Crisi d'impresa

Direttori di area:
Prof.ssa Pasqualina Farina, Avv. Giuseppina Ivone, Prof. Daniele Vattermoli


Comitato editoriale:
Soraya Barati, Camilla Bolognini, Marco Conforto, Clarisa L. Ganigian

Approfondimenti 26.02.2021

La dignità dell'imprenditore nella fase post-pandemica fra disciplina del sovraindebitamento e teoria della «funzione...

di Leggi dopo

In questo particolare momento storico, in cui non è ancora conclusa la pandemia da Covid-19, si pone, contestualmente alla drammatica questione che investe la salute pubblica, la crisi dei mercati e del tessuto produttivo italiano; il rischio in concreto è quello di un meccanismo che inneschi uno stato di insolvenza sistemico e, pertanto, la chiusura generalizzata delle imprese che operano sul...

Note 22.02.2021

Natura, parametri e limiti della responsabilità del curatore fallimentare

di Leggi dopo

L'azione di responsabilità contro il curatore prevista dall'art. 38 l.fall. ha natura contrattuale, in ragione della peculiare natura del rapporto (riconducibile lato sensu al mandato) e del suo ricollegarsi alla violazione degli obblighi gravanti ex lege sull'organo gestorio....

Approfondimenti 16.02.2021

Accordo di composizione della crisi ex l. n. 3 del 2012 e concordato preventivo alla luce dei recenti orientamenti...

di Leggi dopo

Negli accordi di ristrutturazione dei debiti e nei piani del consumatore è oggi possibile prevedere una dilazione pluriennale del pagamento dei creditori muniti di privilegio, pegno o ipoteca anche oltre il termine di un anno dall'omologazione previsto dall'art. 8, comma 4, l. n. 3 del 2012, e al di là della fattispecie della continuità aziendale, purchè si attribuisca ai titolari di tali...

Approfondimenti 08.02.2021

La società di fatto: configurabilità e fallimento

di Leggi dopo

L'elaborato si offre di fornire una approfondita analisi della figura, sempre più diffusa, della società di fatto. Un fenomeno che, come affermato da attenta dottrina, affonda le sue origini ben oltre il suo primo riconoscimento giurisprudenziale ad opera della Cour de Paris del 1825....

Note 13.01.2021

L'omologazione degli accordi di ristrutturazione ex art. 182-bis l.fall.

di Leggi dopo

Il decorso del termine di 60 giorni concesso dal Tribunale ex art. 182-bis, comma 6, l. fall., per il deposito dell'accordo (o degli accordi) di ristrutturazione dei debiti e della relazione del professionista di cui all'art. 182-bis, comma 1, l. fall., non consuma il potere del debitore di depositare, anche successivamente, l'accordo di ristrutturazione dei debiti concluso con i propri...

Note 04.01.2021

Fallimento dell'appaltatore di opere pubbliche. Effetti sul credito dell'appaltatore e del subappaltatore

di Leggi dopo

Il meccanismo delineato dall'art. 118, comma 3, d.lgs. n. 163 del 2006, che consente alla stazione appaltante di sospendere i pagamenti in favore dell'appaltatore in attesa delle fatture di quelli effettuati da quest'ultimo al subappaltatore, deve ritenersi riferito alla sola ipotesi in cui il rapporto di appalto sia in corso con un'impresa in bonis. Tale meccanismo non può quindi essere...

Approfondimenti 01.12.2020

La sorte della revocatoria nei confronti del fallimento: nuova ratio legis (inascoltata) e una soluzione di sistema...

di Leggi dopo

Per avere una visione sistematica dell'istituto così tanto dibattuto, è necessario indagare le ragioni, anche storico-giurisprudenziali, che hanno portato alla possibilità di ammettere o meno le azioni revocatorie promosse nell'ambito di procedure concorsuali.

Editoriali 12.11.2020

Esecuzione, rinegoziazione degli accordi e modifiche del piano nel nuovo codice della crisi di impresa

di Leggi dopo

Il 10 gennaio scorso 2020 il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame definitivo, il decreto legislativo che, in attuazione della l. 19 ottobre 2017, n. 155, introduce il nuovo Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza.

Pagine