento di dimostrare l'incostituzionalità e l'irragionevolezza dell'attuale disciplina che impone la restituzione dei doni tra fidanzati, prevista dall'art. 80 c.c. Servendosi delle fonti romanistiche, e facendo un'incursione nei principali Codici europei, emergerà che il meccanismo restitutorio si spiega solamente se inteso come una forma di responsabilità derivante da una...

Approfondimenti 18.10.2017

Forma e sostanza nei contratti aventi a oggetto prestazioni di servizi di investimento

di Leggi dopo

In materia di contratti aventi a oggetto prestazioni di servizi di investimento, si ammette comunemente che l'ordine di investimento o disinvestimento, anche se impartito dal cliente all'intermediario in assenza della richiesta di eseguirlo senza preventiva risposta, sia direttamente eseguibile dall'intermediario stesso, con conseguente perfezionamento dell'operazione anche a prescindere dalla...

Approfondimenti 26.09.2017

Responsabilità dell’appaltatore e del direttore dei lavori: concorrente o solidale? (con considerazioni sul rapporto...

di Leggi dopo

Lo scritto analizza, con riferimento ad una recente pronuncia della Suprema Corte, l'orientamento della giurisprudenza quanto alla responsabilità in solido nei confronti del committente (in questo caso un condominio), dell'appaltatore e del professionista tecnico incaricato della direzione dei lavori (spesso, di natura edile), nel caso di inadempimento al contratto di appalto. La sentenza in...

Approfondimenti 26.07.2017

In claris non fit interpretatio: le parole sono l'inizio, ma non la fine

di Leggi dopo

Ai fini della ricerca della comune intenzione delle parti, il primo e principale strumento è rappresentato dal senso letterale delle parole e delle espressioni utilizzate. Tuttavia, l'art. 1362 c.c. non preclude al giudice la ricerca di una volontà diversa, verificando il significato della formulazione letterale alla luce dell'intero contesto contrattuale e considerando le clausole in...

Pagine