Banca finanza assicurazioni

Direttori di area:
Prof. Paoloefisio Corrias, Prof.ssa Sara Landini, Prof. Daniele Maffeis, Cons. Alessandro Pepe


Comitato editoriale:
Luigi Giacomo Vigoriti, Ettore Maria Lombardi, Giacomo Bizzarri

Note 02.02.2018

Modificabilità della linea di gestione e tutela dell'investitore retail nel contratto per la prestazione del servizio...

di Leggi dopo

Non rientra nella nozione normativa di «istruzioni vincolanti», di cui all'art. 24 TUF, l'ordine di investimento che alteri le caratteristiche della gestione per contratto in essere; un ordine di simile genere integra, per contro, contratto sostitutivo di aspetti fondamentali e caratterizzanti di quello in essere.

Note 26.01.2018

La nullità degli ordini d'investimento successivi al contratto di intermediazione finanziaria per carenza dei...

di Leggi dopo

CORTE DI CASSAZIONE

La sentenza in commento mette in luce il problema che caratterizza la natura del contratto quadro, con particolare riferimento alla qualificazione del rapporto esistente con i successivi contratti esecutivi. Infatti, la pronuncia in esame si allinea totalmente con il consolidato orientamento della giurisprudenza, secondo cui la forma scritta ad substantiam alla quale si riferisce la disciplina...

Note 17.01.2018

Pluralità di garanzie fideiussorie e azione di regresso del co-garante

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI FIRENZE

Nel caso in cui due fideiussioni presentino tra loro un collegamento determinato dalla comune, anche se non contestuale, consapevolezza dei fideiussori di garantire il medesimo debito e lo stesso creditore, al garante che ha pagato per l'intero spetta l'azione di regresso nei confronti dell'altro fideiussore, trovando applicazione la disciplina della confideiussione di cui agli artt. 1946 e...

Note 14.06.2017

Il preavviso di imminente segnalazione in SIC, qualora il debitore sia un imprenditore individuale

di Leggi dopo

ABF – Collegio di coordinamento, decisione 20 ottobre 2016, n. 9311  -  Il Collegio di Coordinamento dell'ABF si confronta con la delicata questione del preavviso di segnalazione in una società privata di informazione creditizia, qualora la persona fisica sia un imprenditore individuale. In particolare, il Collegio di Coordinamento si è pronunciato sul generico diritto degli imprenditori...

Note 31.05.2017

Spunti iniziali in tema di pignoramento del conto corrente cointestato

di Leggi dopo

APP. ROMA - sez. II - 17 ottobre 2016, n. 6123  -  Nei rapporti tra i creditori del singolo correntista cointestatario del conto e l'istituto di credito non trova applicazione l'art. 1854 c.c., relativo soltanto ai rapporti tra correntista e istituto di credito, bensì l'art. 1298, comma 2, c.c., che regola i rapporti interni tra i condebitori solidali e stabilisce che in mancanza di prova...

Note 21.03.2017

La corretta interpretazione delle clausole del contratto assicurativo secondo la Corte di cassazione

di , Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. III - 29 settembre 2016, n. 19299  -  Secondo i canoni ermeneutici di cui agli artt. 1363 e 1370 c.c., le clausole contenute nelle condizioni generali predisposte dall'assicuratore vanno interpretate le une per mezzo delle altre, attribuendo a ciascuna il senso che risulta dal complesso dell'atto e, in caso di ambiguità, in senso sfavorevole al predisponente.  

Note 02.02.2017

Anatocismo e tutela collettiva: conferme e nuove frontiere nei rapporti tra clienti e istituti di credito

di GRATIS PER 10 GIORNI

CASS. CIV. - sez. I - 24 maggio 2016, n. 10713  -  In caso di azione di ripetizione di indebito proposta dal cliente di una banca, il quale lamenti la nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale degli interessi anatocistici maturati, con riguardo ad un contratto bancario di apertura di credito regolato in conto corrente, il termine di prescrizione decennale decorre dalla data di...

Note 18.11.2016

Intermediazione finanziaria e sanatoria delle nullità contrattuali

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I - 24 marzo 2016, n. 5919 - Il contratto di intermediazione finanziaria sottoscritto dal solo investitore è nullo per vizio di forma, non valendo a sanarlo né la sua produzione in giudizio ad opera della banca, né la documentazione in forma scritta relativa ai momenti esecutivi dello stesso.

Pagine