Soggetti e nuove tecnologie

Direttori di area:
Prof.ssa Giusella Finocchiaro, Prof. Giorgio Resta, Notaio Massimo Palazzo


Comitato editoriale:
Claudia Morgana Cascione, Francesca Degl'Innocenti, Simona Viciani

Approfondimenti 09.10.2014

Le criptovalute

di Leggi dopo

Una descrizione tecnica del funzionamento delle criptovalute (in particolare dei Bitcoin) consente di operare un primo tentativo di qualificazione giuridica di tali nuovi strumenti e di giungere alla conclusione per cui, in realtà, un bitcoin non può essere considerato un bene in senso giuridico e chi si obbliga al suo trasferimento assume un'obbligazione di facere e non di dare. A tale...

Multimedia 17.09.2014

GiustiziaCivile.com intervista il Presidente della Corte costituzionale

di Leggi dopo

La tutela della persona nell'ordinamento costituzionale, nel diritto comunitario e internazionale.

Articoli 01.09.2014

È necessario introdurre lo status di prosumer/prosumatore per disciplinare il Web 2.0?

di Leggi dopo

Si sta facendo avanti una dottrina che postula la necessità di introdurre lo statuto soggettivo di prosumer – prosumatore per definire quei soggetti che contemporaneamente sono consumatori di beni o servizi e partecipano alla creazione degli stessi....

Note 31.07.2014

Gli specchi deformanti dell'informazione e il diritto all'identità personale

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI RIMINI - sez. unica civile -14 marzo 2014   -   CASS. CIV. - sez. III - 24 ottobre 2013, n. 24110  -  In tema di autorizzazione dell'interessato alla pubblicazione della propria immagine, le ipotesi previste dall'art. 97, secondo comma, della legge 22 aprile 1941, n. 633, ricorrendo le quali l'immagine può essere riprodotta senza il consenso della persona ritratta, sono...

Articoli 15.07.2014

Identità dei gruppi, negazione della verità storica e confini della libertà di espressione

di Leggi dopo

Lo scorso 15 ottobre la Commissione Giustizia al Senato ha approvato, con il D.D.L. 54, un emendamento all’art. 414 c.p. (istigazione a delinquere e apologia di delitto), aggiungendovi il reato di negazionismo.

Articoli 29.05.2014

Firma elettronica e specifica approvazione per iscritto delle clausole vessatorie ex artt. 1341 e 1342 c.c.:...

di Leggi dopo

La conclusione di un contratto on line interviene, nella prassi, tramite la mera compilazione del format predisposto dal professionista e la pressione di un tasto virtuale, la cui digitazione consente d’imputare la volontà al soggetto cui è riferibile il click. La Suprema Corte ha d'altro canto ribadito il principio secondo cui anche la riproduzione di un documento informatico o “file”,...

Editoriali 22.05.2014

Il convitato di pietra nella recente sentenza Google della CGUE del 13 maggio 2014: il diritto all’identità personale

di Leggi dopo

La recente sentenza della Corte di Giustizia europea del 13 maggio 2014 è destinata a divenire un leading case. Si tratta di una decisione che investe trasversalmente molteplici tematiche: diritto alla protezione dei dati personali e diritto all’identità personale,  responsabilità del motore di ricerca, e soprattutto limiti e contenuto del c.d. “diritto all’oblio”.

Articoli 02.05.2014

I motori di ricerca e la tutela civile della reputazione online

di Leggi dopo

Già nel 1985, il Prof. V. Zeno-Zencovich in un volume assai noto, aveva intuito, sviluppando alcuni risalenti concetti relativi alla tutela della privacy, che lo sviluppo dei mezzi tecnologici di comunicazione avrebbe probabilmente determinato la moltiplicazione delle offese all'onore ed alla reputazione dei soggetti.

Pagine