Lavoro

Direttori di area:
Prof. Marco Marazza, Prof. Franco Scarpelli, Pres. Paolo Sordi


Comitato editoriale:
Gabriele Franza, Valerio Maio, Orsola Razzolini, Simone Varva, Micaela Vitaletti

Note 13.12.2018

Limiti della contestabilità da parte dell'Inps dell'obbligo di intervento ex l. n. 297 del 1982 e d.lgs. n. 80 del 1992

di Leggi dopo

 L'art. 2 l. n. 297 del 1982 e l'art. 2 d.lgs. n. 80 del 1992 riguardano l'ipotesi in cui sia stato ammesso alle procedure concorsuali il datore di lavoro che è titolare del rapporto di lavoro al momento della sua cessazione.     ...

Note 05.12.2018

Controllo sui lavoratori da parte di agenzia investigativa fuori dal perimetro aziendale: presupposti, limiti... e...

di Leggi dopo

Il ricorso legittimo alle agenzie investigative, così come l'utilizzo delle guardie giurate, non può in nessun caso riguardare né l'adempimento né l'inadempimento dell'obbligazione contrattuale del lavoratore, essendo l'inadempimento stesso, al pari dell'adempimento, riconducibile all'attività lavorativa, sottratta alla suddetta vigilanza. Deve invece limitarsi agli atti illeciti del lavoratore...

Note 23.11.2018

Inutilizzabilità delle informazioni raccolte tramite gestionali e posta elettronica per mancata informativa al...

di GRATIS PER 10 GIORNI

Il controllo a distanza sui dipendenti non è più vietato in assoluto, ma qualora esercitato tramite strumenti di lavoro deve sempre essere oggetto di adeguata informativa pena l'inutilizzabilità delle risultanze.

Note 23.10.2018

Licenziamento del dipendente che effettua registrazioni occulte: bilanciamento fra diritto di difesa e diritto alla...

di Leggi dopo

La registrazione di conversazioni tra presenti, all'insaputa dei conversanti, configura una grave violazione del diritto alla riservatezza, con conseguente legittimità del licenziamento intimato.

Note 15.10.2018

Subordinazione e autonomia alla prova della gig-economy: la parola ai giudici

di Leggi dopo

Il rapporto di lavoro subordinato si caratterizza per l'esercizio del potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro, che comporta la soggezione personale del lavoratore ad ordini specifici e ad un'assidua attività di vigilanza e controllo sull'esecuzione delle prestazioni....

Note 16.07.2018

Il giustificato motivo oggettivo e la mancata prova del repêchage: la Suprema Corte si pronuncia sul regime...

di Leggi dopo

Nell'ambito del licenziamento per giustificato motivo oggettivo, una delle questioni più insidiose attiene senza dubbio proprio all'istituto del repêchage, ovvero al diritto al mantenimento del posto di lavoro nel caso vi sia la possibilità di ricollocare il lavoratore nell'ambito della organizzazione aziendale.

Note 26.06.2018

La responsabilità solidale: dall'appalto alla subfornitura e oltre

di Leggi dopo

La pronuncia in commento si sofferma sull’inquadramento sistematico del contratto di subfornitura, dando atto dell’esistenza di due orientamenti contrapposti ed è destinata ad avere significative ripercussioni, anzitutto di ordine sistematico.

Note 04.06.2018

RSU e vincolo associativo: la giurisprudenza di merito successiva al T.U. del 2014

di Leggi dopo

I giudici partenopei sono tornati a esprimersi su una delle classiche vexatae quaestiones del nostro diritto sindacale, vale a dire se il lavoratore, che rivesta la carica di r.s.u. in forza del risultato elettorale seguito alla sua candidatura sotto una certa “bandiera” sindacale, possa o meno continuare a svolgere le funzioni connesse a tale incarico anche dopo aver modificato la propria...

Pagine