Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Note 28.06.2017

La Corte di Appello di Trento riconosce la copaternità

di Leggi dopo

APP. TRENTO - sez. I - 23 febbraio 2017 - Deve ammettersi l'efficacia nel sistema giuridico interno del provvedimento dell'autorità straniera che ha riconosciuto il rapporto di filiazione tra due minori e il partner del genitore genetico, da ciò derivandone la trascrizione nei registri di stato civile a integrazione della primitiva trascrizione in favore del padre genetico. 

Note 20.06.2017

La posizione del discendente rappresentante in relazione al diritto di riscatto previsto in tema di retratto successorio

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 2 febbraio 2016, n. 1987  -  In tema di successione per rappresentazione, il discendente rappresentante che subentri nel luogo e nel grado dell'ascendente rappresentato che non possa o non voglia accettare l'eredità succede direttamente al de cuius, con la conseguenza che la detta eredità è a lui devoluta nella identica misura che sarebbe spettata al rappresentato....

Editoriali 09.06.2017

L’ultima sentenza della Cassazione in tema di assegno divorzile: ciao Europa?

di Leggi dopo

Con la sentenza 10 maggio 2017, n. 11504, la Prima Sezione della Corte di Cassazione ha dato alla disposizione sull’assegno divorzile un’interpretazione che sovverte il significato che la consolidata giurisprudenza, avallata dalle Sezioni Unite, le aveva riconosciuto. Il presupposto della mancanza di “mezzi adeguati” di cui all’art. 5, comma 6, l. div. è stato infatti sempre inteso nel senso di...

Approfondimenti 01.06.2017

La clausola arbitrale testamentaria

di Leggi dopo

Il trasferimento di beni mortis causa è un fenomeno complesso che involge molteplici interessi, talvolta contrapposti. Il rapporto successorio, che si istaura tra il de cuius e l'erede risponde, innanzitutto, ad un interesse sociale a che sia garantita la continuità della personalità giuridica del defunto. Strettamente connesso a tale esigenza, è il principio della certezza del diritto che non...

Note 22.05.2017

Il diritto a conoscere le proprie origini in caso di morte della madre biologica

di Leggi dopo

CASS. CIV. - Sez. I - 9 novembre 2016, n. 22838 - Il diritto dell'adottato, nato da donna che abbia dichiarato alla nascita di non volere essere nominata ex art. 30, comma 1, d.P.R. n. 396 del 2000, ad accedere alle informazioni concernenti la propria origine e l'identità della madre biologica, sussiste e può essere concretamente esercitato anche se la stessa sia morta e non sia possibile...

Editoriali 15.05.2017

L’assegno divorzile tra solidarietà e autoresponsabilità: dal parametro del tenore di vita coniugale a quello dell...

di Leggi dopo

Un’innovativa decisione in materia di assegno divorzile suggerisce di analizzare le profonde trasformazioni del quadro normativo e del diritto vivente sottese alle crescenti istanze di revisione del consolidato orientamento secondo cui l’attribuzione e la quantificazione del contributo destinato al mantenimento del coniuge economicamente debole successivamente al divorzio deve fondarsi sul...

Note 09.05.2017

Maternità surrogata e ordine pubblico

di Leggi dopo

Trib. Pisa - 22 luglio 2016 -  La trascrizione nei registri dello stato civile dell'atto di nascita del minore partorito da una gestante surrogata all'estero, recante l'indicazione dei committenti, padre genetico e madre sociale, come genitori, non è contraria all'ordine pubblico, in quanto risponde al criterio internazionalmente riconosciuto del best interests of the child.

Note 24.04.2017

Stepchild adoption omoparentale e legge 184/83

di Leggi dopo

TRIB. MILANO - Sez. Minori - 17 ottobre 2016, n. 261  -  La adozione è un istituto giuridico che prescinde dal dato biologico e richiede, quindi, un modello giuridico di riferimento (che invece già esiste per la filiazione biologica) per sancirne la disciplina. Per cambiare il modello di riferimento occorre inevitabilmente la scelta del legislatore perché altrimenti si opererebbe una indebita...

Pagine