Soggetti e nuove tecnologie

Direttori di area:
Prof.ssa Giusella Finocchiaro, Prof. Giorgio Resta, Notaio Massimo Palazzo


Comitato editoriale:
Claudia Morgana Cascione, Francesca Degl'Innocenti, Simona Viciani

Editoriali 17.04.2015

Elogio della diffamazione e dell’ingiuria

di Leggi dopo

Ho vissuto da avvocato l’esperienza di tantissimi processi ove si disputava di diffamazione, ingiuria, identità, privacy, immagine (in senso stretto come sembianze fisiche riprodotte da fotografie, fotogrammi, ecc.), trattamento dati personali, lesione dell’oblio, ecc. (il diritto ad essere “dimenticati”, tema oggi di moda, che affrontai in varie controversie ben oltre venti anni fa).

Note 31.03.2015

Illecito trattamento di dati personali e risarcimento del danno

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III - 15 luglio 2014, n. 16133 - In caso di trattamento illecito di dati personali, al fine di ottenere tutela risarcitoria, è necessario fornire la dimostrazione non solo di aver subito un danno, ma occorre che la condotta antigiuridica abbia cagionato un’offesa tale da superare una soglia minima di tollerabilità.

Articoli 18.03.2015

Le indagini “esplorative” sui beni del debitore fra superamento delle asimmetrie informative ed esigenze di tutela...

di Leggi dopo

Il decreto legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito con modificazioni in legge 10 novembre 2014, n. 162 ha inciso sulle modalità della ricerca dei beni da pignorare tramite accesso telematico alle banche dati, che in passato erano regolate dall’art. 492, comma 7, c.p.c., il quale è stato sì abrogato, ma al contempo anche trasfuso, con alcune novità, nel nuovo art. 492-bis c.p.c....

Articoli 16.03.2015

La profilazione dei dati personali: il problema e gli orientamenti del Garante della privacy

di Leggi dopo

Le tecniche automatizzate di trattamento dei dati personali hanno agevolato e reso sempre più frequente lo studio e l’aggregazione di ingenti quantità di informazioni relative ai più vari comportamenti dei soggetti. Il risultato è quello di riuscire a tracciare una serie di profili, nei quali far confluire ampie categorie di persone, da usare come targets per indirizzare campagne pubblicitarie,...

Note 05.03.2015

Il diritto all'oblio approda alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo: ma non viene menzionato

di Leggi dopo

CORTE EDU - sez. V - 18 settembre 2014, n. 21010-10 (sent.)  -  La Corte ritiene che lo Stato convenuto abbia oltrepassato il proprio margine di apprezzamento della materia, in quanto, il regime di conservazione dei dati nell'archivio STIC, secondo le modalità applicate al ricorrente, non si è tradotto in un giusto equilibrio tra i concorrenti interessi pubblici e privati. Di conseguenza, detta...

Approfondimenti 05.02.2015

Il “right to privacy” e le sfide della società dell’informazione. Attualità (rinnovata) dell’assimilazione dell...

di Leggi dopo

Il diritto alla riservatezza, posto a tutela di situazioni e vicende strettamente personali e familiari, appare, più di altri aspetti relativi alla tutela della personalità, strettamente collegato alle profonde trasformazioni operate dalla società industriale e post-industriale; si ravvisa, infatti, al contempo, da una parte un maggiore contatto ma, dall’altra, anche una maggiore estraneità tra...

Note 11.12.2014

Invio di fax promozionali e violazione della privacy

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 24 giugno 2014, n. 14326  -  L’invio di informazioni promozionali a mezzo di telefax, senza il preventivo consenso espresso del destinatario, costituisce un trattamento illecito di dati personali, sanzionabile ai sensi degli articoli 161 e 162, comma 2-bis, d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali).

Approfondimenti 01.12.2014

Lo scambio di embrioni fra Salomone, Mosè, Pilato e Giuseppe

di Leggi dopo

Nel commento all’ordinanza del Tribunale di Roma sul notorio caso dello scambio di embrioni, che ha statuito che i figli sono della madre che li ha partoriti e che il loro padre è il legittimo coniuge della stessa, conviene partire dalle conclusioni: quale che fosse stata, la decisione del Tribunale di Roma si sarebbe esposta a gravi critiche, e questo perché, a ben vedere, l’attribuzione dei...

Pagine