Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Note 14.05.2015

Non impugnabilità del provvedimento del giudice istruttore di modifica/revoca dei provvedimenti temporanei ed urgenti...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - 4 luglio 2014, n. 15416  -  È inammissibile il reclamo, tanto davanti alla corte d'appello, quanto davanti al tribunale, contro le ordinanze del giudice istruttore in materia di revoca o modifica dei provvedimenti temporanei ed urgenti nell'interesse della prole e dei coniugi, emessi dal presidente del tribunale ai sensi dell'art. 708 comma 3 c.p.c.; conseguentemente va...

Note 07.05.2015

La qualificazione degli ovuli umani non fecondati al vaglio della Corte di Giustizia dell’Unione Europea

di Leggi dopo

CORTE GIUST. UE, grande sez., 18 dicembre 2014, causa C-364/13  -  L’art. 6, par. 2, lett. c), direttiva 98/44/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 luglio 1998, sulla protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche, deve essere interpretato nel senso che un ovulo umano non fecondato il quale, attraverso la partenogenesi, sia stato indotto a dividersi e a svilupparsi, non...

Articoli 24.04.2015

Sui presupposti per la rettificazione dell’attribuzione di sesso

di Leggi dopo

Il Tribunale di Trento ha sollevato questione di legittimità costituzionale dell'articolo 1 della legge 14 aprile 1982, n. 164, nella parte in cui subordina la rettificazione del sesso a «intervenute modificazioni dei caratteri sessuali». Il Tribunale in particolare mette in luce come la richiamata norma non sia interpretabile se non nel senso della necessaria verifica da parte del tribunale...

Approfondimenti 22.04.2015

I nuovi accordi di separazione e divorzio

di Leggi dopo

Il 30 giugno 2014 il Governo italiano ha presentato un programma di riforme del sistema giudiziario in dodici punti e altrettante schede. Le prime due in materia di giustizia civile. Molti interventi sono stati poi adottati con il d.l. n. 132 del 2014, conv. in l. n. 162 del 2014. Nel commentare il programma il Governo afferma che la lentezza dei processi civili costituisce in primo luogo un...

Note 07.04.2015

Le Sezioni Unite tornano a pronunciarsi sulla questione relativa alla disciplina applicabile al comodato di casa...

di Leggi dopo

Cass. civ. - sez. un. - 29 settembre 2014, n. 20448  -  Il comodato di un immobile stipulato per soddisfare le esigenze abitative della famiglia del comodatario, da intendersi in tal caso «anche nelle sue potenzialità di espansione», va ricondotto al regime di cui all’art. 1809 c.c., che concerne il comodato sorto con la consegna della cosa per un tempo determinato o per un uso che consente di...

Note 06.03.2015

Il giudizio di divorzio e l’impugnazione dell’accordo di separazione omologato: un caso di sospensione necessaria

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - 9 dicembre 2014, n. 25861  -  La pendenza di una lite sulla validità dell'accordo giustificativo della separazione consensuale tra coniugi pregiudica, in senso tecnico giuridico, l'esito del giudizio, contemporaneamente pendente, di cessazione degli effetti civili del loro matrimonio, e ne comporta la sospensione ex art. 295 c.p.c., perché l'eventuale annullamento di...

Note 20.02.2015

Gli effetti dell’azione esecutiva sulla comunione legale in casi di responsabilità sussidiaria per debiti personali...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI ORISTANO - 8 dicembre 2013 (sent.)  -  Per effetto del vittorioso esperimento dell’azione esecutiva sul patrimonio comune da parte del creditore personale di un coniuge, ha luogo una diminuzione coattiva dell’oggetto del regime legale, non ulteriormente qualificabile in termini di scioglimento parziale della comunione (dovendo riconoscersi in capo al coniuge non debitore il diritto...

Approfondimenti 29.01.2015

Le disposizioni testamentarie d’indole fiduciaria

di Leggi dopo

Di disposizione fiduciaria, o “fiducia testamentaria”, si è soliti parlare alludendo a quella particolare fattispecie in cui, di fianco alla designazione ex testamento di un erede o di un legatario (cd. fiduciari) sussista l’intesa che i beni così attribuiti vengano dal ricevente rivolti a bene­ficio di un diverso soggetto, cui realmente si intendeva indirizzare il lascito. Si assiste, pertanto...

Pagine