Diritti reali e condominio

Direttori di area:
Prof. Fabio Addis, Cons. Mauro Criscuolo, Prof. Francesco Macario


Comitato editoriale:
Guglielmo Bevivino, Andrea Bucelli, Nicola Rumine

Note 29.09.2016

Parti comuni ed esclusive nel condominio: l'opponibilità ai condomini della riserva in proprietà esclusiva di beni...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - ord. 22  giugno 2016, n. 12980 - Quando la genesi di un condominio avviene mediante smembramento di una precedente proprietà individuale, la volontà di attribuire in via esclusiva la proprietà di un bene che, per sua struttura ed ubicazione, dovrebbe considerarsi comune ai condomini, deve emergere in maniera chiara e trasparente dall'atto bilaterale di trasferimento.

Note 21.09.2016

L’usucapibilità del bene “in origine” condominiale

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 17 marzo 2016, n. 5324 - Al fine di presumere la natura condominiale del bene è sufficiente che esso abbia l’attitudine funzionale al godimento collettivo, non rientrando la fattispecie nell’ambito di applicazione del regime della prova proprio dell’azione di rivendicazione. Il condomino che abbia il possesso esclusivo del bene comune può diventarne proprietario per...

Note 18.08.2016

Il diritto del genitore, convivente di fatto, sulla casa familiare e la sua opponibilità al terzo acquirente

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 11 settembre 2015, n. 17971  -  Il diritto del genitore assegnatario della casa familiare, al termine della convivenza di fatto, assimilabile a quello del comodatario, è opponibile al terzo acquirente dell'immobile, ove quest'ultimo sia consapevole tanto del pregresso rapporto di convivenza, così come del vincolo di destinazione del bene, non rilevando il momento del...

Note 27.07.2016

La tutela possessoria del sottosuolo di un’area condominiale

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 30 marzo 2016, n. 6154 - L’escavazione nel sottosuolo di un’area condominiale, effettuata dall’utilizzatore di un’autorimessa concessa in leasing finanziario a fini appropriativi, integra uno spoglio del compossesso dei condomini, tutelabile con l’azione di reintegrazione.

Note 20.07.2016

Delibera condominiale e derogabilità dei criteri di ripartizione delle spese secondo tabelle millesimali

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 23 marzo 2016, n. 5814 - É nulla e non è meramente annullabile, anche se assunta all'unanimità, la delibera dell'assemblea condominiale che modifichi il criterio legale di ripartizione delle spese ex art. 1226 c.c., ove manchi un'espressa manifestazione, da parte dei condomini, della volontà di disporre dei loro diritti in tal senso, in quanto tale decisione incide sul...

Note 12.07.2016

Il condominio “parziale” e la natura condominiale di beni utilizzati soltanto da alcuni condomini

di Leggi dopo

CASS. CIV.- sez. II - 2 marzo 2016, n. 4127 - In materia di condominio, ai fini dell'accertamento della natura condominiale, è necessario che il bene abbia l'attitudine strumentale e funzionale al servizio o al godimento collettivo, dunque sia collegato strumentalmente, funzionalmente o materialmente con le diverse singole unità immobiliari, di proprietà esclusiva dei condomini. Al contrario,...

Approfondimenti 07.07.2016

Riflessioni in tema di fattispecie acquisitive ed estintive delle servitù negative collegate al decorso del tempo

di Leggi dopo

Il presente lavoro partendo dalla definizione di servitù negative, che attribuiscono al loro titolare il diritto di pretendere che il proprietario del fondo servente eviti in tutto o in parte di esercitare facoltà ad esso spettanti quale titolare del diritto di proprietà sul proprio fondo, analizza la tipologia di servitù negative emersa nella prassi giurisprudenziale e la perimetrazione dei...

Note 05.07.2016

Apertura di un varco nel muro perimetrale a servizio di un bene estraneo al condominio. Costituzione ed esercizio di...

di Leggi dopo

CORTE APP. ANCONA - 18 giugno 2013, n. 945  -  In materia condominiale è illegittima, in quanto costituisce uso abnorme del bene comune, l'apertura di un varco praticato nel muro condominiale da parte di un singolo condomino per mettere in comunicazione un appartamento di sua esclusiva proprietà con altra unità immobiliare attigua, anche se di proprietà del medesimo condomino, ma appartenente...

Pagine