Note

Note 27.06.2017

Tutela della libertà religiosa dei lavoratori e politiche aziendali di neutralità: il velo islamico nei luoghi di lavoro

di Leggi dopo

CORTE GIUST. UE - grande sez. - 14 Marzo 2017, causa C-157/15  -  L'articolo 2, paragrafo 2, lettera a), della direttiva 2000/78/CE del Consiglio, del 27 novembre 2000, che stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro, deve essere interpretato nel senso che il divieto di indossare un velo islamico, derivante da una norma interna...

Note 21.06.2017

Il diritto al controllo dei propri dati e l'obbligo di trasmissione imposto agli operatori che assegnano numeri...

di Leggi dopo

CORTE GIUST. UE - sez. II - 15 marzo 2017, causa C-536/15  -  L'art. 25, comma 2, della direttiva 97/66/CE impone alle imprese che assegnano numeri telefonici e che hanno sede in uno Stato membro di fornire i dati necessari a chi intenda offrire servizi di consultazione degli elenchi anche quando la richiesta provenga da operatori con sede in altro Stato membro. Sulla base della stessa norma e...

Note 20.06.2017

La posizione del discendente rappresentante in relazione al diritto di riscatto previsto in tema di retratto successorio

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 2 febbraio 2016, n. 1987  -  In tema di successione per rappresentazione, il discendente rappresentante che subentri nel luogo e nel grado dell'ascendente rappresentato che non possa o non voglia accettare l'eredità succede direttamente al de cuius, con la conseguenza che la detta eredità è a lui devoluta nella identica misura che sarebbe spettata al rappresentato....

Note 15.06.2017

Contratto di locazione e difetto di registrazione: tra nullità del negozio ed azioni esperibili dal solvens

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. III – 13 dicembre 2016, n. 25503  -  Il contratto di locazione non registrato è nullo ai sensi della l. 30 dicembre 2004, n. 311, art. 1, comma 346. La prestazione compiuta in esecuzione d'un contratto nullo costituisce un indebito oggettivo, regolato dall'art. 2033 c.c., e non dall'art. 1458 c.c.; l'eventuale irripetibilità di quella prestazione potrà attribuire al solvens,...

Note 14.06.2017

Il preavviso di imminente segnalazione in SIC, qualora il debitore sia un imprenditore individuale

di Leggi dopo

ABF – Collegio di coordinamento, decisione 20 ottobre 2016, n. 9311  -  Il Collegio di Coordinamento dell'ABF si confronta con la delicata questione del preavviso di segnalazione in una società privata di informazione creditizia, qualora la persona fisica sia un imprenditore individuale. In particolare, il Collegio di Coordinamento si è pronunciato sul generico diritto degli imprenditori...

Note 13.06.2017

La ritrasmissione in streaming, la convergenza dei media e la linea sottile fra “regula” ed “exceptio”

di Leggi dopo

CORTE GIUST. UE - sez. IV - 1° Marzo 2017, C-275/15  -  La Corte di Giustizia ha negato che la trasmissione in live streaming possa rientrare nell'ambito delle normative escluse dall'applicazione della dir. 2001/29, rientrando fra le ordinarie modalità di “comunicazione al pubblico” esercitabili o autorizzabili solo dal titolare. L'A. sottolinea le diverse criticità della soluzione europea,...

Note 12.06.2017

La nozione di “anno in corso” di cui all'art. 63 disp. att. cod.civ. per l'attribuzione delle spese condominiali al...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. II –22 marzo 2017, ord. 7395  -  L'obbligo di partecipazione ai contributi condominiali da parte dell'acquirente che sia subentrato nella proprietà della singola unità immobiliare ex art. 63, comma 4, disp. att. c.c. per quanto concerne l'esecuzione di lavori di straordinaria amministrazione sulle parti comuni (es. ristrutturazione della facciata dell'edificio condominiale)...

Note 07.06.2017

Il riparto di competenze tra Tribunale per i Minorenni e Tribunale Ordinario: unicità del giudizio e pluralità di...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI MILANO - sez. IX civ. - 30 dicembre 2016  -  L'Autore prenderà in esame la ripartizione della competenza tra il Tribunale Ordinario e il Tribunale per i Minorenni alla luce di quanto dispone l'art. 38 disp. att. c.c. In particolare, verranno analizzate le ragioni che hanno indotto il Tribunale Ordinario a ritenere competente il Tribunale per i Minorenni, con specifica attenzione...

Pagine