Crisi d'impresa

Direttori di area:
Cons. Roberto Amatore, Avv. Giuseppina Ivone, Prof. Daniele Vattermoli


Comitato editoriale:
Soraya Barati, Camilla Bolognini, Marco Conforto, Clarisa L. Ganigian

Note 15.01.2016

Ancora sull’(in)applicabilità dell’art. 69-bis l. fall. alla revocatoria ordinaria

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI TORRE ANNUNZIATA - 26 gennaio 2015, n. 333  -  Il curatore fallimentare deve esercitare l’azione revocatoria ordinaria entro cinque anni dal compimento dell’atto ma, comunque, entro tre anni dalla dichiarazione di fallimento.

Approfondimenti 07.01.2016

Rapporti tra concordato preventivo e fallimento

di Leggi dopo

Le nuove frontiere del diritto fallimentare, e il sovrapporsi di contratti e procedure per la salvaguardia dell’impresa pongono il problema dei rapporti tra soluzioni diverse, e specialmente tra concordato preventivo e fallimento, facendo cadere in crisi il tradizionale criterio della prevenzione (dell’esame della domanda di concordato rispetto alla cognizione sulla domanda di fallimento). 

Editoriali 22.12.2015

La rinegoziazione del concordato post-omologazione

di Leggi dopo

Cosa succede se, durante la fase di esecuzione del concordato, liquidatorio o in continuità aziendale, il proponente si accorge di non poter adempiere alle obbligazioni concordatarie, così come confezionate nella proposta originariamente accettata dai creditori ed omologata dal tribunale? In tale circostanza, l’alternativa è soltanto tra la risoluzione per inadempimento, su istanza dei...

Note 11.12.2015

Le Sezioni Unite e la prevalenza del concordato preventivo sulla dichiarazione di fallimento

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. un. - 15 maggio 2015, n. 9936 - La pendenza di un procedimento di concordato preventivo non rende improcedibile il procedimento prefallimentare, né lo sospende, ma impedisce soltanto temporaneamente la dichiarazione di fallimento sino al verificarsi degli eventi previsti dagli artt. 162,173,179 e 180 l. fall. Ne segue che il fallimento può essere dichiarato solo quando: a) la...

Approfondimenti 02.12.2015

Il problematico rapporto tra gli articoli 42, 44 e 46 della legge fallimentare

di Leggi dopo

Poiché la disposizione dettata dall’art. 44, comma 2, l. fall. deve essere coordinata con le disposizioni dettate dagli artt. 42, comma 2, e 46, comma 1, n. 2, l. fall., il pagamento ricevuto dal fallito quale corrispettivo per una attività svolta dopo la dichiarazione di fallimento non è inefficace quanto all’importo delle passività connesse a detta attività e neppure quanto al residuo netto,...

Approfondimenti 27.11.2015

L’accertamento del danno nell’azione di responsabilità contro l’amministratore di società fallita

di Leggi dopo

La delimitazione del danno risarcibile e la fissazione dei criteri per la sua liquidazione nelle azioni di responsabilità promosse dagli organi delle procedure concorsuali nei confronti di amministratori di società di capitali dichiarate insolventi è da tempo oggetto di una complessa ed interessante riflessione giuridica. 

Approfondimenti 19.11.2015

Estensione del fallimento e strumenti di reazione all’abuso di personalità giuridica alla luce della sentenza n. 276...

di Leggi dopo

La sentenza n. 276 del 2014 con cui la Corte costituzionale ha dichiarato l’inammissibilità della questione di legittimità costituzionale dell’art. 147, comma 5, del Regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, sollecita una nuova riflessione sull’istituto della estensione del fallimento e sugli strumenti di reazione al fenomeno dell’abuso di personalità giuridica predisposti dall’ordinamento.

Note 13.11.2015

L’inammissibilità dell’azione revocatoria fallimentare esercitata nei confronti di un convenuto dichiarato fallito

di Leggi dopo

CORTE APP. NAPOLI - sez. I-bis - 25 maggio 2014, n. 2394  -  È inammissibile l’esercizio dell’azione revocatoria ordinaria o fallimentare esperita nei confronti di un fallimento, poiché ad essa osta il principio di cristallizzazione della massa passiva alla data dell’apertura del fallimento, con la conseguenza che il patrimonio del fallito è posto al riparo dalle pretese di soggetti che vantino...

Pagine