Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Aniello Merone, Roberta Metafora

Note 05.10.2022

Le Sezioni Unite sull’impugnabilità facoltativa a interesse concretizzato dell’estratto di ruolo alla luce delle...

di Leggi dopo

Cass., Sez. Un.,

La Corte Suprema ha chiarito con la pronuncia in commento che, in tema di riscossione a mezzo ruolo, l'art. 3-bis del d.l. 21 ottobre 2021, n. 146 – inserito in sede di conversione dalla l. 17 dicembre 2021, n. 215, col quale, novellando l'art. 12 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, è stato inserito il comma 4-bis – si applica ai processi pendenti, poiché specifica, concretizzandolo, l...

Note 31.08.2022

Le Sezioni Unite si pronunciano sulla necessità di motivazione della cartella di pagamento che richieda il pagamento...

di Leggi dopo

Le Sezioni Unite della Corte Suprema, risolvendo una questione della massima importanza, chiariscono che ove segua l'adozione di un atto fiscale che abbia già determinato il quantum del debito di imposta e gli interessi relativi al tributo, la cartella di pagamento che intimi al contribuente il pagamento degli ulteriori interessi nel frattempo maturati soddisfa l'obbligo di motivazione,...

Note 26.07.2022

Recentissime della Cassazione sulla proponibilità in via autonoma della domanda di condanna generica (con qualche...

di Leggi dopo

Con l'ordinanza che qui si annota, la Cassazione prende posizione sull'annoso tema della proponibilità in un separato giudizio della domanda di condanna generica, superando il precedente costituito da Cass., Sez. Un., n. 12103/1995. 

Note 28.06.2022

La Plenaria sul danno da provvedimento poi annullato: giurisdizione sempre del Giudice amministrativo

di Leggi dopo

Cons. Stato, Ad. Plen.

La responsabilità dell'amministrazione per lesione dell'affidamento ingenerato nel destinatario di un suo provvedimento favorevole, poi annullato in sede giurisdizionale, postula che sia insorto un ragionevole convincimento sulla legittimità dell'atto, il quale è escluso in caso di illegittimità evidente o quando il medesimo destinatario abbia conoscenza dell'impugnazione contro lo stesso...

Note 14.06.2022

Qualifica, forma e termini per l'ammissibilità della domanda “trasversale” proposta da un convenuto contro l'altro

di Leggi dopo

Il convenuto che intenda formulare una domanda nei confronti di altro convenuto non ha l'onere di richiedere il differimento dell'udienza ai sensi dell'art. 269 c.p.c., ma è sufficiente che formuli la suddetta domanda nei termini e con le forme stabiliti per la domanda riconvenzionale dall'art. 167, secondo comma, c.p.c.

Note 04.04.2022

La natura cognitiva ed impugnatoria del procedimento di reclamo contro l'ordinanza declaratoria di estinzione ex art....

di Leggi dopo

Cass. Civ., sez. un.

Il reclamo di cui all'articolo 630 c.p.c., comma 3, non è atto c.d. endoprocessuale soggetto alla disciplina dell'obbligatorio deposito telematico. Le Sezioni Unite, pronunciando su questione di massima di particolare importanza, hanno affermato che, attesa la natura cognitiva del procedimento che si instaura a seguito del reclamo proposto ex art. 630 c.p.c. contro l'ordinanza che dichiara l...

Note 30.03.2022

Le Sezioni Unite aprono alle contestazioni alla c.t.u. (formulate per la prima volta) in comparsa conclusionale

di Leggi dopo

Cass., sez. un.

Le contestazioni e i rilievi critici delle parti alla c.t.u., ove non integrino eccezioni di nullità del procedimento, ex artt. 156 e 157 c.p.c., costituiscono argomentazioni difensive, sebbene di carattere non tecnico-giuridico, che possono essere formulate per la prima volta nella comparsa conclusionale e anche in appello, purché non introducano nuovi fatti costitutivi, modificativi o...

Note 29.03.2022

Limiti reddituali per l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato

di Leggi dopo

Tribunale Forlì, decr. 12 agosto 2021

In tema di patrocinio a spese dello Stato, l'art. 76, comma 1, del d.P.R. n. 115 del 2002, che individua il limite di reddito per essere ammessi a tale beneficio in quello risultante dall'ultima dichiarazione dei redditi antecedente all'istanza di ammissione, va interpretato in correlazione con gli artt. 76, comma 3, e 79, comma 1, lett. d), del medesimo d.P.R., dai quali si desume che il...

Pagine