Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Note 07.04.2015

Le Sezioni Unite tornano a pronunciarsi sulla questione relativa alla disciplina applicabile al comodato di casa...

di Leggi dopo

Cass. civ. - sez. un. - 29 settembre 2014, n. 20448  -  Il comodato di un immobile stipulato per soddisfare le esigenze abitative della famiglia del comodatario, da intendersi in tal caso «anche nelle sue potenzialità di espansione», va ricondotto al regime di cui all’art. 1809 c.c., che concerne il comodato sorto con la consegna della cosa per un tempo determinato o per un uso che consente di...

Note 06.03.2015

Il giudizio di divorzio e l’impugnazione dell’accordo di separazione omologato: un caso di sospensione necessaria

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - 9 dicembre 2014, n. 25861  -  La pendenza di una lite sulla validità dell'accordo giustificativo della separazione consensuale tra coniugi pregiudica, in senso tecnico giuridico, l'esito del giudizio, contemporaneamente pendente, di cessazione degli effetti civili del loro matrimonio, e ne comporta la sospensione ex art. 295 c.p.c., perché l'eventuale annullamento di...

Note 20.02.2015

Gli effetti dell’azione esecutiva sulla comunione legale in casi di responsabilità sussidiaria per debiti personali...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI ORISTANO - 8 dicembre 2013 (sent.)  -  Per effetto del vittorioso esperimento dell’azione esecutiva sul patrimonio comune da parte del creditore personale di un coniuge, ha luogo una diminuzione coattiva dell’oggetto del regime legale, non ulteriormente qualificabile in termini di scioglimento parziale della comunione (dovendo riconoscersi in capo al coniuge non debitore il diritto...

Approfondimenti 29.01.2015

Le disposizioni testamentarie d’indole fiduciaria

di Leggi dopo

Di disposizione fiduciaria, o “fiducia testamentaria”, si è soliti parlare alludendo a quella particolare fattispecie in cui, di fianco alla designazione ex testamento di un erede o di un legatario (cd. fiduciari) sussista l’intesa che i beni così attribuiti vengano dal ricevente rivolti a bene­ficio di un diverso soggetto, cui realmente si intendeva indirizzare il lascito. Si assiste, pertanto...

Note 20.01.2015

Il tentativo di conciliazione nel giudizio di divorzio: presupposto indefettibile per l’ulteriore corso del processo...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - 11 luglio/17 ottobre 2014, n. 22111 (sent.)  -  In tema di divorzio, una volta instaurato regolarmente il contraddittorio tra le parti, in caso di mancata comparizione di uno dei coniugi all’udienza presidenziale spetta all’insindacabile discrezionalità del presidente valutare l’opportunità di provvedere alla fissazione di una nuova udienza per il tentativo di...

Approfondimenti 30.12.2014

L’attività di negoziazione per la composizione delle crisi coniugali (d.l. n. 132 del 2014)

di Leggi dopo

La decretazione d’urgenza n. 132 del 12 settembre 2014 si propone di innovare efficacemente la Giustizia Civile per porre rimedio al problema dell’arretrato che, ad ottobre del 2013, costava allo Stato circa 387 milioni di euro. Tra le misure di nuovo conio, spicca la «negoziazione assistita», un procedimento di risoluzione alternativa della lite, gestito da Avvocati e fisiologicamente deputato...

Articoli 22.12.2014

La figura del genitore nel pensiero della Corte costituzionale

di Leggi dopo

«La maternità è dimostrata, provando la identità di colui che si pretende essere figlio e di colui che fu partorito dalla donna, la quale si assume essere madre» (art. 269, comma 3, c.c.). «Il marito è il padre del figlio concepito o nato durante il matrimonio» (art. 231 c.c.). Con due perentorie affermazioni il nostro ordinamento giuridico codifica la genesi del rapporto di filiazione,...

Approfondimenti 18.12.2014

La Consulta apre un’ulteriore breccia nella legge n. 40 del 2004: illegittimo il divieto di fecondazione eterologa

di Leggi dopo

Con la sentenza del 10 giugno 2014, n. 162, che senza retorica possiamo definire memorabile, la Corte Costituzionale è intervenuta su una delle tematiche più complesse del dibattito giuridico attuale, rappresentata dal divieto assoluto del ricorso alla fecondazione medicalmente assistita di tipo eterologo.

Pagine