Lavoro

Direttori di area:
Prof. Marco Marazza, Prof. Franco Scarpelli, Pres. Paolo Sordi


Comitato editoriale:
Gabriele Franza, Valerio Maio, Orsola Razzolini, Simone Varva, Micaela Vitaletti

Note 09.11.2016

La ritorsione come motivo esclusivo di licenziamento: quale regime sanzionatorio?

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI ROMA - sez. IV - 24 giugno 2016, n. 4517 - Il licenziamento del lavoratore deve essere considerato nullo in quanto esclusiva ragione posta a base del provvedimento espulsivo è la ritorsione, non sussistendo alcuna altra giustificazione legittima al licenziamento. Pertanto, effettuando un'interpretazione estensiva dell'art. 2 del d.lgs. n. 23 del 2015, il giudice applica la c.d. ...

Note 26.10.2016

L’impugnativa dei “vecchi” licenziamenti: le “nuove” decadenze e l’interpretazione estensiva della Suprema Corte

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. lav. - 4 luglio 2016, n. 13598 - La Suprema Corte si pronuncia sull’applicazione del regime di decadenza dall’impugnazione del licenziamento, quale a regime modificato dal c.d. Collegato lavoro (legge n. 183 del 2010), ai recessi intimati prima della sua entrata in vigore, e a tale data già impugnati in via stragiudiziale....

Note 19.10.2016

Mobbing e straining sono nozioni di tipo medico-legale: entrambe trovano tutela nell'art. 2087 c.c.

di , Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. lav. - 19 febbraio 2016, n. 3291  -  La Cassazione ribadisce che le nozioni di mobbing e straining hanno natura medico-legale e non rivestono autonoma rilevanza ai fini giuridici. In sostanza servono soltanto per identificare comportamenti che si pongono in contrasto con l'art. 2087 c.c. e con la normativa in materia di tutela della salute negli ambienti di lavoro.

Approfondimenti 13.10.2016

Precariato pubblico e risarcimento del danno: declinazioni civilistiche

di Leggi dopo

La presente riflessione si propone di analizzare alcuni interventi delle corti superiori, la cui lettura coordinata genera delle aporìe che rischiano di creare disparità di trattamento. Si muove, pertanto, da una precisa ipotesi: che alla base di queste aporìe vi sia una carenza di sistematizzazione della nozione di danno e che dunque, per porvi rimedio o almeno ridurne la portata, sia...

Note 11.10.2016

Il distacco nell’ambito del gruppo societario integrato applica le regole semplificate del contratto di rete tra imprese

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. lav. - 21 aprile 2016, n. 8068 - La breve annotazione segnala il principio affermato dalla decisione in epigrafe con cui la Suprema Corte di Cassazione – quale precedente assoluto a quanto consta – ammette che il distacco del lavoratore tra aziende facenti parte di un gruppo integrato di imprese è legittimato da un presunzione “iuris et de iure” dell’interesse dell’impresa...

Note 05.10.2016

Pubblico impiego: la Cassazione sull'inapplicabilità ai rapporti di lavoro contrattualizzati delle modifiche...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. lav. – 9 giugno 2016, n. 11868  -  La Cassazione, mutando il proprio precedente orientamento, ha ritenuto non applicabili ai rapporti di pubblico impiego contrattualizzato le modifiche all'art. 18 dello Statuto dei Lavoratori introdotte dalla Legge Fornero, ostando a ciò sia il tenore letterale dei commi 7 e 8 dell'art. 1 l. n. 92 del 2012 e, segnatamente, il rinvio ad un...

Note 12.09.2016

Distinzioni e interferenze tra licenziamento discriminatorio e ritorsivo

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. lav. - 5 aprile 2016, n. 6575  -  È nullo perché discriminatorio per ragioni di genere il licenziamento intimato ad una lavoratrice che ha manifestato l'intenzione di sottoporsi a pratiche di inseminazione artificiale.

Approfondimenti 08.09.2016

Il precariato scolastico tra “la buona scuola” e il dialogo “multilevel” delle corti: l’occasione per un bilancio

di Leggi dopo

L’elaborato approfondisce la delicata questione della successione di contratti a tempo determinato nel settore scolastico, che la Corte di Giustizia UE, con la sentenza “Mascolo” del 26 novembre 2014, ha dichiarato (con riferimento alle supplenze sull’organico di diritto, per posti vacanti e disponibili, in attesa delle procedure concorsuali) non conformi al diritto UE in quanto l’ordinamento...

Pagine