Famiglia e successioni

Direttori di area:
Prof. Luigi Balestra, Cons. Paolo Corder, Prof. Stefano Delle Monache


Comitato editoriale:
Chiara Abatangelo, Enrico Al Mureden

Note 16.11.2017

Nomina del tutore del minore straniero non accompagnato da parte del giudice tutelare

di Leggi dopo

CORTE DI CASSAZIONE - Posto che le misure di accoglienza del minore straniero non accompagnato che sbarca illegalmente in Italia sono disciplinate dal d.lgs. n. 142 del 2015, è il giudice tutelare del luogo in cui è situata la struttura di accoglienza che deve procedere tempestivamente all' apertura della tutela e alla nomina di un tutore, per permettere al minore di esercitare i suoi diritti....

Note 20.10.2017

Possibile revoca della nomina di erede a seguito del trasferimento (a qualunque titolo) di un bene oggetto di...

di Leggi dopo

CORTE DI CASSAZIONE - L’alienazione di un bene attribuito ex re certa da parte del testatore determina la caduta dell’istituzione di erede, poiché la successiva disposizione del bene ne implica una volontà di revoca implicita.  

Note 29.08.2017

Alta conflittualità genitoriale e nomina di un tutore per le scelte di maggiore rilevanza per la minore

di Leggi dopo

TRIB. ROMA - sez. I - 07 ottobre 2016  -  I giudici di legittimità, a norma degli art. 333 e 337-ter c.c., sospendono la responsabilità di entrambi i genitori e nominano un tutore che eserciti la responsabilità genitoriale assumendo ogni decisione di maggiore rilevanza relativa alla vita della minore.

Note 06.07.2017

Genitorialità illegale e interesse del minore

di Leggi dopo

Corte EDU - Grand Chamber - 24 gennaio 2017, n. 25358  -  Non sussiste vita familiare da proteggere qualora non sia trascorso un periodo minimo di convivenza del minore, nato da maternità surrogata, con la coppia di coniugi committenti che lo ha condotto in Italia in violazione della normativa interna. La misura dell'allontanamento del minore, nato da maternità surrogata, dalla coppia...

Note 28.06.2017

La Corte di Appello di Trento riconosce la copaternità

di Leggi dopo

APP. TRENTO - sez. I - 23 febbraio 2017 - Deve ammettersi l'efficacia nel sistema giuridico interno del provvedimento dell'autorità straniera che ha riconosciuto il rapporto di filiazione tra due minori e il partner del genitore genetico, da ciò derivandone la trascrizione nei registri di stato civile a integrazione della primitiva trascrizione in favore del padre genetico. 

Note 20.06.2017

La posizione del discendente rappresentante in relazione al diritto di riscatto previsto in tema di retratto successorio

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 2 febbraio 2016, n. 1987  -  In tema di successione per rappresentazione, il discendente rappresentante che subentri nel luogo e nel grado dell'ascendente rappresentato che non possa o non voglia accettare l'eredità succede direttamente al de cuius, con la conseguenza che la detta eredità è a lui devoluta nella identica misura che sarebbe spettata al rappresentato....

Note 22.05.2017

Il diritto a conoscere le proprie origini in caso di morte della madre biologica

di Leggi dopo

CASS. CIV. - Sez. I - 9 novembre 2016, n. 22838 - Il diritto dell'adottato, nato da donna che abbia dichiarato alla nascita di non volere essere nominata ex art. 30, comma 1, d.P.R. n. 396 del 2000, ad accedere alle informazioni concernenti la propria origine e l'identità della madre biologica, sussiste e può essere concretamente esercitato anche se la stessa sia morta e non sia possibile...

Note 09.05.2017

Maternità surrogata e ordine pubblico

di Leggi dopo

Trib. Pisa - 22 luglio 2016 -  La trascrizione nei registri dello stato civile dell'atto di nascita del minore partorito da una gestante surrogata all'estero, recante l'indicazione dei committenti, padre genetico e madre sociale, come genitori, non è contraria all'ordine pubblico, in quanto risponde al criterio internazionalmente riconosciuto del best interests of the child.

Pagine