Obbligazioni e contratti

Direttori di area:
Cons. Cosimo D'arrigo, Prof. Raffaele Di Raimo, Prof. Marcello Maggiolo


Comitato editoriale:
Matteo Ceolin, Carlo Mignone, Elisabetta Posmon, Stefania Stanca

Articoli 15.03.2018

Motivazione degli atti di autonomia privata

di Leggi dopo

Il contratto, e più in generale l'atto di autonomia privata, è usualmente concepito come semplice manifestazione di volontà a cui l'ordinamento, a certe condizioni, dà riconoscimento, consentendo la produzione dell'effetto nel mondo del diritto.

Articoli 30.01.2018

Inquadramento giuridico e validità della clausola compromissoria nel Buying Agency Agreement

di Leggi dopo

La criticabile decisione del Supremo Consesso prende le mosse da una lite, instaurata nel 2003 avanti al Tribunale Fiorentino da una società Italiana al fine di ottenere la condanna della controparte – una società Americana – al pagamento sia dell'indennità di cui all'art. 1751 c.c., sia di una somma a titolo di provvigioni, in conseguenza di un ingiustificato recesso posto in essere da quest...

Articoli 12.04.2017

Il ritorno all'equo canone per il locatore evasore

di Leggi dopo

Il nuovo art. 13 della legge n. 431 del 1998, così come riformulato dalla legge di stabilità 2016, configura l'omessa registrazione del contratto di locazione abitativa quale inadempienza del locatore ad un obbligo civile, alla quale il conduttore può reagire con l'azione di riconduzione ad una delle tipologie ordinarie di locazione e la rideterminazione del canone nei limiti minimi in vigore...

Articoli 12.10.2015

Le Sezioni Unite sull’oggetto del c.d. preliminare di preliminare: dall’obbligo a contrarre all’obbligo a trattare

di Leggi dopo

Il preliminare di preliminare può ben essere sorretto da un interesse meritevole di tutela e quindi si può fare. Questo è quanto affermato dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione. A scendere nelle pieghe della pronuncia, però, appare ben presto chiaro che gli accordi, la validità dei quali si avalla, non sono propriamente riconducibili allo schema del preliminare. La loro rilevanza si...

Articoli 04.06.2015

Interruzione della prescrizione e rapporto fideiussorio: la capacità estensiva dell’ «istanza» ex art. 1957, ultimo...

di Leggi dopo

In deroga al principio dell’inestensibilità ai condebitori degli effetti sfavorevoli, l’ultimo comma dell’art. 1957 c.c., ribadendo quanto affermato a livello generale dal primo comma dell’art. 1310 c.c., stabilisce che l’istanza proposta contro il debitore interrompe la prescrizione anche nei confronti del fideiussore. La tendenza a limitare l’effetto estensivo alla sola proposizione di un...

Articoli 26.03.2015

L’«elenco» dei rimedi esperibili dal compratore nel diritto comune europeo della vendita

di Leggi dopo

La disciplina del diritto comune europeo della vendita contiene all’art. 106 un «elenco» dei rimedi esperibili dal compratore in caso di inadempimento del venditore. L’articolo della proposta di regolamento ha una finalità prevalentemente informativa, consentendo alla parte acquirente, che non disponga di competenze in materia giuridica, di conoscere gli strumenti di tutela attribuiti dalla...

Articoli 14.10.2014

La clausola penale: tra funzione sanzionatoria e risarcitoria. Il punto sull’operatività dell’art. 1229 c.c. e sui...

di Leggi dopo

L'autore affronta il tema della funzione sanzionatoria e risarcitoria della clausola penale, soffermandosi sulla questione dell'operatività dell’art. 1229 c.c. e sui presupposti della riduzione ad equità.

Articoli 27.08.2014

Ha diritto il consumatore al risarcimento del danno da clausola abusiva?

di Leggi dopo

L’identificazione in giurisprudenza di un danno da contratto non conveniente consente di porre il tema del danno da clausola abusiva.  Elemento costitutivo della fattispecie risarcitoria è il comportamento del professionista, in violazione della buona fede, che ricorre in occasione della stipulazione di una clausola abusiva. Al significativo squilibrio di diritti e obblighi, che caratterizza la...

Pagine