Banca finanza assicurazioni

Direttori di area:
Prof. Paoloefisio Corrias, Prof.ssa Sara Landini, Prof. Daniele Maffeis, Cons. Alessandro Pepe


Comitato editoriale:
Luigi Giacomo Vigoriti, Ettore Maria Lombardi, Giacomo Bizzarri

Note 20.03.2014

Segnalazione «a sofferenza» di un credito alla Centrale Rischi: presupposti e responsabilità

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI NAPOLI – sez. II – 29 novembre 2013  -  Il commento analizza le condizioni legittimanti l'appostazione a sofferenza di un credito alla Centrale dei rischi della Banca d'Italia. Particolare attenzione è dedicata all'esame dell'attività istruttoria richiesta alla banca per determinare se il cliente versi in stato di “insolvenza” e viene, inoltre, chiarito se si possa ritenere...

Note 17.03.2014

Considerazioni sul diritto di ritenzione: un limite alle forme di autotutela della banca

di Leggi dopo

ARBITRATO BANCARIO FINANZIARIO DECISIONE N. 4808 DEL 20 SETTEMBRE 2013, PRES. G. MARZIALE  -  la presente nota alla decisione del Collegio di coordinamento dell’ABF si propone di esaminare le valutazioni del Collegio, che hanno portato alla dichiarazione di nullità di una clausola di un contratto bancario che prevedeva una peculiare forma di garanzia in favore della banca. In particolare, le...

Note 10.03.2014

Il rispetto del principio della doppia separazione patrimoniale non obbliga la sim in liquidazione coatta...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 10 luglio 2013, n. 17101  -  La sentenza in esame stabilisce il principio secondo il quale la Sim in liquidazione coatta amministrativa può rifiutare la restituzione in toto degli strumenti finanziari di pertinenza del cliente, prima di aver accertato di poter soddisfare tutte le pretese restitutorie degli aventi diritto iscritti nella stessa sezione separata del passivo....

Articoli 09.03.2014

Intermediazione finanziaria e obblighi informativi continuativi

di Leggi dopo

L’articolo si sofferma sui profili problematici relativi alla tutela degli interessi dei risparmiatori, tra limiti degli obblighi di informazione, illusione di un consenso consapevole e fiducia degli investitori nel corretto esercizio della propria funzione da parte degli intermediari finanziari.

Note 09.03.2014

Prescrizione dell’azione di ripetizione di somme indebitamente riscosse dalla banca e rapporti di conto corrente...

di Leggi dopo

CORTE D’APPELLO DI LECCE 19 febbraio 2013  -  Quando il contratto di apertura di credito è ancora in essere non può distinguersi se i versamenti del correntista abbiano avuto funzione ripristinatoria della provvista onde ancorare alla data di estinzione del saldo di chiusura del conto, piuttosto che alla data del singolo versamento, il momento in cui far iniziare a decorrere la prescrizione. -...

Approfondimenti 04.03.2014

La “complessa spartizione” della vigilanza sulle polizze vita

di Leggi dopo

La complessità e la delicatezza dei compiti affidati alle autorità di vigilanza dei mercati finanziari, dovrebbe imporre al legislatore che intende modificarne competenze o funzioni un’estrema attenzione se non cautela. Infatti anche ciò che appare un minimo ritocco migliorativo, se non adeguatamente ponderato, può produrre incertezza e discutibili disparità di trattamento tra situazioni e...

Note 04.03.2014

Brevi note in tema di pattuizione dell’apertura di credito in conto corrente

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. I – 21 novembre 2013, n. 26133  -  La Corte di Cassazione riafferma il principio in forza del quale affinché vi sia apertura di credito in conto corrente è sufficiente la pattuizione nel contratto di un obbligo della Banca di eseguire operazioni passive in favore del correntista. Nella nota viene condiviso tale orientamento in considerazione delle previsioni contenute nell’art...

Articoli 04.03.2014

Assicurazione sulla vita e dichiarazioni inesatte o reticenze del contraente: il ruolo del questionario

di , Leggi dopo

L’articolo affronta il tema dell’obbligo del contraente/assicurato, nella fase precontrattuale, di rendere dichiarazioni complete e veritiere sulle circostanze relative alla rappresentazione del rischio, mettendo in evidenza le conseguenze di eventuali inesattezze o reticenze, secondo quanto previsto dagli artt. 1892 e 1893 c.c. e, dunque, l’importanza di una corretta compilazione del...

Pagine