Obbligazioni e contratti

Direttori di area:
Cons. Cosimo D'Arrigo, Prof. Raffaele Di Raimo, Prof. Marcello Maggiolo


Comitato editoriale:
Matteo Ceolin, Carlo Mignone, Elisabetta Posmon, Stefania Stanca

Note 22.04.2015

Promessa di vendita: la morte del promittente non vincola gli eredi

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 17 giugno 2014, n. 13776  -  L’erede non è vincolato alla proposta (promessa) contrattuale fatta dal de cuius, salvo che ne sia stata espressamente prevista l’irrevocabilità ai sensi dell’art. 1329 c.c.

Note 30.03.2015

Risoluzione di preliminare di vendita e di sub-preliminare: effetti retroattivi e posizione dei terzi

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 24 novembre 2014, n. 24958 - La risoluzione di un contratto preliminare di vendita per inadempimento del promissario acquirente comporta l’obbligo di quest’ultimo di corrispondere al promittente venditore l’equivalente pecuniario dell’uso e del godimento del bene negoziato, che gli sia stato consegnato anticipatamente, per il tempo compreso tra la consegna e la...

Articoli 26.03.2015

L’«elenco» dei rimedi esperibili dal compratore nel diritto comune europeo della vendita

di Leggi dopo

La disciplina del diritto comune europeo della vendita contiene all’art. 106 un «elenco» dei rimedi esperibili dal compratore in caso di inadempimento del venditore. L’articolo della proposta di regolamento ha una finalità prevalentemente informativa, consentendo alla parte acquirente, che non disponga di competenze in materia giuridica, di conoscere gli strumenti di tutela attribuiti dalla...

Approfondimenti 23.03.2015

Appalto e compravendita di cosa futura: i criteri distintivi

di Leggi dopo

A livello teorico le fattispecie dell’appalto e della compravendita di cosa futura risultano all’apparenza di facile riconoscibilità sia sotto il profilo funzionale, sia in relazione alla struttura negoziale in quanto riconducibili a contratti tipici e nominati che trovano un’esauriente e analitica descrizione nel Codice civile. Il primo si inquadra tra i contratti consensuali a efficacia...

Note 17.02.2015

La promessa unilaterale atipica in Cassazione oltre il limite della causa fiduciaria

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. III – 15 maggio 2014, n. 10633  -  Il negozio fiduciario, anche quando si articola in diversi segmenti negoziali, esprime una causa unitaria, corrispondente alla realizzazione del programma. L’obbligo di trasferire il bene immobile acquistato in forza del c.d. patto di fiducia, coercibile ex art. 2932 c.c., ben può derivare dalla dichiarazione unilaterale scritta del...

Approfondimenti 11.02.2015

I rimedi caducatori, risarcitori e restitutori nei giudizi relativi ai preliminari di compravendita immobiliare

di Leggi dopo

L’analisi dei rimedi apprestati dall’ordinamento alla parte che intenda sciogliersi dal vincolo negoziale, assunto con la stipula di un preliminare di vendita immobiliare, in ragione dell’inadempimento imputabile alla controparte, non può prescindere da una lettura sistematica dell’art. 1453 c.c., in combinato disposto con l’art. 1385 c.c. Infatti, solo da un’attenta e coordinata esegesi delle...

Note 26.01.2015

Il sub trasporto e la responsabilità risarcitoria

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA - sez. II - 23 settembre 2014 (sent.)  -  Nel contratto di trasporto con subtrasporto il primo vettore (sub-mittente) ha azione diretta ex contractu – e non azione di regresso – nei confronti del subvettore per il risarcimento dei danni per perdita o avaria della merce trasportata.

Approfondimenti 09.01.2015

Le clausole di mediazione nei contratti dei consumatori alla luce del d.lgs. n. 28 del 2010 riformato

di Leggi dopo

Nel contesto della più generale disciplina della procedura di mediazione, il d.lgs. n. 28 del 2010 ha inteso introdurre alcune disposizioni relative alla validità e agli effetti di una clausola contrattuale, in ragione della quale le parti si impegnano reciprocamente ad esperire un tentativo di mediazione in caso di controversia insorta tra le stesse, relativamente all’esecuzione e all...

Pagine