Banca finanza assicurazioni

Direttori di area:
Prof. Paoloefisio Corrias, Prof.ssa Sara Landini, Prof. Daniele Maffeis, Cons. Alessandro Pepe


Comitato editoriale:
Luigi Giacomo Vigoriti, Ettore Maria Lombardi, Giacomo Bizzarri

Approfondimenti 05.11.2014

Assicurazione sanitaria: la legge Balduzzi dopo il d.l. n. 90 del 2014 e alcune riflessioni sul modello autoassicurativo

di Leggi dopo

Argomento dell’approfondimento è l’assicurazione sanitaria alla luce delle recenti novità normative, quali: la legge Balduzzi ed il d.l. giugno 2014, n. 90 "il decreto semplificativo". Gli aspetti trattati sono l’obbligo o meno assicurativo per la struttura e per il medico esercente la professione sanitaria ed il nuovo modello di copertura autoassicurativo. I temi affrontati ripercorrono il...

Note 23.10.2014

Responsabilità della banca per concessione abusiva del credito

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI PESCARA 31 luglio 2014  -  L’idoneità eziologica di quella concessione (ovvero di quel mantenimento) del credito bancario ad ingenerare in capo alla  [attrice] una tale errata percezione della reale situazione economica della [società finanziata] (con i conseguenti richiamati effetti patrimoniali dannosi che la prima ha denunziato di avere subito) deve per contro nella specie...

Note 16.10.2014

Il derivato OTC come scommessa finanziaria sotto condizione di razionalità

di Leggi dopo

CORTE APP. MILANO - sez. I - 18 settembre 2013, n. 3459  -  Il contratto di interest rate swap è riconducibile ad una scommessa autorizzata, la cui causa consiste nella razionale creazione di un rischio artificiale, legato al mutamento dei tassi di interesse, e nella conseguente assunzione, in capo alle parti, di alee reciproche e bilaterali....

Articoli 08.10.2014

L’aleatorietà convenzionale degli interest rate swap in un recente indirizzo giurisprudenziale

di Leggi dopo

Nell’ampio panorama giurisprudenziale che concerne il contenzioso sviluppatosi in tema di contratti derivati over the counter, e di interest rate swap nella specie, una particolare attenzione deve essere riservata ad un recente indirizzo giurisprudenziale che, nel tentativo di superare l’incerta qualificazione di tali figure negoziali, ne indaga la natura giuridica ed in particolare la...

Articoli 09.09.2014

Il potere di incisione ab extra delle autorità di vigilanza del mercato sulle condizioni contrattuali alla luce dei...

di Leggi dopo

Nell’ambito dell'eterointegrazione dei contratti dei mercati bancario, finanziario ed assicurativo da parte delle autorità di vigilanza, il contributo, partendo dalla disamina di come le authorities intervengono nella regolazione del mercato con il loro potere regolamentare, si concentra poi sull'incisione di siffatto potere nei contratti settoriali. Per un riscontro in tale ottica vengono...

Note 21.07.2014

Accertamento della dinamica del sinistro automobilistico tramite c.i.d.: efficacia endogena della confessione

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III - 19 marzo 2014, n. 11368  -  La suprema corte affronta il tema della efficacia della confessione, contenuta nel c.d. verbale di constatazione amichevole, del danneggiante. La sentenza si occupa di un’azione diretta, ex art. 144 d.lgs. n. 209 del 2005, prestando adesione ad un orientamento in base al quale si afferma che per effetto della confessione risultano definiti i...

Approfondimenti 16.07.2014

Contratti di assicurazione collegati e tutela dell’assicurato

di Leggi dopo

Il fenomeno dei contratti di assicurazione collegati ad altri contratti (mutui, pacchetti turistici, vendita di automobili, contratti per la fornitura di gas ed energia) è diffuso ormai a livello internazionale e pone problemi nella individuazione di strategie di difesa dei diritti degli assicurati rispetto a possibili difetti di trasparenza ed a eventuali pratiche commerciali scorrette....

Note 04.07.2014

Home banking: la responsabilità della banca per pagamenti non autorizzati dal correntista

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI NAPOLI - sez. II - 25 ottobre 2013, n. 11809  -  Nell’ambito del servizio di home banking (o telebanca), il cliente e la banca sono tenuti a un comportamento di reciproca correttezza e diligenza nello svolgimento del rapporto contrattuale. Tuttavia, l’istituto di credito, in quanto professionista, è tenuto alla diligenza c.d. qualificata, con la conseguenza che la sua condotta...

Pagine