Articoli

Articoli 14.02.2014

Legittimità e operatività dei danni punitivi nell’art. 96, comma 3, c.p.c.

di Leggi dopo

Il terzo comma dell’art. 96 c.p.c., nella lettura offerta in questo saggio, può rappresentare la sede normativa di una sanzione indirizzata a punire la malafede o la colpa grave del convenuto quali connotati della condotta lesiva oggetto dell’azione civile; un rimedio, dunque, non esclusivamente rivolto alla repressione civilistica degli abusi endoprocessuali. Per tale via, si schiudono le...

Articoli 12.02.2014

Fatto e diritto nella prova del danno non patrimoniale da immissioni sonore

di Leggi dopo

In tema di risarcimento del danno alla persona da immissioni sonore intollerabili la giurisprudenza si è dimostrata oscillante: procedere senza indugio alla liquidazione equitativa in virtù del mero accertamento dell’intollerabilità oppure subordinare la tutela alla prova positiva di un’oggettiva patologia? La materia sembra prestarsi alla piena operatività di presunzioni (relative) di danno,...

Articoli 11.02.2014

Caducazione della clausola vessatoria e sopravvivenza del contratto: ricorso alla clausola implicita?

di Leggi dopo

Le clausole abusive rappresentano deroghe “irragionevoli” al diritto dispositivo. Taluni recenti orientamenti della Corte di giustizia dell’Unione europea hanno messo in discussione l’affermazione secondo cui a seguito della caducazione della clausola vessatoria il contratto va integrato con le norme dispositive. Secondo tali arresti della corte euro-unitaria la semplice non vincolatività della...

Articoli 06.02.2014

Intervento del terzo e preclusioni assertive

di Leggi dopo

La disciplina dell’intervento volontario ha da sempre attratto l'attenzione della più accorta dottrina e ha lungamente impegnato la giurisprudenza non solo di merito ma anche di legittimità. Opposte interpretazioni ricollegabili essenzialmente a tre diversi orientamenti, tese da un lato ad estendere agli intervenienti le preclusioni, anche assertive, maturate per le parti; e dall'altro, a...

Articoli 03.02.2014

Titolarità della contrattazione nazionale e rappresentatività sindacale dopo il Testo Unico del 10 gennaio 2014:...

di Leggi dopo

Nel riconfermare la soglia di rappresentatività richiesta per l’ammissione alla negoziazione, il Testo unico sulla rappresentanza, sottoscritto da Confindustria, CGIL, CISL e UIL il 10 gennaio 2014, non affronta il problema della sussistenza o meno del diritto delle organizzazioni sindacali che raggiungano il 5% ad essere convocate al tavolo delle trattative....

Articoli 29.01.2014

La responsabilità solidale del committente non si applica nei confronti delle pubbliche amministrazioni

di Leggi dopo

L’art. 9 del d.l. n. 76 del 2013 ha escluso, nel caso di appalto commissionato da una pubblica amministrazione, l’applicazione della responsabilità solidale del committente per i crediti del lavoratore gravanti sul datore di lavoro....

Articoli 21.01.2014

Il procedimento sommario di cognizione ed il mutamento del rito: il nuovo sistema del “doppio binario” per l...

di Leggi dopo

Il nuovo disegno di legge, intitolato “Disposizioni per l’efficienza del processo civile, la riduzione dell’arresto, il riordino delle garanzie mobiliari, nonché altre disposizioni per la semplificazione e l’accelerazione del processo di esecuzione forzata”,  licenziato lo scorso 17 dicembre 2013 dal Consiglio dei ministri, ha la forma del collegato alla legge di stabilità 2014 e si compone di...

Articoli 21.01.2014

Il riconoscimento del matrimonio same-sex straniero come questione costituzionale: il caso Obergefell dinanzi alla...

di Leggi dopo

Con la sentenza del 23 dicembre 2013 nel caso Obergefell v. Wymyslo (2013 U.S. Dist. LEXIS 179550) il giudice Timothy S. Black, da vent’anni magistrato della Corte distrettuale dell’Ohio, negli Stati Uniti, si è pronunciato sul tema del riconoscimento di un matrimonio tra persone dello stesso sesso contratto in Maryland. 

Pagine