Soggetti e nuove tecnologie

Direttori di area:
Prof.ssa Giusella Finocchiaro, Prof. Giorgio Resta, Notaio Massimo Palazzo


Comitato editoriale:
Claudia Morgana Cascione, Francesca Degl'Innocenti, Simona Viciani

Note 31.07.2014

Gli specchi deformanti dell'informazione e il diritto all'identità personale

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI RIMINI - sez. unica civile -14 marzo 2014   -   CASS. CIV. - sez. III - 24 ottobre 2013, n. 24110  -  In tema di autorizzazione dell'interessato alla pubblicazione della propria immagine, le ipotesi previste dall'art. 97, secondo comma, della legge 22 aprile 1941, n. 633, ricorrendo le quali l'immagine può essere riprodotta senza il consenso della persona ritratta, sono...

Articoli 15.07.2014

Identità dei gruppi, negazione della verità storica e confini della libertà di espressione

di Leggi dopo

Lo scorso 15 ottobre la Commissione Giustizia al Senato ha approvato, con il D.D.L. 54, un emendamento all’art. 414 c.p. (istigazione a delinquere e apologia di delitto), aggiungendovi il reato di negazionismo.

Articoli 29.05.2014

Firma elettronica e specifica approvazione per iscritto delle clausole vessatorie ex artt. 1341 e 1342 c.c.:...

di Leggi dopo

La conclusione di un contratto on line interviene, nella prassi, tramite la mera compilazione del format predisposto dal professionista e la pressione di un tasto virtuale, la cui digitazione consente d’imputare la volontà al soggetto cui è riferibile il click. La Suprema Corte ha d'altro canto ribadito il principio secondo cui anche la riproduzione di un documento informatico o “file”,...

Editoriali 22.05.2014

Il convitato di pietra nella recente sentenza Google della CGUE del 13 maggio 2014: il diritto all’identità personale

di Leggi dopo

La recente sentenza della Corte di Giustizia europea del 13 maggio 2014 è destinata a divenire un leading case. Si tratta di una decisione che investe trasversalmente molteplici tematiche: diritto alla protezione dei dati personali e diritto all’identità personale,  responsabilità del motore di ricerca, e soprattutto limiti e contenuto del c.d. “diritto all’oblio”.

Articoli 02.05.2014

I motori di ricerca e la tutela civile della reputazione online

di Leggi dopo

Già nel 1985, il Prof. V. Zeno-Zencovich in un volume assai noto, aveva intuito, sviluppando alcuni risalenti concetti relativi alla tutela della privacy, che lo sviluppo dei mezzi tecnologici di comunicazione avrebbe probabilmente determinato la moltiplicazione delle offese all'onore ed alla reputazione dei soggetti.

Approfondimenti 14.04.2014

Inoltro dell’ordine e della ricevuta dell’ordine nel commercio elettronico. Dottrina e prassi

di Leggi dopo

La disciplina sul commercio elettronico ha previsto che all’inoltro dell’ordine impartito per via telematica segua l’obbligo, per il prestatore, di accusare ricevuta di tale ordine. Non chiarisce però come tali atti debbano essere inquadrati all’interno degli schemi perfezionativi del contratto. Il presente contributo, muovendo dall’analisi delle posizioni dottrinali e ripercorrendo la prassi...

Approfondimenti 05.04.2014

Cloud computing e protezione dei dati nel web 3.0

di Leggi dopo

Il cloud computing è un ritrovato deputato all'archiviazione, elaborazione e uso di dati su computer remoti, grazie al quale gli utenti hanno a disposizione una potenza di elaborazione quasi illimitata, non sono tenuti ad investire grandi capitali per soddisfare le proprie esigenze e possono accedere ai loro dati ovunque sia disponibile una connessione Internet. Il presente scritto si propone...

Articoli 07.03.2014

Il diritto all’oblio nella più recente giurisprudenza

di Leggi dopo

L’attività di informazione presenta profili di conflitto con il diritto alla riservatezza dei soggetti cui le notizie diffuse si riferiscono, da cui la necessità di individuare il giusto equilibrio tra i contrapposti interessi di rango costituzionale. ...

Pagine