Crisi d'impresa

Direttori di area:
Cons. Roberto Amatore, Avv. Giuseppina Ivone, Prof. Daniele Vattermoli


Comitato editoriale:
Soraya Barati, Camilla Bolognini, Marco Conforto, Clarisa L. Ganigian

Approfondimenti 28.07.2014

Autorizzazione del giudice delegato al curatore e fallimento in estensione: soluzioni semplificanti dalla Corte

di Leggi dopo

La sentenza della Corte di cassazione n. 12947 del 9 giugno 2014 si segnala per aver coniugato la disciplina delle autorizzazioni che il giudice delegato deve concedere al curatore ai sensi del n. 6 art. 25 l. fall. (nella specie, a richiedere il fallimento in estensione al socio illimitatamente responsabile) con l’esigenza di assicurare equilibrio tra gli organi del fallimento (come riformato...

Approfondimenti 08.07.2014

“Gli accordi di ristrutturazione dei debiti”. Profili di concorsualità e riflessioni sulla figura del professionista...

di Leggi dopo

Il presente lavoro analizza la disciplina degli accordi di ristrutturazione ex articolo 182-bis l. fall., introdotti nel 2005, attraverso l'approfondimento del dibattito che, da un lato, li ascrive a fattispecie negoziali e, dall’altro, li include tra le procedure concorsuali. Ci si sofferma inoltre sulla figura del professionista attestatore, pure con utili spunti comparatistici e con una...

Approfondimenti 03.07.2014

La crisi d'impresa

di Leggi dopo

“L’impresa” e "la crisi" o meglio, "la disciplina" o, meglio ancora, "il diritto della (o delle) crisi" rappresentano un tema vastissimo, che necessita di una puntuale disamina di argomenti quali il rapporto fra impresa e disciplina (o diritto) della crisi, il ruolo che l’impresa giuoca nelle procedure in cui si articola il diritto della crisi, cioè (soprattutto) nelle procedure concorsuali, il...

Note 30.06.2014

Potere di sciogliersi dai contratti ex art. 169-bis l.fall. e modello procedimentale

di Leggi dopo

CORTE APP. VENEZIA - 20 novembre 2013, decr.  -  La Corte d’Appello di Venezia cassa un provvedimento del Tribunale di Padova che autorizza il debitore concordatario ex art. 169-bis l. fall. a sciogliersi da un contratto in corso di esecuzione. Secondo i Giudici Veneziani, infatti, deve essere applicato il principio del giusto processo ed il provvedimento essere assunto con la partecipazione...

Approfondimenti 20.06.2014

Una lettura meditata della sentenza delle sezioni unite n. 1521 del 2013: ulteriori riflessioni in tema di concordato...

di Leggi dopo

L’arrêt delle Sezioni Unite, che corrisponde al lodevole intento di comporre le diverse e contrastanti ‘letture’ cui è stata assoggettata finora la disciplina in punto di concordato preventivo, contiene interessanti spunti, peraltro già adeguatamente colti ed evidenziati con diffuse e articolate argomentazioni e comunque passibili certamente di più ampi e compiuti sviluppi sul piano sistematico...

Note 12.06.2014

Stato di crisi e finanziamenti “anomali” dei soci: una possibile ricostruzione (unitaria) dei presupposti di...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI S.M. CAPUA VETERE - sez. III - 31 ottobre 2012  -  L’art. 2467 c.c. disciplina i finanziamenti “anomali” dei soci, cioè quelli concessi in un momento in cui la società presentava un indebitamento eccessivo rispetto al patrimonio netto ovvero versava in una situazione nella quale sarebbe stato ragionevole un conferimento. Le innegabili difficoltà nell’individuare la struttura...

Editoriali 03.06.2014

Contratti di ristrutturazione, concordati e l’insoddisfazione del mercato

di Leggi dopo

In questi anni scanditi dal tormentone sul c.d. ‘abuso del diritto’ nei concordati preventivi assistiamo a una progressiva chiusura dei tribunali nel giudizio di ammissibilità delle domande di concordato. Domande disapprovate perché ritenute dilatorie o fondate su piani non realistici o perché giudicate non sufficientemente satisfattive delle ragioni creditorie (in considerazione dei tempi di...

Approfondimenti 28.05.2014

Il conferimento degli incarichi professionali nel concordato in continuità aziendale

di Leggi dopo

Il tema del conferimento degli incarichi professionali e del pagamento del compenso pattuito con il professionista assume usualmente ampia rilevanza nei concordati sorretti da piani di cui all’articolo 186-bis l. fall., e ciò in quanto la presenza di una azienda in esercizio richiede di regola un maggior apporto di collaborazioni professionali nelle varie situazioni in cui ciò può rendersi...

Pagine