Home Page

Approfondimenti

Lavoro 07.10.2022

Diritti sociali, libertà economiche e prevedibilità nella più recente giurisprudenza della Corte cost. (nn. 125 e 183/2022) in materia di licenziamento

di GRATIS PER 10 GIORNI

Chiamati ad una riflessione sulla giurisprudenza della Corte costituzionale che ha riscritto l'apparato sanzionatorio del licenziamento ingiustificato (Corte cost. nn. 194/2018; 150/2020; 59/2021; 125/2022; 183/2022) la prima sensazione che se ne ricava è la conferma che questa stagione della Corte ha, anzitutto, il merito di aver segnato la strada per una più matura integrazione del nostro ordinamento nel sistema sovranazionale. 

Note

Arbitrato e processo civile 05.10.2022

Le Sezioni Unite sull’impugnabilità facoltativa a interesse concretizzato dell’estratto di ruolo alla luce delle novità introdotte dal Decreto fiscale

di Leggi dopo

Cass., Sez. Un.,

La Corte Suprema ha chiarito con la pronuncia in commento che, in tema di riscossione a mezzo ruolo, l'art. 3-bis del d.l. 21 ottobre 2021, n. 146 – inserito in sede di conversione dalla l. 17 dicembre 2021, n. 215, col quale, novellando l'art. 12 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, è stato inserito il comma 4-bis – si applica ai processi pendenti, poiché specifica, concretizzandolo, l'interesse alla tutela immediata a fronte del ruolo e...

Approfondimenti

Lavoro 03.10.2022

La posizione della giurisprudenza sul rifiuto di vaccinarsi con sospensione dal lavoro non retribuita

di Leggi dopo

L'obbligo vaccinale per l'accesso al lavoro, dapprima circoscritto agli operatori del settore sanitario, è stato poi esteso ad altre categorie di lavoratori, sino ad includere gli ultracinquantenni (lavoratori e non) considerati soggetti “fragili”. Al rifiuto di vaccinarsi, salvo le ipotesi di esonero, la legge ha ricondotto la sospensione dal lavoro senza retribuzione, con il prevedibile insorgere di un vasto contenzioso, dagli esiti non...

Approfondimenti

Banca finanza assicurazioni 30.09.2022

La forma dei contratti bancari: finanziamento revolving, contratto “monofirma” e “sotto nome altrui”. Verso l’attenuazione del formalismo negoziale?

di Leggi dopo

In materia di contratti bancari, l'art. 117 del Testo unico bancario stabilisce, al primo comma, che “i contratti sono redatti per iscritto e un esemplare è consegnato ai clienti”. In questo lavoro, l’Autrice opera un’esposizione esaustiva in merito al requisito della forma scritta dei contratti bancari – previsione che rinviene la sua ratio nell'esigenza di tutelare specifici interessi della parte debole del rapporto –, soffermandosi poi...