Danno e responsabilità

Direttori di area:
Prof.ssa Emanuela Navarretta, Prof. Claudio Scognamiglio, Cons. Giacomo Travaglino


Comitato editoriale:
Elena Bargelli , Lucia Bozzi, Valentina Calderai, Chiara Favilli, Umberto Izzo

Editoriali 27.03.2017

Il parto travagliato della riforma in materia di responsabilità sanitaria

di Leggi dopo

Di fronte all'avvenuto varo della legge n. 24 dell'8 marzo 2017, pare doveroso interrogarsi, già in sede di prima lettura e soprattutto in vista della sua futura interpretazione, circa l'effettiva idoneità del provvedimento a porre rimedio, soddisfacendo i diversi interessi in gioco, alle esigenze che ne stanno a base ed a superare le perplessità espresse nel corso del relativo non facile iter...

Editoriali 13.03.2017

Sulla riforma del danno non patrimoniale

di Leggi dopo

Le recenti riforme in materia di responsabilità medica hanno posto all’attenzione degli interpreti la questione della qualificazione del rapporto e della natura della responsabilità. Ma c’è da chiedersi: può il legislatore qualificare un determinato rapporto giuridico?

Editoriali 03.03.2017

Vaghi appunti sulla riforma della responsabilità sanitaria

di Leggi dopo

Vede finalmente la luce, dopo un assai tormentato iter parlamentare, la legge di riforma della responsabilità sanitaria....

Editoriali 31.01.2017

Ordine pubblico globalizzato e danni punitivi al vaglio delle Sezioni Unite

di Leggi dopo

L’ordinanza con la quale è stata rimessa al Primo Presidente della S. C. la questione relativa alla possibilità di riconoscere ex art. 64 l. n. 218 del 1995 una sentenza straniera di condanna al pagamento dei c.d. danni punitivi offre il destro per alcune rapide considerazioni che hanno la sola ambizione di contribuire ad un migliore inquadramento del problema.

Editoriali 14.09.2015

Con il risarcimento del danno “è forse il sonno della morte men duro?” Riflessioni in margine alla Sezioni Unite...

di Leggi dopo

Con la recentissima pronuncia n. 15350 del 2015 le Sezioni Unite della Cassazione rispondono, con un diniego, al tentativo perpetrato dalla Terza Sezione civile della Cassazione, sentenza n. 1361 del 2014, di introdurre, in opposizione all’orientamento dominante, il danno tanatologico iure hereditario, vale a dire il danno per l’istantanea perdita del valore della vita trasmissibile con il...

Editoriali 16.03.2015

Quale responsabilità civile del magistrato dopo la legge n. 18 del 2015

di Leggi dopo

La civilizzazione del potere pubblico, e cioè la sottoposizione dell’esercizio dei poteri autoritativi non solo al pertinente ordinamento istituzionale, ma anche alla regola di responsabilità per i danni cagionati ai privati è un processo irreversibile, che tocca Stati, autorità amministrative ed autorità giurisdizionali, quale nuova manifestazione del rule of law. 

Editoriali 26.08.2014

La responsabilità della P.A. da lesione dell’affidamento: il bisogno di giustizia e di certezza del diritto

di Leggi dopo

La responsabilità della P.A., da sempre contesa fra giurisdizione ordinaria e giurisdizione amministrativa e lacerata da differenti ricostruzioni dell’illecito, è alla costante ricerca di risposte eque ed equilibrate nonché di una qualche certezza del diritto, specie in quell’area della responsabilità da lesione dell’affidamento che non trova tregua né processuale né sostanziale. Non stupisce...

Editoriali 20.03.2014

Il problema del danno da morte: il danno non patrimoniale torna alle Sezioni Unite

di Leggi dopo

Si approssima un nuovo intervento delle Sezioni Unite in materia di danno non patrimoniale, questa volta calibrato sul problema del cosiddetto danno da morte, ma tale da consentire una rinnovata riflessione sulla categoria del danno non patrimoniale nel suo complesso e, più a monte ancora, sulla funzione stessa del rimedio risarcitorio quando vengano in considerazione perdite non immediatamente...