Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Note 04.03.2014

L’annotazione a margine dell’atto di matrimonio della costituzione del fondo patrimoniale quale unica forma valida ai...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. III – 12 dicembre 2013, n. 27854  -  La costituzione del fondo patrimoniale è opponibile ai terzi solo se annotata a margine dell'atto di matrimonio, in quanto la trascrizione imposta per gli immobili dall’art. 2647 c.c. risponde ad una funzione di pubblicità-notizia e non sopperisce al difetto di annotazione nei registri dello stato civile, la quale non ammette deroghe o...

Note 03.03.2014

L’affidamento familiare tra novità e nodi ancora da sciogliere

di Leggi dopo

 TRIBUNALE MINORENNI DELL'EMILIA ROMAGNA, BOLOGNA – 31 ottobre 2013, decr.  -  Non può ritenersi ostativo all’affidamento familiare di un minore la circostanza per cui i componenti della coppia affidataria siano dello stesso sesso, poiché, in assenza di certezze scientifiche o dati di esperienza, costituisce mero pregiudizio la convinzione che sia dannoso per l’equilibrato sviluppo del bambino...

Editoriali 03.03.2014

I criteri di determinazione dell’assegno divorzile al vaglio della Corte costituzionale

di Leggi dopo

La Corte costituzionale, sollecitata dall’ordinanza del 22 maggio 2013 emessa dal Tribunale di Firenze, dovrà pronunciarsi a breve sulla legittimità costituzionale dell’art. 5, co. 6, legge n. 898 del 1970, che statuisce i criteri a cui devono attenersi i giudici, in sede divorzile, nella determinazione dell’assegno post-coniugale.

Articoli 28.02.2014

Il patto di famiglia: alcuni dei principali aspetti teorici e profili applicativi emersi dalla riforma ad oggi

di Leggi dopo

Il quadro normativo nel quale si colloca il patto famiglia, utile a una più compiuta comprensione della fattispecie, è caratterizzato oltre che dalle nuove specifiche norme di disciplina dell’istituto, dai riformati artt. 561 e 563 del codice civile. La l.14 maggio 2005, n. 80 ha infatti modificato il contenuto della azione di restituzione al fine di porre un argine agli inconvenienti prodotti...

Approfondimenti 24.02.2014

Comodato di casa adibita a residenza familiare. La sorte del contratto nella fase di crisi della famiglia

di Leggi dopo

Con provvedimento interlocutorio n. 15113 depositato il 17 giugno 2013, la III sezione civile della Corte di cassazione (Pres. Trifone, est. Scarano) ha rimesso alle Sezioni Unite la delicata questione delle conseguenze dell'assegnazione giudiziale dell'abitazione al coniuge separato (e affidatario dei figli) qualora l'immobile adibito a casa familiare sia stato oggetto di comodato – privo di...

Note 21.02.2014

La residenza abituale e il trasferimento “unilaterale” del minore nella determinazione della competenza territoriale...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI MILANO - sez. I - 16 settembre 2013, decr.  -  L’Autore, premessa l’analisi del contesto normativo recentemente riformato, esamina l’incidenza delle nozioni di residenza abituale e di trasferimento “unilaterale” del minore sulla competenza territoriale del Tribunale chiamato a pronunciarsi sulle questioni relative all’affidamento dei minori e alla potestà genitoriale, accennando,...

Articoli 21.01.2014

Il riconoscimento del matrimonio same-sex straniero come questione costituzionale: il caso Obergefell dinanzi alla...

di Leggi dopo

Con la sentenza del 23 dicembre 2013 nel caso Obergefell v. Wymyslo (2013 U.S. Dist. LEXIS 179550) il giudice Timothy S. Black, da vent’anni magistrato della Corte distrettuale dell’Ohio, negli Stati Uniti, si è pronunciato sul tema del riconoscimento di un matrimonio tra persone dello stesso sesso contratto in Maryland. 

Articoli 15.01.2014

Tutela possessoria dell’abitazione e convivenza more uxorio: la regola fissata dalla Cassazione

di Leggi dopo

Con l’importante sentenza n. 7214 del 21 marzo 2013 la Corte di Cassazione ha tracciato con nitidezza e notevole rigore dogmatico i contorni della tutela possessoria praticabile in esito alla dissoluzione della convivenza more uxorio. Ha detto parole chiare, rimarcando l’enorme rilevanza sociale delle convivenze e modellando il canone della buona fede oggettiva sulla situazione conflittuale che...

Pagine