Società e concorrenza

Direttori di area:
Pres. Roberto Chieppa, Prof. Michele Perrino, Dott. Guido Romano, Prof. Massimo Rubino De Ritis


Comitato editoriale:
Dario Buzzelli, Emanuela Fusco

Note 21.05.2020

Socio moroso di s.r.l., vendita in danno parziale e diritto di controllo sugli affari sociali: le precisazioni della...

di Leggi dopo

Nel caso di mora del socio nell’esecuzione dei versamenti, dovuti alla società a titolo di conferimento per il debito da sottoscrizione dell’aumento del capitale sociale deliberato dall’assemblea nel corso della vita della società, il socio non può essere escluso, essendo egli titolare della partecipazione sociale sin dalla costituzione della società; pertanto, ferma la permanenza del socio in...

Note 18.05.2020

Il patto parasociale di Russian Roulette

di Leggi dopo

Si devono ritenere legittime le clausole di Russian roulette contenute in un patto parasociale di società non quotata, le quali hanno lo scopo di risolvere situazioni di stallo decisionale, attribuendo ad un socio il potere di decidere il valore della partecipazione ed all'altro quello di scegliere se vendere al primo la propria partecipazione o acquistare quella dell'altro al prezzo da quest...

Note 13.03.2020

Lunga vita alle società di capitali, senza recessi!

di Leggi dopo

Non è possibile assimilare, con riferimento ad una società di capitali ed ai fini del recesso, la società contratta per un tempo lungo ad una società contratta a tempo indeterminato.

Note 16.01.2020

Società di persone: forma dell'accordo di intestazione fiduciaria della quota

di Leggi dopo

Il “pactum fiduciae” con il quale il fiduciario si obbliga a modificare la situazione giuridica a lui facente capo a favore del fiduciante o di altro soggetto da costui designato, richiede, qualora riguardi beni immobili, la forma scritta “ad substantiam”. Pertanto, in tema di società di persone, qualora il patto fiduciario comporti assieme al trasferimento della quota societaria anche il...

Note 09.12.2019

La dibattuta problematica dell'azione revocatoria dell'atto di scissione: l'interpretazione della norma europea, in...

di Leggi dopo

In materia di fallimento, l'azione revocatoria esperita dal curatore ai sensi dell'art. 66 l.fall. non è soggetta al termine triennale di decadenza, previsto dal comma 1 dell'art. 69-bis l.fall., poiché è un'azione revocatoria ordinaria governata dalle norme del codice civile....

Note 28.11.2019

Recesso nella s.r.l. e applicabilità della disciplina prevista per la s.p.a. nel silenzio dell'atto costitutivo o...

di Leggi dopo

Nella s.r.l. con durata limitata nel tempo, al recesso del socio esercitato dopo la trasformazione della società in s.p.a., non può applicarsi in via analogica la disciplina di cui all'art 2437-bis c.c. dettata per la sp.a., stante la diversità dei due schemi societari e la prevalenza del diritto al disinvestimento dei soci di minoranza rispetto alla esigenza della stabilità del vincolo...

Note 15.11.2019

L'eccessiva durata della società per azioni

di Leggi dopo

La clausola contenuta nello statuto di una s.p.a non quotata che stabilisce un termine di durata eccessivamente lungo, nello specifico fissato all'anno 2100, è soggetta alla disciplina inderogabile dettata per le società costituite a tempo indeterminato che consente il recesso ad nutum con un preavviso di almeno 180 giorni. L'intervenuta modifica statutaria del termine è ininfluente, in quanto...

Note 14.10.2019

La postergazione legale dei finanziamenti erogati da terzi collegati al socio

di Leggi dopo

In tema di postergazione legale dei finanziamenti dei soci, l'art. 2467 c.c. (e così pure l'art. 2497-quinquies c.c.) esprime un principio generale del diritto dell'impresa, come tale applicabile a tutte le situazioni nelle quali il finanziatore si trovi in una relazione tale con il socio della società sovvenzionata, da permettergli di beneficiare di asimmetrie informative rispetto ai normali...

Pagine