Lavoro

Direttori di area:
Prof. Marco Marazza, Prof. Franco Scarpelli, Pres. Paolo Sordi


Comitato editoriale:
Gabriele Franza, Valerio Maio, Orsola Razzolini, Simone Varva, Micaela Vitaletti

Approfondimenti 10.05.2019

L'impatto della sentenza n. 194 del 2018 (e del decreto Dignità) sui giudizi in corso

di Leggi dopo

Il contributo si propone di esaminare le ricadute della sentenza n. 194 del 2018 della Corte costituzionale sui processi in corso nei vari gradi di giudizio, al fine di individuare le tecniche che consentano di dare applicazione allo ius superveniens derivante dalla pronuncia della Corte nel rispetto dei principi processuali della domanda e del contraddittorio nella formazione della prova....

Articoli 08.05.2019

Speciale: Il danno differenziale da infortunio sul lavoro

di GRATIS PER 10 GIORNI

La Rivista dedicherà al tema del danno differenziale da infortunio sul lavoro un percorso di approfondimento e confronto. 

Approfondimenti 08.05.2019

Il danno differenziale dopo la legge di bilancio 2019 e il vero intento del legislatore

di Leggi dopo

Con l'art. 1, comma 1126, l. n. 145 del 2018 (legge di bilancio 2019) il legislatore ha modificato la formulazione degli artt. 10 e 11 del d.P.R. n. 1124 del 1965 (T.U.) nonché dell'art. 142, comma 2, del d.lgs. n. 209 del 2005 (Codice delle assicurazioni private), con l'intento di stabilire un criterio di calcolo del danno differenziale meno oneroso per le ragioni di rivalsa dell'INAIL. Ad un...

Note 06.05.2019

Per la Corte d'Appello di Torino i riders sono collaboratori etero-organizzati: sovvertito il verdetto di primo grado

di Leggi dopo

Nei confronti dei lavoratori su piattaforma addetti alle consegne a domicilio trova applicazione l'art. 2, comma 1, d.lgs. n. 81 del 2015 e, quindi, la disciplina del lavoro subordinato. Essi, pur “tecnicamente” autonomi, sono etero-organizzati, in quanto il committente ha il potere di determinare le modalità di esecuzione della prestazione lavorativa e, cioè, la possibilità di stabilire i...

Articoli 30.04.2019

Sul nomen juris e le possibili tutele del rapporto di lavoro dei riders

di Leggi dopo

L'articolo affronta la questione della qualificazione del rapporto di lavoro dei riders dopo la sentenza della Corte d'Appello di Torino del 4 febbraio 2019 n. 26. Partendo dal presupposto della eterogeneità della categoria dei riders, l'Autore critica sia la riconduzione di tali rapporti all'art. 2, comma 1, d.lgs. n. 81 del 2015, sia l'applicazione parziale della disciplina del lavoro...

Approfondimenti 11.03.2019

Brevi note in tema di scarso rendimento ed art. 2103 c.c.

di Leggi dopo

L’art. 3 d.lgs. n. 81 del 2015 ha riscritto l’art. 2103 c.c. in tema di mansioni del lavoratore ampliando la mobilità professionale di quest’ultimo in tutte le direzioni. Lasciando da parte, per esigenze di economia del presente scritto, la modifica dei limiti entro i quali l’impresa può spostare il lavoratore verso mansioni superiori che, seppure solo in certa misura, ricalca l’assetto...

Note 05.03.2019

La Cassazione precisa e ribadisce il dies a quo della prescrizione di contributi previdenziali per la gestione separata

di Leggi dopo

La Cassazione, con la sentenza annotata, disattende la tesi secondo cui il diritto dell'ente previdenziale sorgerebbe nel momento in cui il professionista si iscrive alla Gestione Separata, in quanto l'obbligo di iscrizione, trattandosi di previdenza obbligatoria, non dipende dall'iniziativa dell'interessato, ma dal maturare del corrispondente fatto costitutivo, rappresentato dalla produzione...

Approfondimenti 01.03.2019

Danno causato dal lavoratore e trattenuta dalla retribuzione

di Leggi dopo

Sempre più di frequente accade che, a seguito del verificarsi di un danno al patrimonio, materiale o immateriale, del datore di lavoro, causato da un comportamento di un suo dipendente, quest'ultimo si veda aggredire la sua retribuzione ai fini del risarcimento del danno stesso.

Pagine