Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Approfondimenti 24.02.2014

Comodato di casa adibita a residenza familiare. La sorte del contratto nella fase di crisi della famiglia

di Leggi dopo

Con provvedimento interlocutorio n. 15113 depositato il 17 giugno 2013, la III sezione civile della Corte di cassazione (Pres. Trifone, est. Scarano) ha rimesso alle Sezioni Unite la delicata questione delle conseguenze dell'assegnazione giudiziale dell'abitazione al coniuge separato (e affidatario dei figli) qualora l'immobile adibito a casa familiare sia stato oggetto di comodato – privo di...

Note 21.02.2014

La residenza abituale e il trasferimento “unilaterale” del minore nella determinazione della competenza territoriale...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI MILANO - sez. I - 16 settembre 2013, decr.  -  L’Autore, premessa l’analisi del contesto normativo recentemente riformato, esamina l’incidenza delle nozioni di residenza abituale e di trasferimento “unilaterale” del minore sulla competenza territoriale del Tribunale chiamato a pronunciarsi sulle questioni relative all’affidamento dei minori e alla potestà genitoriale, accennando,...

Articoli 21.01.2014

Il riconoscimento del matrimonio same-sex straniero come questione costituzionale: il caso Obergefell dinanzi alla...

di Leggi dopo

Con la sentenza del 23 dicembre 2013 nel caso Obergefell v. Wymyslo (2013 U.S. Dist. LEXIS 179550) il giudice Timothy S. Black, da vent’anni magistrato della Corte distrettuale dell’Ohio, negli Stati Uniti, si è pronunciato sul tema del riconoscimento di un matrimonio tra persone dello stesso sesso contratto in Maryland. 

Articoli 15.01.2014

Tutela possessoria dell’abitazione e convivenza more uxorio: la regola fissata dalla Cassazione

di Leggi dopo

Con l’importante sentenza n. 7214 del 21 marzo 2013 la Corte di Cassazione ha tracciato con nitidezza e notevole rigore dogmatico i contorni della tutela possessoria praticabile in esito alla dissoluzione della convivenza more uxorio. Ha detto parole chiare, rimarcando l’enorme rilevanza sociale delle convivenze e modellando il canone della buona fede oggettiva sulla situazione conflittuale che...

Articoli 13.01.2014

Disposizioni testamentarie di diseredazione

di Leggi dopo

La clausola con la quale il testatore esclude dalla propria successione un erede legittimo è stata tradizionalmente considerata, sia dalla dottrina che dalla giurisprudenza, una disposizione invalida ed inefficace....

Articoli 10.01.2014

La risoluzione stragiudiziale dei conflitti coniugali attraverso il procedimento collaborativo

di Leggi dopo

Si sta affacciando in Italia il c.d. divorzio collaborativo, pratica mutuata dagli ordinamenti di common law (Stati Uniti e Canada, in particolare) secondo la quale le parti, assistite dai loro avvocati, si impegnano a cooperare in buona fede e con lealtà per definire le condizioni della separazione o del divorzio, di guisa che il procedimento giudiziale diviene mera (ma necessaria) fase di...

Articoli 06.01.2014

La Cassazione modifica il proprio orientamento sugli accordi patrimoniali in vista della cessazione del vincolo...

di Leggi dopo

Nella esperienza professionale si nota un numero sempre maggiore di accordi tra coniugi volti a disciplinare le conseguenze patrimoniali di una eventuale separazione/divorzio, non solo per rispondere a una esigenza di certezza dei rapporti giuridici ma anche in una apprezzabile logica di deflazione del contenzioso giudiziario che sovente, purtroppo, accompagna la crisi coniugale.

Pagine