Obbligazioni e contratti

Direttori di area:
Cons. Cosimo D'Arrigo, Prof. Raffaele Di Raimo, Prof. Marcello Maggiolo


Comitato editoriale:
Matteo Ceolin, Carlo Mignone, Elisabetta Posmon, Stefania Stanca

Note 02.03.2021

La concessione di ipoteca non è adempimento di un debito scaduto ex art. 2901, comma 3, c.c.

di Leggi dopo

L'adempimento di un debito scaduto, pur comportando una diminuzione della garanzia patrimoniale generale, non è soggetto a revoca, ai sensi dell'art. 2901, comma 3, c.c., perché, una volta che si siano verificati gli effetti della mora, costituisce atto dovuto. Tale ultima disposizione, invece, non si applica, né in via di interpretazione estensiva né per analogia, nel caso di concessione di...

Note 28.01.2021

Sull'applicabilità dell'art. 1956 c.c. alle garanzie sprovviste del carattere dell'accessorietà

di Leggi dopo

La disposizione dettata dall'art 1956 c.c., in quanto diretta espressione del principio generale di buona fede nell'esecuzione dei contratti, è applicabile anche ad una garanzia non accessoria, che limiti la proponibilità da parte del garante delle eccezioni relative al rapporto garantito ma non anche delle eccezioni che trovano la propria fonte nel rapporto tra creditore e garante.

Approfondimenti 25.01.2021

Sopravvenienze, contratti di durata e intervento del giudice

di Leggi dopo

Il Tribunale di Roma afferma l'esistenza di un obbligo legale di rinegoziare il contratto di durata colpito da eccessiva onerosità sopravvenuta e aderisce alla dottrina (ad oggi minoritaria) che consente alla parte onerata di esperire in via principale un'azione per la modifica equitativa del contratto squilibrato, anche in difetto di una previa domanda di risoluzione. Nel commento si aderisc...

Approfondimenti 22.01.2021

Fatto e contratto

di Leggi dopo

Questo lavoro descrive l’appropriazione da parte del diritto di settori in linea di principio esterni alla legge positiva, e indica i confini oltre i quali il diritto cessa.

Approfondimenti 17.12.2020

La buona fede integrativa e l'obbligo di rinegoziazione: una rimeditazione al tempo del covid-19

di Leggi dopo

Dopo aver archiviato la fase della totale chiusura delle attività produttive non essenziali, e mentre il lockdown torna farsi un'ipotesi reale, ancorché nella forma “sartoriale” con l quale è stato definito il tentativo di prevedere che la misura sia applicata modularmente...

Approfondimenti 15.12.2020

Airbnb nella stretta delle limitazioni poste della giurisprudenza europea nella difficile situazione per l'economia...

di Leggi dopo

Se l'innovazione ha stimolato lo sviluppo di nuovi modelli imprenditoriali che hanno la potenzialità di contribuire in modo significativo alla competitività e alla crescita, lo stallo dei modelli economici tradizionali e la crisi occupazionale hanno creato condizioni ancora più favorevoli per la diffusione di un modello di consumo che predilige la razionalizzazione delle risorse.

Note 07.12.2020

Spunti e riflessioni in tema di obblighi di protezione

di Leggi dopo

Nel contratto di ristorazione (come in quello d'albergo o di trasporto) il ristoratore ha l'obbligo di garantire l'incolumità fisica dell'avventore quale effetto naturale del negozio ex art. 1374 c.c. derivante dall'art. 32 Cost., norma direttamente applicabile anche nei rapporti tra privati. (Nella specie, la S.C. ha confermato la decisione di merito nella parte in cui ha configurato la...

Approfondimenti 03.12.2020

I rapporti contrattuali e commerciali nelle fasi dell'emergenza: i principi fondamentali nella gestione della crisi...

di Leggi dopo

Il lavoro vuole analizzare gli effetti, sotto il profilo civilistico, dell'emergenza Covid-19 nella disciplina e prassi italiana. In particolare, si vogliono ricercare, con rigore di sistema, le conseguenze giuridiche da un altro in termini di efficacia dei vincoli contrattuali in essere negli accordi con prestazioni corrispettive e prolungate nel tempo e, dall'altro, in merito all'adozione di...

Pagine