Lavoro

Direttori di area:
Prof. Marco Marazza, Prof. Franco Scarpelli, Pres. Paolo Sordi


Comitato editoriale:
Gabriele Franza, Valerio Maio, Orsola Razzolini, Simone Varva, Micaela Vitaletti

Approfondimenti 14.01.2020

Cessione d'azienda e “doppia retribuzione”: l'interesse del lavoratore come limite interno all'obbligazione...

di Leggi dopo

Alcune recenti pronunce della Suprema Corte affermano che, in caso di accertata illegittimità della cessione di ramo d'azienda ex art. 2112 c.c., l'obbligazione retributiva del datore di lavoro cedente nei confronti del lavoratore non effettivamente riammesso in servizio, non è estinta dal pagamento della retribuzione effettuato dal cessionario, e dunque si cumula con esso.

Approfondimenti 07.01.2020

La successione di contratti, nel termine e nella somministrazione

di Leggi dopo

La successione di contratti a termine e in somministrazione è un fenomeno ampiamente diffuso. La preoccupazione del legislatore, che sul tema è intervenuto più volte nell'ambito delle riforme del lavoro degli ultimi anni, è quella di evitare abusi nell'utilizzo reiterato, e sostanzialmente senza soluzione di continuità, di forme contrattuali a termine. La tecnica legislativa, che fino al 2015...

Approfondimenti 17.07.2019

La funzione dell'indennità risarcitoria nel contratto a tutele crescenti

di Leggi dopo

L'A., dopo aver analizzato le differenti funzioni assolte dalla responsabilità civile, mette in evidenza come, anche a seguito della sentenza della Corte costituzionale, tuttavia, rimane ancora incerta l'idoneità dell'indennità a ristorare il pregiudizio subito dal lavoratore, che può rivendicare, altresì, anche il danno non patrimoniale secondo le regole del diritto comune. L'A., inoltre,...

Approfondimenti 12.07.2019

Licenziamento illegittimo e risarcimento del danno: questioni ancora aperte e tecniche di tutela

di Leggi dopo

Il contributo analizza le discipline in tema di licenziamento con riferimento alle conseguenze economiche di quelli illegittimi, soffermandosi sulla natura - indennitaria o risarcitoria - delle tutele ivi previste. Lo studio viene condotto evidenziando le ricadute pratiche delle varie soluzioni proposte. Nonostante la scarsa precisione dei testi di legge è possibile riconoscere natura...

Approfondimenti 14.06.2019

Il criterio dell'anzianità di servizio per la quantificazione del risarcimento nel licenziamento illegittimo e il...

di Leggi dopo

Come noto, la Corte Costituzionale con la sentenza n. 194 del 2018, in parziale accoglimento delle questioni sollevate dal giudice del lavoro presso il Tribunale di Roma [1], ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 3, comma 1, d.lgs. n. 23 del 2015, anche nella versione modificata con il d.l. n. 87 del 2018 [2], poi convertito in l. n. 96del2018, nella parte in cui vincola la...

Approfondimenti 11.06.2019

Disparità di trattamento, «fluire del tempo» e licenziamenti collettivi

di Leggi dopo

L'A., prendendo le mosse dalla recente pronuncia della Corte costituzionale sull'art. 3, co. 1, d.lgs. 4 marzo 2015, n. 23 (Corte Cost., 8 novembre 2018, n. 194), rileva come, proprio a seguito di tale pronuncia, la disparità di trattamento tra "vecchi" e "nuovi" assunti introdotta dal Jobs Act si sia fatta ancora più evidente ed irragionevole, specie nell'ambito dei licenziamenti collettivi.  

Approfondimenti 07.06.2019

Licenziamento illegittimo e Corte Costituzionale. Riflessioni intorno alle tecniche di tutela

di Leggi dopo

Dopo una breve premessa, il contributo si sofferma sulle ragioni ed i timori che potrebbero aver sorretto la motivazione di cui alla sentenza n. 194 del 2018 della Corte costituzionale. Ricostruita la ratio decidendi, il contributo focalizza l'attenzione, dapprima, sui possibili vuoti di tutela che accompagnerebbero l'odierna disciplina sui licenziamenti “per ragioni economiche” e, poi, su un...

Approfondimenti 05.06.2019

Gli effetti della sentenza della corte costituzionale n. 194/2018 sulle piccole imprese

di Leggi dopo

L'approfondimento mira a verificare se e con quali effetti la sentenza della Corte costituzionale n. 194/2018 possa incidere sul regime di tutela contro il licenziamento illegittimo dei lavoratori delle imprese “minori”. In particolare, l'Autrice si confronta sui due possibili effetti che la dichiarazione di incostituzionalità dell'art. 3 d.lgs. n. 23/2015 potrebbe avere nelle unità produttive...

Pagine