Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Chiara Mastracchio, Aniello Merone, Roberta Metafora

Note 15.05.2018

Arresto definitivo (?) sulla forma-contenuto dell'atto di appello

di Leggi dopo

Gli artt. 342 e 434 c.p.c., nel testo formulato dal D.l. 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, nella L. 7 agosto 2012, n. 134, vanno interpretati nel senso che l'impugnazione deve contenere una chiara individuazione delle questioni e dei punti contestati della sentenza impugnata e, con essi, delle relative doglianze, affiancando alla parte volitiva una parte argomentativa che...

Approfondimenti 11.05.2018

Precostituzione del giudice e nuova circolare sulle tabelle degli uffici giudicanti

di Leggi dopo

Sulla scia di un lungo percorso di riflessione, nel nostro sistema giudiziario si è da tempo affermato l'orientamento giurisprudenziale che esclude ogni forma di discrezionalità nella scelta del giudice competente a conoscere di ciascuna controversia giurisdizionale, sebbene siano state fatte valere in passato varie opinioni dottrinali alternative tendenti ad operare, sul piano applicativo e...

Articoli 03.05.2018

La tutela dell'autenticità ed integrità dell'accordo sulla nomina degli arbitri

di Leggi dopo

Le parti possono salvaguardare ex ante l'equidistanza dell'arbitro a fronte di future sopravvenienze, tramite il rinvio ad un regolamento precostituito, ovvero prevedendo delle specifiche disposizioni nella convenzione arbitrale. In mancanza di tutto ciò, sembra che la stessa volontà delle parti debba essere interpretata nel senso di voler tutelare l'indipendenza e l'equidistanza dell'arbitro a...

Approfondimenti 30.04.2018

Il diritto civile tra legge e giudizio. Note in margine a un libro di Nicolò Lipari

di Leggi dopo

Una lettura critica (con una postilla) dell'ultimo libro di Nicolò Lipari, Il diritto civile tra legge e giudizio. Quali sono le conseguenze del necessario rovesciamento dell'ipostasi positivistica circa i rapporti tra legge e giudizio? Di quali valori può legittimamente farsi portatore il giudice? Quali sono i rischi di affidare il bilanciamento degli interessi ad altra discrezionalità che non...

Approfondimenti 26.04.2018

L'opposizione all'esecuzione a norma dell'art. 2929-bis c.c.

di Leggi dopo

Scopo dello scritto è quello di indagare, muovendo dalla ratio dell'art. 2929-bis c.c., proprio sul tema dell’opposizione all’esecuzione, sul quale, in assenza di pronunce giurisprudenziali, la dottrina è da poco tornata a concentrarsi.

Note 16.04.2018

Mora credendi e deposito liberatorio di beni immobili

di Leggi dopo

Corte di Cassazione

La pronuncia in commento ha stabilito che è inammissibile il ricorso straordinario in Cassazione avverso il decreto che decide sul reclamo ex art. 79, comma ii, disp. att. c.c.

Note 11.04.2018

“Ciò che non fa la legge, lo fa il giudice, se capace”: azione di classe e previsione delle sottoclassi

di Leggi dopo

Lo scritto, prendendo in esame la giurisprudenza in materia di class action, punta a stabilire quale grado di amalgama, di compattezza, tra le varie posizioni soggettive dei class members, sia tale da giustificare l’esigenza della loro trattazione e decisione congiunta nelle forme dell’azione di classe. Dirimente, ai fini della decisione in esame, è la risposta alla seguente domanda: i diritti...

Note 05.04.2018

La sospensione-estinzione ex art. 624, comma 3, c.p.c. e l'estinzione del giudizio di opposizione: il cautelare...

di Leggi dopo

L'estinzione del processo esecutivo sospeso ai sensi dell'art. 624, comma 3, c.p.c. si determina (nella formulazione della disposizione introdotta dalla legge 18 giugno 2009, n. 69), oltre che in caso di mancata o tardiva introduzione o riassunzione della fase di merito del giudizio di opposizione, anche per effetto della successiva estinzione del giudizio di merito sull'opposizione, pur...

Pagine