Note

Unione europea 23.02.2017

La data retention tra lotta al crimine e aspettative di privacy

Visualizzazione ZEN
 

Corte di Giustizia dell'Unione Europea, Grande Sezione, 21 dicembre 2016, cause riunite C-203/15 e C-698/15 - Tele2 Sverige Ab c. Post- och telestyrelsen (C -203/15) e Secretary of State for the Home Department c. Tom Watson, Peter Brice, Geoffrey Lewis (C-698/15)L'articolo 15, paragrafo 1, della Direttiva 2001/58/CE, letto alla luce degli articoli 7, 8 e 11 nonché dell'articolo 52, paragrafo 1, della Carta, deve essere interpretato nel senso che esso osta ad una normativa nazionale la quale preveda, per finalità di lotta contro la criminalità, una conservazione generalizzata e indifferenziata dell'insieme dei dati relativi al traffico e dei dati relativi all'ubicazione di tutti gli abbonati e utenti iscritti riguardante tutti i mezzi di comunicazione elettronica.

L'articolo 15, paragrafo 1, della Direttiva 2001/58/CE, letto alla luce degli articoli 7, 8 e 11 nonché dell'articolo 52, paragrafo 1, della Carta, deve essere interpretato nel senso che esso osta ad una normativa nazionale, la quale disciplini la protezione e la sicurezza dei dati relativi al traffico e dei dati relativi all'ubicazione, e segnatamente l'accesso delle autorità nazionali competenti ai dati conservati, senza limitare, nell'ambito della lotta contro la criminalità, tale accesso alle sole finalità di lotta contro la criminalità grave, senza sottoporre detto accesso ad un controllo preventivo da parte di un giudice o di un'autorità amministrativa indipendente e senza esigere che i dati di cui trattasi siano conservati nel territorio dell'Unione.