Unione europea

Direttori di area:
Prof.ssa Irene Canfora, Prof. Antonio Iannarelli, Prof. Nicola Scannicchio


Comitato editoriale:
Amarillide Genovese

Approfondimenti 18.06.2020

La forza di resistenza del giudicato nazionale in contrasto con il diritto dell'Unione o con il diritto convenzionale...

di Leggi dopo

La questione in esame è quella della compatibilità con il diritto dell'Unione della disciplina interna che riconosca autorità di cosa giudicata a una pronuncia di un organo giurisdizionale...

Note 16.06.2020

Il rischio di confusione tra marchi simili nella prospettiva del consumatore

di Leggi dopo

Il regolamento (UE) 2017/1001 del Parlamento europeo e del Consiglio, concernente la tutela del marchio dell'Unione europea, va interpretato nel senso che in caso di conflitto tra due marchi simili...

Note 09.06.2020

La Corte di Giustizia e la (difficile) arte del distinguishing: il caso AIRBNB e la revisione del c.d. UBER test

di Leggi dopo

Prendendo le mosse dal recente dictum della CGUE sul caso Airbnb, l'Autore evidenzia il rapporto fra tale sentenza e i precedenti casi Uber, ponendo in rilievo le criticità di un approccio (esclusivamente) case-by-case nell'ambito della sharing economy.

Approfondimenti 20.05.2020

La partecipazione civica al procedimento di valutazione dell'impatto ambientale tra effettività della tutela e ampio...

di Leggi dopo

«La promozione dei livelli di qualità della vita umana, da realizzare attraverso la salvaguardia e il miglioramento delle condizioni dell'ambiente e l'utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali» è la ratio che innerva la vigente disciplina interna in materia di ambiente.

Editoriali 22.04.2020

Europa: solida casa comune o fragile capanna dell’economia?

di GRATIS PER 10 GIORNI

“Europa, infelice Europa: tocca a noi ricostruirti ancora una volta”. Questa citazione non è tratta dal comunicato stampa dell'incontro dei Capi di Stato e di Governo a margine della crisi dell’Eurozona. È invece quanto andavano ripetendo come una giaculatoria, ma con un certo compiacimento, i delegati al Congresso di Vienna, chiamati a ridisegnare la carta geografica dopo la temperie dell...

Note 19.02.2020

La Corte di Giustizia vieta le caselle di spunta preselezionate per il consenso all'uso dei cookie

di Leggi dopo

Domanda di pronuncia pregiudiziale, ex art. 267 TFUE, proposta alla Corte di Giustizia europea dal Bundesgerichtshof. Analisi dell'art. 5, § 3, e 2, lett. f), direttiva n. 2002/58, in combinato disposto con l'art.  2, lett. h), direttiva n. 95/46, e dell'art. 6, § 1, lett. a), regolamento (UE) n. 2016/679, in materia di trattamento dei dati personali e della tutela della vita privata nel...

Note 22.01.2020

I segni figurativi suscettibili di evocare una DOP alla luce della nozione di “consumatore medio”

di Leggi dopo

La Corte di Giustizia ha interpretato il regolamento (CE) 510/2006 relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d'origine dei prodotti agricoli e alimentari in riferimento all'effettività della tutela. Nello specifico, ha delineato i limiti all'utilizzazione in commercio di segni (ivi compresi i segni figurativi) suscettibili di evocare una DOP nella mente di un...

Note 15.10.2019

Consumatore e professionista: due nozioni “a geometrie variabili”

di Leggi dopo

L'art. 2, lett. b), della Direttiva 93/13/CEE del Consiglio, del 5 aprile 1993, concernente le clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori, va interpretato nel senso che: - il dipendente di un'impresa e il suo coniuge, che concludono con detta impresa un contratto di mutuo, riservato in via principale ai membri del personale di tale impresa, destinato a finanziare l'acquisto di...

Pagine