Banca finanza assicurazioni

Direttori di area:
Prof. Paoloefisio Corrias, Prof.ssa Sara Landini, Prof. Daniele Maffeis, Prof. Stefano Pagliantini


Comitato editoriale:
Alessandra Camedda, Giacomo Bizzarri, Ettore Maria Lombardi, Irene Margelli, Federico Onnis Cugia, Luisa Pascucci, Luigi Giacomo Vigoriti

Note 10.10.2018

ATP ex art. 8 l. n. 24 del 2017 e legittimazione processuale dell'assicuratore della struttura sanitaria e del...

di , Leggi dopo

In tema di responsabilità sanitaria, allorché sia promossa la consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite disciplinata dall'art. 696-bis c.p.c., il cui espletamento costituisce, ai sensi dell'art. 8 l. n. 24 del 2017, condizione di procedibilità della domanda giudiziaria, sono parti necessarie tutti i soggetti che il ricorrente prospetti come obbligati al risarcimento...

Note 04.09.2018

Superamento del tasso soglia nel periodo precedente l’entrata in vigore dell’art. 2-bis d.l. 185/2008: rilevanza...

di Leggi dopo

In tema di contratti bancari, l'art. 2-bis d.l. n. 185 del 2008, inserito dalla legge di conversione n. 2 del 2009, in forza del quale, a partire dal 1 gennaio 2010, la commissione di massimo scoperto (CMS) entra nel calcolo del tasso effettivo globale medio (TEGM) rilevato dai decreti ministeriali emanati ai sensi dell'art. 2, comma 1,  l. n. 108 del 1996, ai fini della verifica del...

Approfondimenti 02.08.2018

Il tramonto della sunset clause. Nota a Cass. n. 10506 del 2017

di Leggi dopo

Con la sentenza Cass. civ.n. 10506 del 2017, la giurisprudenza di legittimità prende posizione con riferimento ad un profilo fino ad oggi ampiamente dibattuto, sia in dottrina sia nella giurisprudenza di merito e di legittimità, in relazione ad una tematica sollevata dalle clausole c.d. a richiesta fatta (“claims made”) nell'ambito dei contratti assicurativi.

Approfondimenti 25.07.2018

Il virtuosismo della giustizia alternativa in materia bancaria e finanziaria

di Leggi dopo

L’opportunità di indagare il perseguimento di vie di giustizia alternativa in materia bancaria e finanziaria trae scaturigine dal risalto dei vantaggi che è idonea ad assicurare, specie sul piano dei tempi e dei costi, antitetici ai malanni della giustizia civile, contestualmente attuando obiettivi europei di implemento ed anticipazione della tutela del consumatore.

Approfondimenti 10.07.2018

Problemi costruttivi del project financing. Note preliminari

di Leggi dopo

Il project financing è un fenomeno finanziario complesso, che si iscrive a pieno titolo nelle piú moderne dinamiche di raccolta di provvista per l'impresa, caratterizzate dalla combinazione del classico finanziamento bancario con quello affidato al ricorso diretto al mercato degli strumenti finanziari e alla loro emissione in forma “ibrida”; e dal finanziamento non piú al soggetto (società),...

Note 25.06.2018

La generale irrilevanza delle sopravvenienze usurarie secondo le Sezioni Unite

di Leggi dopo

Se il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell'usura come determinata in base alle disposizioni della l. n. 108 del 1996, non si verifica la nullità o l'inefficacia della clausola contrattuale di determinazione del tasso degli interessi stipulata anteriormente all'entrata in vigore della predetta legge, o della...

Note 12.06.2018

La latitanza della compagnia di assicurazione alla procedura di mediazione delegata dal giudice rappresenta una nuova...

di Leggi dopo

La pronuncia in esame rappresenta un passo in avanti verso l'attuazione della Direttiva sulla mediazione 2008/52/CE conformemente a quanto sollecitato dalla Risoluzione del Parlamento europeo del 12 settembre 2017 che ha invitato «la Commissione e gli Stati membri ad applicare e mettere in atto misure di salvaguardia adeguate nei processi di mediazione al fine di limitare i rischi per le parti...

Approfondimenti 31.05.2018

Le Claims Made tornano al vaglio delle Sezioni Unite: considerazioni tra diritto sostanziale e processo

di Leggi dopo

I recenti interventi della giurisprudenza e la costante attenzione della dottrina hanno imposto uno studio approfondito delle clausole claims made (letteralmente “a richiesta fatta”). Ad oggi, la diffusione di tali clausole nei contratti assicurativi è così ampia che è possibile discorrere di una loro tipicità sociale.

Pagine