Home Page

Note

Banca finanza assicurazioni 05.03.2021

Mutuo fondiario e superamento del limite di finanziabilità: conferma dalla giurisprudenza di merito alla tesi della riqualificazione del mutuo come ordinario

di Leggi dopo

La decisione in commento si pone nella scia di quel recente orientamento sostenuto dalla prevalente giurisprudenza di merito secondo cui nel caso di superamento del limite di finanziabilità di cui all'art. 38, comma 2, TUB, il mutuo fondiario va riqualificato quale mutuo ordinario con disapplicazione della disciplina speciale di privilegio connessa al carattere fondiario del mutuo.

Note

Società e concorrenza 04.03.2021

L'inscindibilità delle azioni di responsabilità ex art. 146 l.fall. contro gli amministratori di società fallita

di Leggi dopo

In caso di fallimento di una società, la clausola compromissoria contenuta nello statuto della stessa non è applicabile all'azione di responsabilità proposta unitariamente dal curatore ai sensi dell'art. 146 l.fall., diretta alla reintegrazione del patrimonio sociale a garanzia sia dei soci che dei creditori sociali e nella quale confluiscono sia l'azione prevista dall'art. 2393 c.c. che quella di cui all'art. 2394 c.c., in riferimento alla...

Note

Banca finanza assicurazioni 03.03.2021

Sul dovere della banca di informarsi adeguatamente sui rischi di un'operazione

di Leggi dopo

Con l'ordinanza in commento, la Corte di Cassazione - in materia di negoziazione di titoli - ha affermato il principio in virtù del quale la Banca può essere responsabile non solo per la violazione degli obblighi informativi, ma anche per la mancata astensione da un'operazione inadeguata, allorquando non acquisisca, preventivamente, l'“offering circular”, ossia il documento nel quale vengono indicate le caratteristiche essenziali dell...

Note

Obbligazioni e contratti 02.03.2021

La concessione di ipoteca non è adempimento di un debito scaduto ex art. 2901, comma 3, c.c.

di Leggi dopo

L'adempimento di un debito scaduto, pur comportando una diminuzione della garanzia patrimoniale generale, non è soggetto a revoca, ai sensi dell'art. 2901, comma 3, c.c., perché, una volta che si siano verificati gli effetti della mora, costituisce atto dovuto. Tale ultima disposizione, invece, non si applica, né in via di interpretazione estensiva né per analogia, nel caso di concessione di ipoteca per debito già scaduto, atteso che si tratta...