Obbligazioni e contratti

Direttori di area:
Cons. Cosimo D'arrigo, Prof. Raffaele Di Raimo, Prof. Marcello Maggiolo


Comitato editoriale:
Matteo Ceolin, Carlo Mignone, Elisabetta Posmon, Stefania Stanca

Articoli 21.03.2014

Profili civilistici dell’indennità di fine rapporto nel contratto di agenzia

di Leggi dopo

L’interprete chiamato a ricostruire gli aspetti civilistici dell’attuale disciplina dell’indennità di fine rapporto nel contratto di agenzia non può innanzitutto che rilevarne la genesi tormentata, frutto della stratificazione di tre interventi legislativi di matrice nazionale ed europea che hanno stravolto l’impostazione primigenia assunta dal legislatore del 1942.

Approfondimenti 15.03.2014

Funzione promozionale del diritto e disciplina a tutela dell’avviamento commerciale: la Corte di Cassazione ritorna...

di Leggi dopo

Con la sentenza n. 26225 del 2013, la Corte di Cassazione torna ad occuparsi di tutela dell’avviamento commerciale attraverso una pronuncia che ancora una volta mette in luce il fondamento premiale della disciplina. Il caso è quello del riconoscimento dell’indennità per perdita dell’avviamento commerciale al conduttore che abbia esercitato un’attività a contatto diretto con il pubblico degli...

Articoli 14.03.2014

Obbligazione solidale e transazione pro quota: una contraddizione in termini

di Leggi dopo

Discussa è la qualificazione dell’obbligazione solidale come unicità di rapporto piuttosto che pluralità di vincoli. Dalla individuazione della sua natura dipende la compatibilità in astratto della transazione «pro quota» con la nozione di solidarietà passiva. In senso positivo si orienta la giurisprudenza, muovendo dalla solidarietà quale pluralità di rapporti. Essa ammette l’incidenza...

Note 09.03.2014

Ermeneutica contrattuale, donazione con riserva d’usufrutto e rinuncia all’usufrutto

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. II – 10 gennaio 2013, n. 482  -  La Suprema Corte, ancora una volta, conferma i “principi” del gradualismo e di gerarchia delle regole d’interpretazione del contratto; in base ad essi, solo se l’interpretazione letterale non consente di attribuire un significato chiaro al contratto, deve farsi ricorso ai canoni ermeneutici successivi. La pronuncia non coglie l’occasione per...

Articoli 07.03.2014

La pubblicità commerciale nella professione forense. Tra spinte innovatrici europee e residue resistenze domestiche

di Leggi dopo

La regolamentazione della pubblicità nei servizi professionali ha rappresentato un’occasione di attrito tra Unione europea e Italia. La distanza tra la posizione sostenuta dal diritto comunitario e quella mantenuta dal diritto interno è anzitutto osservabile sul piano, fortemente simbolico, del lessico: da una parte è promossa la “comunicazione commerciale”, dall’altra è ribadita la preferenza...

Note 07.03.2014

Problematicità della distinzione tra modifica e novazione. Insufficienza della riproposizione astratta e tautologica...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. lav. - 19 dicembre 2013, n. 28446...

Articoli 06.03.2014

Onorari professionali e “patto di quota lite”: cosa cambia

di Leggi dopo

La disciplina del patto di quota lite e dei compensi spettanti agli avvocati è stata completamente rinnovata dalle previsioni introdotte con la l. n. 247 del 2012, riformatrice dell’ordinamento forense....

Approfondimenti 05.03.2014

Etica e professioni legali

di Leggi dopo

L’idea dalla quale muovono le riflessioni che seguono è ben rappresentata dalla considerazione di Wasserstrom secondo la quale l’universo morale di chi svolge un ruolo professionale si stacca da quello generale: esso può essere considerato a parte. Si parla a riguardo di “universo morale semplificato”....

Pagine