Società e concorrenza

Direttori di area:
Pres. Roberto Chieppa, Prof. Michele Perrino, Dott. Guido Romano, Prof. Massimo Rubino De Ritis


Comitato editoriale:
Dario Buzzelli, Emanuela Fusco

Note 02.08.2019

Azioni di responsabilità contro gli amministratori di società fallita e clausola compromissoria

di Leggi dopo

La clausola compromissoria contenuta nello statuto di una società consortile dichiarata fallita è applicabile all'azione sociale di responsabilità esperita dal curatore nei confronti degli amministratori, trattandosi di un diritto già esistente nel patrimonio della società; con la conseguenza che, proposta sia l'azione di responsabilità degli amministratori verso la società, sia quella verso i...

Approfondimenti 31.07.2019

Il termine di recesso da s.r.l. tra integrazione analogica e buona fede

di Leggi dopo

A seguito di trasformazione di società a responsabilità limitata in società per azioni, la disciplina applicabile è quella prevista per le s.r.l. dall'art. 2473 c.c., dove non è contemplato un termine di decadenza entro cui il socio possa esercitare il diritto di recesso. Pertanto, laddove nulla sia previsto neppure nell'atto costitutivo o nelle disposizioni statutarie, il giudice di merito...

Editoriali 18.07.2019

Verso un diritto societario unico e “digitale”?

di Leggi dopo

Con la direttiva (UE) 2019/1151 del Parlamento e del Consiglio europeo, pubblicata nella GUCE dell'11 luglio 2019, l'Unione europea si avvia definitivamente verso un diritto societario unico e “digitale”. Il provvedimento normativo modifica, infatti, la direttiva (UE) 2017/1132 in tema di strumenti e processi digitali nel diritto societario, al fine di adeguare l'odierno apparato normativo alle...

Note 11.07.2019

Il controllo analogo non esclude l'assoggettabilità a fallimento della società in house providing

di Leggi dopo

La pronuncia in commento ribadisce l'assoggettabilità al fallimento e alle altre procedure concorsuali della società in house providing; a tal fine, secondo la Corte di legittimità, è irrilevante l'esistenza del requisito del controllo analogo: all'ente pubblico è infatti consentito influire sulla società partecipata avvalendosi solamente degli strumenti previsti dal diritto societario, avendo...

Note 20.06.2019

Sulla crisi d'impresa di società a partecipazione pubblica

di Leggi dopo

Le società a partecipazione pubblica cui è conferito lo svolgimento di un pubblico servizio – cd. società in house providing – sono sottoposte al fallimento al pari di ogni altra società per azioni che superi le soglie di cui all'art. 1 l.fall., non rilevando in alcun modo la natura di interesse generale dell'attività esercitata, l'espletamento della quale non è idoneo ad impedire l'acquisto...

Approfondimenti 31.05.2019

Il Tribunale delle Imprese. Aspetti problematici

di Leggi dopo

L’art. 2 d.l. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, in l. 24 marzo 2012, n. 27, sotto la rubrica «Tribunale delle imprese», ha istituito la nuova figura delle Sezioni specializzate in materia di impresa, innestando la relativa disciplina sulle preesistenti sezioni specializzate in materia di proprietà industriale, di cui al d.lgs. 27 giugno 2003, n. 168 che oggi risulta...

Approfondimenti 22.05.2019

Rassegna sui limiti alla compensabilità del debito da conferimento

di Leggi dopo

Come noto, la questione generale della legittimità del “conferimento per compensazione” ha formato oggetto di un vivace dibattito in dottrina e giurisprudenza, già prima della codificazione del '42, alimentato dalla mancanza di un'espressa regolamentazione nel nostro ordinamento, diversamente dalle soluzioni legislative adottate in altri Stati europei.  

Note 24.04.2019

Controllo analogo: va oltre il potere di direzione e coordinamento e deve essere accertato esclusivamente sulla base...

di Leggi dopo

La programmatica esigenza di conformità agli indirizzi degli enti soci contenuta nello Statuto di una società controllata da enti pubblici, in assenza di strumenti specificamente rivolti – ed effettivamente idonei – ad assicurare l'esercizio di un vero e proprio potere gerarchico sull'operato degli amministratori, non va oltre l'espressione di un generale potere di “direzione e coordinamento”...

Pagine