Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Approfondimenti 27.06.2016

Unioni civili tra diritto e pregiudizio. Prima lettura del nuovo testo di legge

di Leggi dopo

All'indomani dell'approvazione definitiva della legge sulle Unioni Civili l'impressione è che, scelta la qualificazione giuridica dell'istituto e lasciato al giudice il problema dell'adozione del partner, il legislatore abbia prestato ben poca attenzione alla regolamentazione del rapporto tra persone dello stesso sesso. Ne risulta una disciplina ricavabile per sottrazione da quella dettata per...

Editoriali 23.06.2016

Nuove norme sui contratti di convivenza: una disciplina parziale e deludente

di Leggi dopo

Alla controversa disciplina delle “unioni civili” il legislatore ha aggiunto, inserendole nello stesso decreto legge e cogliendo l’occasione offerta dall’urgenza ‘politica’ che ha determinato il varo della normativa, nuove disposizioni sulla convivenza more uxorio e, in particolare, sui “contratti” destinati a regolare i rapporti tra i conviventi, i quali siano disposti a disciplinare ex ante,...

Articoli 23.05.2016

Art. 12 l. n. 162 del 2014: documentazione e verifiche dell’ufficiale di stato civile

di Leggi dopo

L’art. 12 l. n. 162 del 2014, nel prevedere per i coniugi la possibilità di separazione, divorzio, modifica delle condizioni di separazione o divorzio, dinanzi all’ufficiale di stato civile, limita tale competenza alla mancanza di figli minori, maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti. Quale documentazione da produrre o da acquisire e quali verifi...

Approfondimenti 19.05.2016

Alcuni dati statistici delle separazioni e dei divorzi oggi in Italia

di Leggi dopo

Il processo riformatore delle iniziative del Governo e del Parlamento, negli ultimi due anni, (2014/15), in materia di separazioni e divorzi, ha prodotto alcune leggi, che hanno accelerato i procedimenti, che registravano una certa lentezza nelle aule giudiziarie, da comportare un accumulo di pendenze, in attesa di soluzione, tanto da apparire una sorta di giustizia denegata, per quelle coppie,...

Approfondimenti 12.05.2016

Prospettive di una disciplina delle convivenze: tra fatto e diritto

di Leggi dopo

L’iter parlamentare del ben noto disegno di legge presentato dall’On.le M. Cirinnà si è appena concluso, in un clima contrassegnato dalle forti contrapposizioni ideologiche, che hanno riguardato soprattutto la parte dell’ipotizzata normativa dedicata all’istituzione dell’unione civile tra persone dello stesso sesso [1]. In questa sede vorremmo, però, concentrare l’attenzione sugli altri...

Note 10.05.2016

Trascrivibilità dell’atto di matrimonio same-sex e del provvedimento di adozione a favore del partner dello stesso...

di Leggi dopo

CORTE APP. MILANO - sez. fam. - 1 dicembre 2015, n. 2543  -  Posto che la domanda di trascrizione dell’atto di matrimonio contratto all’estero tra persone dello stesso sesso non può essere accolta, poiché l’attuale legislazione italiana non riconosce tale unione, non è consentita, di conseguenza, la trascrizione della relativa sentenza straniera di divorzio....

Note 04.05.2016

Le incerte vie della negoziazione assistita in materia di separazione e divorzio

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI PISTOIA - 16 marzo 2015 (decr.)  -  L’accordo di separazione personale concluso da una coppia con figli minori attraverso la procedura di negoziazione assistita da avvocati, che, non avendo ottenuto il nulla osta del pubblico ministero, sia stato trasmesso al presidente del Tribunale ai sensi dell’art.6, comma 2, d.l. n. 132 del 2014, dopo l’udienza presidenziale, va omologato dal...

Note 29.04.2016

Convivenza more uxorio e pensione di reversibilità

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI ROMA - sez. lav. - 22 dicembre 2015  -  È manifestamente infondata la questione di legittimità dell’art. 13 R.d.l. n. 636/1939 che attribuisce la pensione di reversibilità al coniuge superstite del pensionato deceduto e non al convivente more uxorio. L’esclusione non è irragionevole tenuto conto del fatto che il diritto del coniuge superstite a percepire dall’ente pubblico una...

Pagine