Danno e responsabilità

Direttori di area:
Prof. Fulvio Gigliotti, Prof.ssa Emanuela Navarretta, Prof. Claudio Scognamiglio, Cons. Giacomo Travaglino


Comitato editoriale:
Elena Bargelli , Lucia Bozzi, Valentina Calderai, Giulia Donadio, Chiara Favilli, Umberto Izzo

Note 07.10.2020

Assicurazione della responsabilità civile ed eccezione di prescrizione sollevata dal terzo: sì all’ultrattività anche...

di Leggi dopo

L’assicuratore della responsabilità civile (non obbligatoria) dell’autore di un fatto illecito, quando sia chiamato in causa dall’assicurato, è legittimato a sollevare l’eccezione di prescrizione del diritto vantato dal terzo danneggiato nei confronti dell’assicurato. Tale eccezione, se fondata, ha effetto estintivo del credito vantato dal terzo nei confronti dell’assicurato, quand’anche quest...

Note 21.08.2020

Riflessioni in tema di responsabilità per danni da cosa in custodia e caso fortuito

di Leggi dopo

La responsabilità per danni da cose in custodia (ex art. 2051 c.c.) costituisce un’ipotesi di responsabilità oggettiva, in cui è onere della parte danneggiata provare il nesso causale tra la cosa in custodia e l’evento dannoso, mentre spetta al custode, se vuole andare esente da responsabilità, dimostrare la sussistenza del caso fortuito.

Note 01.07.2020

Esiste la responsabilità per l'incompleta compilazione della cartella clinica?

di Leggi dopo

La mancata tracciabilità della sacca di sangue trasfusa costituisce una incompletezza della cartella clinica, che rileva nella responsabilità contrattuale con riguardo alla prova presuntiva.  

Note 12.05.2020

Rapporti patrimoniali fra conviventi

di Leggi dopo

L'accertamento in fatto che la dazione di denaro era rivolta al solo scopo di realizzare la casa familiare, destinata, nelle previsioni di uno dei conviventi, a divenire comune, giustifica, ai sensi dell'art. 2033 c.c., il rimborso delle somme versate a titolo di concorso nelle spese di costruzione del manufatto rimasto in proprietà esclusiva dell'altro convivente, spettando semmai a quest...

Note 27.02.2020

L'omessa informazione quale autonoma voce di danno in caso di «nascita indesiderata»

di Leggi dopo

In materia di responsabilità per attività medico-chirurgica, l'acquisizione del consenso informato del paziente, da parte del sanitario, costituisce prestazione diversa rispetto a quella avente ad oggetto l'intervento terapeutico anche in ragione della diversità dei diritti – rispettivamente, all'autodeterminazione delle scelte ed all'integrità psicofisica – pregiudicati nelle due differenti...

Note 28.01.2020

Verso una “medicalizzazione” della responsabilità contrattuale? Esercizi di (discutibile) riscrittura dell'art. 1218...

di Leggi dopo

Ove sia dedotta la responsabilità contrattuale del sanitario per l'inadempimento della prestazione di diligenza professionale e la lesione del diritto alla salute, è onere del danneggiato provare, anche a mezzo di presunzioni, il nesso di causalità fra l'aggravamento della situazione patologica, o l'insorgenza di nuove patologie, e la condotta del sanitario, mentre è onere della parte debitrice...

Note 20.01.2020

La violazione del diritto all'autodeterminazione e i presupposti per il risarcimento del danno-conseguenza

di Leggi dopo

La omessa o insufficiente informazione in relazione a un intervento sanitario causa due tipi di danno: 1) del diritto alla salute, ove sia provato che il paziente, se adeguatamente informato non si sarebbe sottoposto all'intervento; 2) del diritto alla autodeterminazione personale, risarcibile quale autonoma voce di danno ove il paziente alleghi che, a causa del deficit informativo, ha subito...

Note 02.01.2020

L'onus probandi della causalità materiale nella responsabilità sanitaria e il rischio della c.d. “causa ignota”

di Leggi dopo

Ove sia dedotta la responsabilità contrattuale del sanitario per l'inadempimento della prestazione di diligenza professionale e la lesione del diritto alla salute, è onere del danneggiato provare, anche a mezzo di presunzioni, il nesso di causalità fra l'aggravamento della situazione patologica, o l'insorgenza di nuove patologie, e la condotta del sanitario, mentre è onere della parte debitrice...

Pagine