Danno e responsabilità

Direttori di area:
Prof. Fulvio Gigliotti, Prof.ssa Emanuela Navarretta, Prof. Claudio Scognamiglio, Cons. Giacomo Travaglino


Comitato editoriale:
Elena Bargelli , Lucia Bozzi, Valentina Calderai, Giulia Donadio, Chiara Favilli, Umberto Izzo

Approfondimenti 02.07.2021

Responsabilità per danni nell'esercizio delle funzioni giudiziarie

di GRATIS PER 10 GIORNI

Il principio secondo cui l'esercizio del potere non è nuda sovranità ma azione valutabile secondo il criterio della responsabilità rappresenta per noi un'acquisizione; essa è dovuta al passaggio dallo Stato assoluto allo Stato moderno o di diritto.

Note 07.06.2021

Il danno da nascita indesiderata e la non imprescindibile certezza della malformazione del feto

di Leggi dopo

L'accertamento di processi patologici che possono provocare, con apprezzabile grado di probabilità, rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro consente il ricorso all'interruzione volontaria della gravidanza, ai sensi della l. n. 194 del 1978, art. 6, lett. b), laddove determini nella gestante – che sia stata compiutamente informata dei rischi – un grave pericolo per la sua salute fisica...

Note 01.06.2021

Riflessioni in tema di responsabilità extrapatrimoniale per il decesso o la lesione di animali d'affezione

di Leggi dopo

Il decesso dell'animale d'affezione dovuto alla negligenza o all'imperizia del veterinario è fonte di responsabilità extrapatrimoniale ai sensi dell'art. 2059 c.c.; sui padroni grava l'onere di provare il pregiudizio non patrimoniale subito per ottenere il risarcimento, non potendosi configurare un danno in re ipsa.

Note 12.05.2021

Il danno da perdita parentale. Liquidazione e personalizzazione

di Leggi dopo

Il danno da perdita del rapporto parentale si configura alla stregua di un danno di natura non patrimoniale, il cui aspetto più significativo è rappresentato dalla sofferenza interiore del coniuge superstite (danno morale), da allegare e provare anche solo con presunzioni semplici, oltre che dal danno relazionale, da valutarsi e liquidarsi secondo apprezzamenti discrezionali del giudice di...

Approfondimenti 02.04.2021

Danni da omessa o insufficiente manutenzione delle strade pubbliche

di Leggi dopo

Il tema della responsabilità della Pubblica Amministrazione per i danni derivanti all'utenza a causa di omessa o insufficiente manutenzione di beni demaniali (sub specie, strade pubbliche) rimane di stringente attualità....

Approfondimenti 31.03.2021

Riflessione sulla responsabilità civile: danni punitivi e uso della clausola penale nel superamento del criterio...

di Leggi dopo

Da Seneca, che nel De ira già misurava la distanza tra teoria retributiva e teoria preventiva della pena «nam, ut Plato ait, nemo prudens punit, quia peccatum est, sed ne peccetur, revocari enim praeterita non possunt, futura prohibentur», passando, poi, per il giusnaturalismo razionalistico di Grozio, Hobbes e Thomasius, che consolidava il fondamento filosofico della pena nella sua utilità,...

Articoli 29.03.2021

La responsabilità oggettiva nell'attività sportiva intrinsecamente rischiosa: il caso del rafting

di Leggi dopo

La norma relativa alla responsabilità per l'esercizio di attività pericolose ha rappresentato una novità del codice civile del 1942. Come è noto, l'art. 2050 c.c., dispone che «Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di un'attività pericolosa, per sua natura o per la natura dei mezzi adoperati, è tenuto al risarcimento, se non prova di avere adottato tutte le misure idonee a evitare...

Note 23.03.2021

La Corte di Cassazione fornisce al giudice le istruzioni per la liquidazione del danno alla salute

di Leggi dopo

Il giudice di merito, quando procede alla liquidazione del danno alla salute,deve accertare l'esistenza dell'eventuale concorso del danno dinamico-relazionale e di quello morale. Laddove quest'ultimo risulti, l'interprete determinerà il quantum risarcitorio applicando integralmente le tabelle del Tribunale di Milano, che prevedono la liquidazione di entrambe le voci del danno, sebbene con l...

Pagine