Note

Note 20.10.2017

Possibile revoca della nomina di erede a seguito del trasferimento (a qualunque titolo) di un bene oggetto di...

di Leggi dopo

CORTE DI CASSAZIONE - L’alienazione di un bene attribuito ex re certa da parte del testatore determina la caduta dell’istituzione di erede, poiché la successiva disposizione del bene ne implica una volontà di revoca implicita.  

Note 19.10.2017

La mancata contestazione dell'illecito disciplinare e la generica allegazione delle ragioni oggettive poste a base...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI TARANTO - L'omessa contestazione degli addebiti disciplinari esclude in radice la sussistenza di qualsiasi fatto materiale pur astrattamente idoneo a fondare un licenziamento per giusta causa con conseguente applicazione della tutela reintegratoria.

Note 17.10.2017

Il Consiglio di Stato sulla nozione di contratto di appalto pubblico “a titolo oneroso”

di Leggi dopo

CONSIGLIO DI STATO - Non è illegittimo l'affidamento di un appalto di servizi a titolo gratuito con il solo rimborso spese. Infatti, la garanzia di serietà e affidabilità, intrinseca alla ragione economica a contrarre, non necessariamente trova fondamento in un corrispettivo finanziario della prestazione contrattuale; ma può trovare analoga ragione anche in un altro genere di utilità, pur...

Note 13.10.2017

La registrazione non è condicio iuris del contratto di locazione ma…è come se lo fosse

di Leggi dopo

CASS. CIV., sez. un., 9 ottobre 2017, n. 23601 - CASS. CIV. - sez. III - 28 aprile 2017, n. 10498 – La nullità per omessa registrazione del contratto di locazione (nella specie, ad uso non abitativo) ai sensi dell'art. 1, comma 346, l. n. 311 del 2004, è suscettibile di sanatoria con effetto retroattivo a seguito della registrazione tardiva ammessa dalla legislazione tributaria.

Note 12.10.2017

La perdurante validità, in grado di appello, del mandato alle liti sottoscritto dall'amministratore della società di...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – SEZ. LAV. – 5 aprile 2017, n. 8821 - La procura, conferita al difensore dall'amministratore di una società di capitali “per ogni stato e grado della causa”, è valida anche per il giudizio di appello e resta tale anche se l'amministratore, dopo il rilascio del mandato e prima della proposizione dell'impugnazione, sia cessato dalla carica, in conformità al principio secondo cui la...

Note 10.10.2017

Rimessa alle Sezioni Unite la questione relativa all'ambito di applicazione del rito per la liquidazione dei compensi...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. II – 25 maggio 2017, n. 13272 - Le controversie per la liquidazione delle spese, degli onorari e dei diritti dell'avvocato nei confronti del proprio cliente previste dall'art. 28 l. n. 794 del 1942 – come risultante all'esito delle modifiche apportate dall'art. 34 d.lgs. n. 150 del 2011 e dell'abrogazione degli arti. 29 e 30 della medesima legge n. 794 del 1942 – devono essere...

Note 09.10.2017

Limite della postergazione all'operare della compensazione

di Leggi dopo

TRIB. ROMA - sez. specializz. impr. - III sez. civ. - 6 febbraio 2017, sent. - Il principio della compensabilità tra credito del socio avente ad oggetto la restituzione di un precedente finanziamento e debito avente ad oggetto l'ammontare dell'aumento del capitale, trova il proprio limite nell'ipotesi in cui i finanziamenti eseguiti dai soci siano soggetti alla postergazione prevista dall'art....

Note 05.10.2017

Mansioni riformate e trasferimento del lavoratore: il difficile equilibrio tra scelte aziendali, contrattazione...

di Leggi dopo

TRIB. ROMA – sez. lav. – 18 maggio 2017, n. 4732 - Nel caso in cui un lavoratore deduca in giudizio l'illegittimità di un trasferimento avvenuto in epoca successiva al 25 giugno 2015, la verifica della fondatezza della domanda va necessariamente effettuata in relazione ai parametri indicati dall'art. 2103 c.c. in tema di mobilità orizzontale; in una simile fattispecie va dunque accertata la...

Pagine