Banca finanza assicurazioni

Direttori di area:
Prof. Paoloefisio Corrias, Prof.ssa Sara Landini, Prof. Daniele Maffeis, Prof. Stefano Pagliantini


Comitato editoriale:
Alessandra Camedda, Giacomo Bizzarri, Ettore Maria Lombardi, Irene Margelli, Federico Onnis Cugia, Luisa Pascucci, Luigi Vigoriti

Note 28.09.2016

Le Sezioni Unite sulle clausole claims made: un'indagine approfondita in tema di meritevolezza, liceità, vessatorietà...

di Leggi dopo

CASS. CIV.- sez. un. - 6 maggio 2016, n. 9140  -  La clausola claims made con garanzia pregressa è lecita perché afferisce a un solo elemento del rischio garantito, la condotta colposa posta già in essere e peraltro ignorata, restando invece impregiudicata l'alea dell'avveramento progressivo degli altri elementi contributivi dell'impoverimento patrimoniale del danneggiante assicurato. Non a...

Note 26.07.2016

Il piano finanziario “for you” è nullo perché realizza interessi non meritevoli di tutela. Brevi note a margine di un...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 15 febbraio 2016, n. 2900 - In tema di autonomia contrattuale, non è meritevole di tutela ex art. 1322, comma 2, c.c., in quanto si pone in contrasto con i principi di cui agli artt. 38 e 47 Cost., sulla tutela del risparmio e l’incentivo delle forme di previdenza, anche privata, l’interesse perseguito mediante il contratto atipico “for you”, fondato sullo sfruttamento...

Note 16.03.2016

L'obbligo dell'intermediario di indicare la facoltà di recesso per l'investitore, secondo la High Court of Justice di...

di Leggi dopo

HIGH COURT OF JUSTICE - Queen’s Bench Division - Commercial Court, [2015] EWHC 1746 (Comm)  -  La sentenza offre un’analisi da un interprete qualificato, il giudice inglese, e può costituire un trascorso importante in un sistema dove il precedente è vincolante e dove sono ancora pendenti contenziosi tra enti locali italiani e intermediari, anche se l’applicazione dell’art. 30 TUF (e quindi la...

Note 22.02.2016

Il contratto di mutuo: tra “realità” e titolo esecutivo

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III - 27 agosto 2015, n. 17194  -  Il contratto di mutuo è titolo esecutivo, qualora dalla sua interpretazione, integrata con quanto previsto nell'atto di erogazione e quietanza o quietanza a saldo, ove esistente, si evinca la trasmissione immediata della disponibilità giuridica della somma mutuata, e che gli atti (di mutuo e di erogazione della somma) rispettino i requisiti...

Note 11.02.2016

L’acquisto di un diritto iure proprio non comporta una minore portata precettiva del termine erede

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III - 29 settembre 2015, n. 19210  -  In una recente pronuncia relativa alla liquidazione di una polizza vita stipulata, ex art. 1920 c.c., a favore degli “eredi legittimi o testamentari”, la suprema corte, discostandosi dai consolidati orientamenti espressi dalla giurisprudenza e dalla dottrina in casi analoghi, delinea una soluzione ermeneutica che valorizza il riferimento...

Note 04.06.2015

Il problema della prededucibilità dei crediti in caso di cessione del portafoglio di impresa in liquidazione coatta...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 20 novembre 2014, n. 24759  -  Il credito della compagnia cessionaria alla quota del premio totale a lei spettante è un credito concursuale per quei premi che siano già stati incassati dall’impresa posta in LCA, in data anteriore alla pubblicazione del corrispondente decreto del Ministero. Al contrario, invece, le somme incassate dalla liquidazione dopo la pubblicazione...

Note 22.05.2015

Obbligo di restituzione della impresa assicurativa in LCA per la frazione del rapporto contrattuale con l’impresa...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 20 novembre 2014, n. 24759  -  In tema di principi regolativi del concorso, l’impresa assicurativa posta in liquidazione coatta amministrativa che, dopo la pubblicazione, nella Gazzetta Ufficiale, del decreto ministeriale di messa in liquidazione, abbia incassato il pagamento dell’intero premio dell’assicurato, e cioè non solo quello afferente al residuo di rapporto...

Note 23.04.2015

Piano di rientro e contestazione successiva delle clausole nulle preesistenti

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 19 settembre 2014, n. 19792  –  La Cassazione affronta il tema della natura giuridica del piano di rientro e della sua pretesa efficacia preclusiva rispetto ad ogni contestazione successiva della situazione preesistente. La Suprema Corte, in accoglimento della tesi della natura ricognitiva del piano di rientro, esclude che sia intervenuta una efficacia estintiva del...

Pagine