Obbligazioni e contratti

Direttori di area:
Cons. Cosimo D'Arrigo, Prof. Raffaele Di Raimo, Prof. Marcello Maggiolo


Comitato editoriale:
Matteo Ceolin, Carlo Mignone, Elisabetta Posmon, Stefania Stanca

Note 26.03.2021

Il risarcimento del danno come rimedio ulteriore a disposizione dell'acquirente nella vendita di beni di consumo

di Leggi dopo

In tema di vendita di beni di consumo affetti da vizio di conformità, ove la riparazione o la sostituzione risultino, rispettivamente, impossibile ovvero eccessivamente onerosa, va riconosciuto al consumatore, benché non espressamente contemplato dall'art. 130, comma 2, cod. consumo, ed al fine di garantire al medesimo uno standard di tutela più elevato rispetto a quello realizzato dalla...

Note 02.03.2021

La concessione di ipoteca non è adempimento di un debito scaduto ex art. 2901, comma 3, c.c.

di Leggi dopo

L'adempimento di un debito scaduto, pur comportando una diminuzione della garanzia patrimoniale generale, non è soggetto a revoca, ai sensi dell'art. 2901, comma 3, c.c., perché, una volta che si siano verificati gli effetti della mora, costituisce atto dovuto. Tale ultima disposizione, invece, non si applica, né in via di interpretazione estensiva né per analogia, nel caso di concessione di...

Note 28.01.2021

Sull'applicabilità dell'art. 1956 c.c. alle garanzie sprovviste del carattere dell'accessorietà

di Leggi dopo

La disposizione dettata dall'art 1956 c.c., in quanto diretta espressione del principio generale di buona fede nell'esecuzione dei contratti, è applicabile anche ad una garanzia non accessoria, che limiti la proponibilità da parte del garante delle eccezioni relative al rapporto garantito ma non anche delle eccezioni che trovano la propria fonte nel rapporto tra creditore e garante.

Note 07.12.2020

Spunti e riflessioni in tema di obblighi di protezione

di Leggi dopo

Nel contratto di ristorazione (come in quello d'albergo o di trasporto) il ristoratore ha l'obbligo di garantire l'incolumità fisica dell'avventore quale effetto naturale del negozio ex art. 1374 c.c. derivante dall'art. 32 Cost., norma direttamente applicabile anche nei rapporti tra privati. (Nella specie, la S.C. ha confermato la decisione di merito nella parte in cui ha configurato la...

Note 13.11.2020

Intorno alla ratio dell'art. 159 TUEL ed alla par condicio tra creditori “qualificati”

di Leggi dopo

La Corte Costituzionale ha ritenuto in parte inammissibili ed in parte non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell'art. 159, comma 2, del d.lgs. n. 267 del 2000 promosse dal Tribunale di Napoli Nord in relazione agli artt. 3, 24 e 117, comma 1, Cost., nella parte in cui la norma esclude l'azione esecutiva nei confronti delle somme oggetto della delibera di destinazione dell'ente...

Note 11.11.2020

Le condizioni di validità del contratto concluso dal rappresentante con sé stesso e la tutela del rappresentato

di Leggi dopo

L'art. 1395 c.c., in tema di contratto concluso dal rappresentante con sé stesso, contiene una presunzione di conflitto di interessi iuris tantum, superabile esclusivamente mediante la dimostrazione, in via alternativa, da parte del rappresentante medesimo, di una delle due condizioni contenute nella norma in via tassativa, ovvero la predeterminazione del contenuto di tale contratto da parte...

Note 05.11.2020

Presupposti ed effetti dell'offerta non formale e della compensazione impropria

di Leggi dopo

L'offerta non formale di riconsegna dell'immobile, formulata ai sensi dell'art. 1220 c.c., pur essendo priva dei requisiti di cui all'art. 1208 c.c., impedisce la costituzione in mora del debitore e il sorgere della obbligazione risarcitoria per il ritardo nell'adempimento....

Note 22.10.2020

L'obbligazione nel patrimonio del creditore: NPL e valore circolatorio del diritto di credito

di Leggi dopo

Nel caso di cessione del credito nominalmente assistito da una garanzia reale, qualora quest'ultima risulti nulla, prescritta, estinta o di grado inferiore rispetto a quello indicato dal cedente, il cessionario può agire nei confronti di quest'ultimo ancor prima di aver escusso il debitore ceduto, chiedendo il risarcimento del danno da inadempimento, senza necessità di domandare la risoluzione...

Pagine