Note

Lavoro 03.01.2017

Dirigenti delle agenzie delle entrate: le conseguenze della illegittimità delle procedure di nomina

Visualizzazione ZEN
 

TRIBUNALE DI ROMA - sez. lav. - 05 aprile 2016 - La dichiarazione d'incostituzionalità della norma che consentiva in favore dei funzionari il conferimento di un incarico dirigenziale in attesa della definizione delle procedure concorsuali comporta la piena riconducibilità della fattispecie all'ipotesi di cui all'art. 52 del d.lgs. 165 del 2001, con la conseguenza che, dovendosi affermare la palese violazione dei requisiti per la legittima assegnazione del lavoratore a mansioni superiori, risulta pienamente legittima la restituzione del dipendente alle mansioni corrispondenti alla qualifica di appartenenza (fattispecie relativa al rapporto di lavoro di un funzionario al quale era stato conferito un incarico dirigenziale ai sensi del regolamento dell'Agenzia delle Entrate).

TRIBUNALE DI GENOVA - sez. lav. -13 luglio 2016 - Il conferimento di una serie d'incarichi dirigenziali a un funzionario interno in attesa della definizione delle procedure concorsuali configura un abuso nel ricorso ai contratti di lavoro a tempo determinato da parte dell'Amministrazione con conseguente diritto del lavoratore al risarcimento del danno ex art. 36 comma 5 d.lgs. 165 del 2001 (fattispecie relativa al rapporto di lavoro di un funzionario al quale era stato conferito un incarico dirigenziale ai sensi del regolamento dell'Agenzia delle Entrate).