Banca finanza assicurazioni

Direttori di area:
Prof. Paoloefisio Corrias, Prof.ssa Sara Landini, Prof. Daniele Maffeis, Cons. Alessandro Pepe


Comitato editoriale:
Luigi Giacomo Vigoriti, Ettore Maria Lombardi, Giacomo Bizzarri

Note 22.05.2015

Obbligo di restituzione della impresa assicurativa in LCA per la frazione del rapporto contrattuale con l’impresa...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 20 novembre 2014, n. 24759  -  In tema di principi regolativi del concorso, l’impresa assicurativa posta in liquidazione coatta amministrativa che, dopo la pubblicazione, nella Gazzetta Ufficiale, del decreto ministeriale di messa in liquidazione, abbia incassato il pagamento dell’intero premio dell’assicurato, e cioè non solo quello afferente al residuo di rapporto...

Approfondimenti 12.05.2015

Le commissioni sulle transazioni effettuate con carte di pagamento: il “decreto merchant fee”

di Leggi dopo

Le transazioni effettuate con carte di pagamento sono state oggetto di diversi provvedimenti volti alla rivalutazione dei principi di definizione del regime economico e per l’ambito di utilizzo, iniziative che si collocano nel contesto delle azioni finalizzate a favorire l’incremento dei pagamenti elettronici. Il Decreto del ministero dell’economia e delle finanze del 14 febbraio 2014, n. 51, ...

Note 23.04.2015

Piano di rientro e contestazione successiva delle clausole nulle preesistenti

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 19 settembre 2014, n. 19792  –  La Cassazione affronta il tema della natura giuridica del piano di rientro e della sua pretesa efficacia preclusiva rispetto ad ogni contestazione successiva della situazione preesistente. La Suprema Corte, in accoglimento della tesi della natura ricognitiva del piano di rientro, esclude che sia intervenuta una efficacia estintiva del...

Approfondimenti 19.03.2015

Il pagamento “necessariamente intermediato” dell’obbligazione pecuniaria nella legislazione di derivazione europea:...

di Leggi dopo

La crescente tendenza della prassi dei traffici commerciali e finanziari alla “dematerializzazione” del denaro, accentuata dal diffondersi di innovazioni tecnologiche che imprimono significativi mutamenti alle tecniche di movimentazione della ricchezza monetaria, reca con sé l’ineludibile trascorrere delle modalità di adempimento dell’obbligazione pecuniaria dalla tradizionale forma della...

Note 11.03.2015

L’ irretroattività della legge n. 108 del 1996 e il dibattito sull’Usura Sopravvenuta

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 25 settembre 2013, n. 21885  -  I criteri fissati dalla l. 7 marzo 1996, n. 108 per la determinazione del carattere usurario degli interessi non trovano applicazione con riguardo alle pattuizioni anteriori all’entrata in vigore della stessa legge, come emerge dalla norma di interpretazione autentica contenuta nell’art. 1, comma 1, d.l. 29 dicembre 2000 n. 394, conv., con...

Note 04.02.2015

Il danno non patrimoniale subìto da una società commerciale per illegittima segnalazione alla centrale rischi della...

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 9 luglio 2014, n. 15609  -  Un’illegittima segnalazione alla centrale rischi della Banca d’Italia può causare alla società che l’ha subita, titolare, al pari di una persona fisica, dei diritti della personalità compendiati nella formula dell’art. 2 Cost., anche danni non patrimoniali, come il danno all’immagine e anche il danno da “disfunzione amministrativa” derivato...

Articoli 02.12.2014

Un primo approccio al tema dei contratti derivati: spunti di riflessione

di Leggi dopo

Il tema dei derivati finanziari è di grande attualità sia a causa del forte impatto che la circolazione degli stessi ha avuto e produce tuttora sul mercato, sia perché sempre più di frequente i Tribunali si trovano a doversene occupare. Il giurista si trova di fronte nuovi contratti atipici, difficilmente comprensibili e produttivi di effetti potenzialmente devastanti (non a caso, la legge di...

Approfondimenti 20.11.2014

La rilevazione tecnico-contabile del tasso “usuraio”

di Leggi dopo

L’istituto dell’usura, che nel nostro ordinamento costituisce illecito sia civile che penale, trovando in quest’ultimo ambito la sua fonte normativa primaria (art. 644 c.p.) – a distanza di quasi vent’anni dalla nota novella legislativa del 1996 (l. n. 108 del 1996), che, in uno con la successiva “norma di interpretazione autentica” (ex art. 1 del d.l. n. 394 del 2000, conv. in l. n. 24 del...

Pagine